follow

Moda over 40 e over 50: alcune regole da sfatare

This post is also available in: de

Moda over 40 e over 50: come vestirsi dopo i 40 anni

 

Non ho mai amato le regole e regolette da manuale, men che meno quando si tratta del mio stile: dalle “10 cose che ogni donna deve per forza avere nell’armadio per non essere una disagiata” a “Capi vietatisssssssssimi a tutte le quarantenni e cinquantenni”, mi è capitato di leggere davvero di tutto in questi ultimi anni.

 

 

Anzi, conosco purtroppo anche un paio di persone che credono veramente a queste regole assolute e le seguono alla lettera. Non solo: oltre a metterle in pratica, sgridano pure le altre se non le rispettano! 

Per questo ho pensato di stilare un breve elenco delle regole più spesso citate in fatto di moda over 40 e over 50 e di “rivederle” un po’ a modo mio.

In più, come regalo a tutte le mie lettrici, ho realizzato queste utili mini guide, assolutamente gratuite, che puoi richiedere subito qui.

Richiedile subito e, mentre ricevi la password di accesso alle guide (che potrai anche scaricare e stampare), continua pure a leggere il post!

 

 

Moda over 40: come vestirsi dopo i 40 anni e i 50 anni

 

come vestirsi a 40 anni, come vestirsi a 50 anni. consigli di moda over 40

 

 

Spero che le considerazioni che seguono siano anche un po’ uno spunto per una bella discussione – sono davvero curiosa di sapere cosa ne pensate!  

 

 

1 – DOPO I 40, COPRIRE LE GINOCCHIA È UN MUST

 

Outfit di Paola Marella con abito corto
Credits: uno splendido outfit estivo di Paola Marella (che non deve certo nascondere le gambe!), foto via Pinterest

 

La regola forse più spesso sentita in fatto di moda over 40 prevede un deciso allungamento degli orli e ginocchia decisamente coperte. Ora, anche se i tagli midi e longuette sono tornati decisamente di moda e sono anche molto carini in alcuni casi, personalmente non sono così assolutista. Per due motivi:

  • Non tutte le quarantenni e cinquantenni sono fisicamente uguali: c’è chi a 40/50 anni ha gambe più belle che a 20, semplicemente perché fa più attività fisica.
  • Le proporzioni: non a tutte stanno bene le lunghezze midi o sotto il ginocchio! Io per esempio ho le gambe relativamente lunghe, specialmente le cosce, e alcune lunghezze midi o lunghe proprio mi mortificano.

Per questo, secondo me è il caso di dimenticare questa sciocca regoletta a favore di un approccio più personalizzato, che tenga conto della nostra fisicità.

Questo grafico spiega molto bene quali lunghezze sono le più donanti e questo a ogni età.

Per il resto, la cosa migliore è sperimentare!  

 

 

2 – MODA OVER 40: MEGLIO SOLTANTO CAPI CLASSICI E SENZA TEMPO

 

OUtfit bianco e nero con sneakers per over 50
Credits: @schokoladenjahre via Pinterest

 

Se dovessi definire il mio stile, direi che è moderno contemporaneo, sicuramente abbastanza classico in alcuni aspetti. Ciò nonostante, evitare del tutto le tendenze può essere letale per il nostro stile, perché rischia di aggiungere anni al nostro aspetto, ben più di qualsiasi rughetta o zampa di gallina!

Insomma, rimanere “affezionate” ai capi che hanno caratterizzato il nostro stile a 20, 30 anni va bene (io per esempio mantengo la mia adorazione per i cappottini Fay!) , ma vestire dimenticandosi completamente delle nuove tendenze secondo me è un errore.

Tanto più che a volte basta davvero poco per aggiungere un dettaglio modaiolo, anche soltanto con qualche accessorio. E l’effetto, combinato con i capi a cui rimaniamo affezionate, è spesso fantastico. Che poi è un po’ il principio su cui si basano i giochi di moda e le tante strategie che vi propongo nel nuovo Corso pratico di stile e gestione del guardaroba!

Inoltre, ogni anno ci sono molte nuove tendenze tra cui scegliere e alcune di queste giocano decisamente a nostro favore, valorizzando i nostri punti forti! Insomma, tendersi aggiornate ringiovanisce, secondo me, anche nel campo della moda!  

 

3 – DOPO I 40 SOLO TONALITÀ NEUTRE E SFUMATE

 

Outfit over 40: Look blu cobalto di Sandra Bullock
Credits: outfit di Sandra Bullock via Pinterest

 

Vi sarete sicuramente accorte che amo moltissimo i colori neutri e che sono quelli che uso di più. Ciò nonostante, usare solo quelle, magari fermandosi alla gamma dei beige-tortora-blu, può essere davvero devastante. Sicuramente così facendo non si rischiano grandi cadute di stile, ma perché limitarsi?

Là fuori c’è tutto un mondo fatto di colori – colori che, tra l’altro, si abbinano benissimo con le tonalità neutre di cui sopra! L’ideale – e anche la soluzione più efficiente – è avere buoni capi basic in colori neutri (ma non solo) e una serie di pezzi particolari in colori diversi, anche molto forti e vivaci, scelti tra quelli che ci donano di più.

Quali sono? Qui l‘armocromia può essere un valido punto di partenza, ma esiste anche un metodo pratico per capirlo: sono quelli per cui riceviamo più complimenti del tipo “oggi ti vedo particolarmente in forma!” o “ma sei stata in vacanza?” . O, più semplicemente, quelli che quando li indossiamo ci regalano una “bella cera”, uno sguardo più luminoso ecc. quando ci guardiamo allo specchio!  

E a proposito di colori: qui trovate un video sull’uso dei colori anche per chi, come me, preferisce solitamente le tonalità neutre!

 

 

 

4 – DOPO I 40 DITE ADDIO A TUTTO CIÒ CHE È ATTILLATO

 

Outfit over 50 con pantaloni slim
Credits: @schokoladenjahre via Pinterest

 

Non trovo del tutto sbagliato questo suggerimento, specie per le donne over 50 (ho 52 anni, quindi posso dirlo: dopo i 50, anche facendo attività fisica, il nostro fisico perde leggermente di definizione e questo vale anche per le donne magre. Inoltre, il contrasto tra viso e fisico messo eccessivamente in evidenza da capi super attillati, purtroppo, invecchia).

MA: anche in questo caso, il consiglio va assolutamente adattato al proprio fisico!

L’ideale è, in molti casi, un mix di capi più aderenti alle linee del nostro corpo con altri più morbidi. Giocare un po’, insomma, cercando di rispettare le nostre proporzioni e di valorizzare i nostro punti forti.

Se avete gambe snelle e slanciate, non è il caso di optare per forza per pantaloni ampi che aggiungono taglie (tranne le culottes, quelle slanciano chiunque secondo me), per esempio. Se avete un bel seno e un punto vita definito, continuate pure a usare tutti i vostri top un pochino più sfiancati. E così via.

Di sicuro, non c’è bisogno di nascondersi in abiti-sacco e oversized. E questo vale con qualsiasi peso, secondo me (A proposito: in questo post trovate altri consigli su come vestirsi da magre).

 

 

5 – DOPO I 40 SOLO ABBINATISSIME

 

Un outfit armonioso, ma non matchy-matchy. Moda over 50
Un outfit armonioso, ma non noiosamente matchy-matchy. Moda over 50. Credits: @fabulousafter40 via Pintrerest

 

Trovo che questa sia una delle regole più noiose – e anche quella che spesso da risultati diabolicamente drammatici quando si tratta di invecchiarci e farci del male da sole in fatto di moda over 40. Probabilmente nata nei remoti anni 50 o 60 del secolo scorso, questa diffusa credenza impazza ancora oggi, con risultati spesso tristissimi.

Intendiamoci, non penso che indossare borsa, scarpe, foulard, abiti ecc. del tutto scombinati sia la soluzione per svecchiare il look.

Però opterei piuttosto per un set di accessori magari in armonia tra di loro, con qualche elemento in comune. Ma di sicuro non  perfettamente abbinati, dello stesso materiale, pellame o colore, con la stessa identica fantasia ecc. Anzi, spesso è proprio l’elemento “fuori posto” quello che spicca e che crea un intero look!  

 

 

6 – SOLO SCARPE BASSE E COMODE PER LE OVER 40

No, ma scherziamo?! Se c’è un accessorio che può essere scelto in piena libertà a ogni età e con qualsiasi fisico, sono proprio le scarpe!

Senza contare che al giorno d’oggi esistono scarpe sia comode che non rasoterra – come le divertenti sneakers con la suola alta che impazzano quest’anno e che, tra l’altro, trovo geniali proprio sulle quarantenni e cinquantenni. Insomma: secondo me, qualsiasi calzatura va bene purché sia attuale, perché la scarpa può effettivamente invecchiare: la classica decolleté, in particolare, va scelta e anche abbinata con una certa cura.

Meglio evitare i modelli troppo tradizionali e soprattutto alcuni abbinamenti a dir poco diabolici, tipo tailleur anni 80/90 + decolleté a tacco medio. Inoltre, meglio i modelli a punta corta, in generale più donanti e slancianti.  

 

 

7 – DOPO I 40 SOLO CAPELLI CORTI O MEDIO-CORTI E TAGLI DA SIGNORA CON UNA PIEGA PERFETTA

 

Capelli lunghi over 40 - Cameron Diaz
Credits: Foto Cameron Diaz via Pinterest

Come avrete notato dalle foto di alcuni miei post, non mi sono ancora sottomessa alla regoletta che ci vorrebbe tutte con pettinature corte o medio-corte per… sopraggiunti limiti di età.

Il mio personalissimo e fulgido esempio è una mia amica (chiamiamola R.) che ha 3 anni più di me e porta splendidamente non solo i suoi anni, sfatando tutti i falsi miti di cui sopra, ma anche la sua lunga chioma castano chiaro, mossa naturale e a volte anche un p’ selvaggia, che le dona moltissimo. Mi dico sempre che finché lo fa lei, lo farò anch’io!

In generale, penso che la pettinatura andrebbe scelta a ogni età in base a quello che ci dona di più, che si adatta al nostro stile e alla nostra personalità – e naturalmente anche alla struttura e alle condizioni del capello. Insomma, anche in questo caso eviterei assolutismi e punterei su una scelta assolutamente personalizzata – lunga, media o corta che sia.

Anche la piega perfetta, quella in cui non vola un capello, qualche volta invecchia un po’, specie se abbinata a un taglio “da signora”…

A volte meglio un accenno di capello selvaggio, secondo me. In questo trovo siano maestre le francesi, che spesso portano i capelli lunghi anche a 60 anni e non sembrano mai troppo fresche di parrucchiere o cariche di lacca.   

 

 

E se siete alla ricerca di un po’ di ispirazione sul tema “moda over 40” e “moda over 50”, leggete anche questo post!

 


 

Voglia improvvisa di shopping o di qualche nuova aggiunta al guardaroba?

Come sempre vi consiglio un’occhiata ai nuovi arrivi di Intrend / Diffusione Tessile, che stavolta trovo particolarmente belli!

Per un tocco trendy amo molto Stradivarius e l’immancabile ASOS con i suoi nuovi arrivi!

 


 

Queste sono un po’ le mie riflessioni… So che è un argomento molto polarizzante, che divide gli animi e scatena discussioni anche accese. Perciò sono curiosa di sentire le vostre opinioni!  

Si, perché come avrete capito, in quanto donna di 52 anni il tema mi appassiona. Per questo, negli ultimi due anni ho creato alcune pubblicazioni utili dedicate appunto alla moda over 40 e over 50.

Li trovate QUI (cliccate sull’immagine):

 

come vestirsi bene spendendo poco

 

Per questo, se vi va, venite a chiacchierare con noi sulla pagina Facebook di No Time For Style, iscrivetevi al salottino di chiacchiere modaiole del blog o seguite le bacheche Pinterest sempre aggiornate, il profilo Instagram o direttamente i nuovi post del blog su Bloglovin!  

 

 

 

Voglia di declutterare, creare nuovi e fantastici abbinamenti in pochi minuti e dare una sferzata al  guardaroba in vista della primavera?

The Chic Factor, il nuovo libro bestseller su Amazon nato da questo blog, spiega come fare ordine una volta per tutte nei vostri armadi, vestirsi bene spendendo poco e avere un guardaroba da favola!

 

Come vestirsi bene spendendo poco. Il nuovo e bellissimo libro di stile, decluttering e gestione del guardaroba.

Lo trovate qui.

 

 

 

Registratevi qui per ricevere la newsletter ed essere sempre aggiornate sulle novità. Avrete accesso a un’intera library di guide gratuite come questa!

     

 

Basta inserire il nome di battesimo e l’e-mail e avrete subito accesso a questa e ad altre 4 guide utili! 

E, se vi va, venite a chiacchierare con noi sulla pagina Facebook di No Time For Style, iscrivetevi al salottino di chiacchiere modaiole del blog o seguite le bacheche Pinterest sempre aggiornate, il profilo Instagram o direttamente i nuovi post del blog su Bloglovin!

 

 

Back to Top
shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: