Varie ed eventuali (edizione weekend)

 

Questa è stata una settimana mista, per me: è andata bene fino a mercoledì, poi sono crollata inesorabilmente, vittima della prima influenza di stagione o, quanto meno, di un potentissimo raffreddore con tosse stile tre pacchetti di sigarette al giorno.

Fortunatamente il mio lavoro mi consente, se necessario, di lavorare da casa, così ho indossato il mio comodo pigiamino e sono rimasta a casa un paio di giorni a curarmi.




Ho cercato però di reagire e di uscirne relativamente in fretta (ho sempre avuto l’impressione che il raffreddore, anche nella sua forma più pesante, sia una di quelle malattie che si espande quanto più tempo e autoindulgenza hai a disposizione, per cui a volte prenderlo di petto può essere la soluzione migliore).

Il giorno 2 mi sono pertanto concessa una lunghissima doccia, affidandomi ai vapori benefici dell’acqua calda, e mi sono ristrutturata un po’.

Uno degli aspetti più devastanti del raffreddore, almeno per me, è che il continuo soffiarsi il naso e l’uso di farmaci palliativi che almeno mi fanno dormire un po’ la notte tendono a seccarmi molto la pelle del viso, specie attorno al naso e sulle labbra, creando tra l’altro un terreno fertile alla formazione di fastidiose “febbri” (un problema abbastanza comune, da quello che sento).

Per prevenire tutto questo, qualche anno fa ho scoperto una cremina magica di Avène, Crème nutritive compensatrice riche:

migliore crema nutriente ed emolliente

 

Questa crema nutre a fondo la pelle attenuando il rossore e il bruciore, ma al tempo stesso viene assorbita bene dalla pelle, consentendo l’applicazione di un po’ di trucco (anche perché non voglio spaventare la gente con il mio pallore, Halloween è finito da un pezzo).

In questi due giorni ho alternato qualche ora di lavoro a momenti comatosi a letto a lunghe ore di insonnia notturna dovuta alla tosse. Il lato positivo è che sono riuscita a leggere un po’ e anche a vedere qualche film!

 

FILM

Sono stata al cinema a vedere “First Man“, film dedicato alla vita dell’astronauta Neil Armstrong. Gradevole ma un po’ lento, soprattutto nel primo tempo.

A casa, in preda ai fumi dell’influenza, ho visto invece in streaming “I Feel Pretty” / “Come ti divento bella! , commedia USA del genere cinico-surreale che sembra andare per la maggiore negli ultimi anni. Il film è sicuramente divertente e fa anche un po’ riflettere su come, in fondo, la nostra vita sia fortemente influenzata dal modo in cui ci vediamo e ci consideriamo, più che da come siamo realmente. Una capacità, quella di sopravvalutarsi e di agire di conseguenza, che ho sempre un po’ invidiato a chi la possiede, essendone totalmente priva.




 

LIBRI

Nelle ultime lunghe notti insonni e tossicchianti ho finito finalmente “Dura la vita!” della scrittrice Allison Pearson (forse ricorderete il primo libro e il relativo film, “Ma come fa a far tutto?”), che racconta la storia di una cinquantenne perennemente sull’orlo di una crisi di nervi, sempre divisa tra lavoro, figli adolescenti, genitori anziani e marito fedifrago. Carino, anche se un po’ lungo.

Mi sono inoltre portata avanti nella lettura di “Riconquista il tuo tempo“, libro ricco di consigli per chi è sempre un po’ di fretta, stressato e distratto.

Infine, anche se non l’ho letto, ho potuto finalmente stringere tra le mani l’edizione cartacea del mio libro!

Libro di stile e decluttering

 

BLOG

Vorrei segnalarvi prima di tutto la nascita di un blog davvero importante per le tematiche che affronterà, L’Opzione Verde.

Scritto dalla mia amica Alessandra, economista e ricercatrice universitaria con più di dieci anni di esperienza nel campo dei mercati dell’energia, della sostenibilità ambientale e del cambiamento climatico, il blog offre spunti e informazioni importanti e interessanti su temi su cui è importante riflettere. Vale la pena seguirlo.

Tornando ad argomenti molto più frivoli ma (spero) utili, vi segnalo questo post su 10 modi per indossare il dolcevita.

Stanche e depresse per l’arrivo dell’autunno? Vi segnalo questo post, ricco di consigli naturali e facili da mettere in pratica per sconfiggere la malinconia.

Infine ho dato un’occhiata alle statistiche del mio blog, per vedere quali siano stati – a parte quelli ovviamente pubblicati in questi giorni – i post più letti del mio blog. È tornato alla ribalta Style over 40: cinque icone di stile e alcune idee da rubare e quest’altro post, più recente: Classici ma non troppo: la maglia di cashmere e sette modi per abbinarla.

 

SHOPPING

Dopo settimane di calma piatta sul fronte dello shopping, questa settimana ho ricevuto ben due acquisti, entrambi assolutamente azzeccati. Niente resi da fare, per una volta!

Il primo è questo abitino di ASOS davvero carino, disponibile tra l’altro anche in versione Curve e Maternity.

Su di me ha una lunghezza sopra il ginocchio, ma non cortissima, perfetta per tutti i giorni e anche per l’ufficio. L’abitino è abbastanza leggero, ma consente assolutamente di indossare sotto un body o una sottoveste più caldi, anzi, è perfetto per un layering di questo tipo.

Assegno a questo abitino un bel 10: è donante, facile da abbinare e non richiede particolari riflessioni.

 

vestito incrociato

 

L’altro acquisto riguarda questi stivali neri overknees di Bruno Premi che – finalmente! – hanno risolto il problema degli overknees che scendono inesorabilmente verso il basso, sicuramente comune a chi, come me, ha le gambe snelle (ma mi dicono che capita comunque, con molti modelli).

 

 

Ho speso un po’ ma ho preferito investire in uno stivale di qualità e destinato a durare qualche stagione, piuttosto che in un modello più economico, deludente e usa-e-getta . La combinazione pelle scamosciata/tessuto tecnico infatti garantisce non solo una vestibilità effetto guanto, ma fa anche sì che questi stivali stiano al loro posto! Sono molto soddisfatta dell’acquisto.

stivali neri cuissardes

 

YOUTUBE

 

Concludo come sempre con qualche video di Youtube che mi sono piaciuti.

In vena di decluttering? Questa Vlogger minimalista spiega di quali cose si disferà quest’anno

Siete di fretta? La Vlogger di Use Less, uno dei miei canali Youtube preferiti di sempre, spiega come essere chic in 15 minuti. Efficienza scandinava a prova di stress!

 

E se volete essere comodamente aggiornate sulle novità e i nuovi post di No Time For Style, iscrivetevi alla newsletter settimanale!

Basta inserire il nome di battesimo e l’e-mail e riceverete una mail settimanale, il martedì, sulle ultime novità. I vostri dati naturalmente rimarranno assolutamente anonimi e sicuri.

E, se vi va, venite a chiacchierare con noi sulla pagina Facebook di No Time For Style, iscrivetevi al salottino di chiacchiere modaiole del blog o seguite le bacheche Pinterest sempre aggiornate, il profilo Instagram o direttamente i nuovi post del blog su Bloglovin!




Back to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: