Le migliori cose da fare in una domenica di relax

Questo post mi nasce direttamente dal cuore: oggi infatti una di “quelle” domeniche. Una di quelle poche, rare e perciò preziose domeniche in cui, finalmente, ho del TEMPO.

Il tempo è, da sempre, la mia risorsa scarsa. Proprio per questo, una giornata a casa, senza programmi particolari, per me è sempre un dono prezioso.

Ma come gustarla al meglio? Quali sono le cose migliori da fare per godere pienamente delle preziose ore di libertà?

Per me, sono indubbiamente queste!

1 – FATE UN PO’ DI ATTIVITÀ FISICA

Photo by picjumbo.com from Pexels

La metto al primo posto non perché io sia una fanatica della palestra, ma perché, quando ci riesco, è la prima cosa che faccio al mattino.

Stamattina per esempio ho fatto mezz’ora di pesi, seguiti da cinque minuti di stretching.

Mi alleno tranquillamente a casa e ogni tanto vario un po’ le mie mezz’orette di allenamento con qualche “modulo” che aggiungo nel tempo.

Attualmente suo questo modulo per gambe e glutei (in aggiunta a un paio di esercizi alle macchine) che trovo ottimo: non troppo faticoso da fare da deterrente, ma decisamente allenante (ormai è qualche mese che lo faccio almeno una volta alla settimana).

Concludo ogni allenamento con cinque minuti di stretching con questo video, che contiene anche qualche esercizio per l’equilibrio, un’altra di quelle abilità che dai 40 in poi andrebbero regolarmente allenate!

Per me, allenarsi a casa è un’idea geniale per chi ha poco tempo e un pochino di spazio. Trovo che abbassi drasticamente le barriere dovute a pigrizia e mancanza di tempo rispetto alla palestra (niente tempo e fatica per prepararsi, mettersi in tiro ecc.).

Una risorsa fantastica per procurarsi tutto l’occorrente per l’allenamento a casa è senz’altro Amazon, che offre una scelta infinita di attrezzi e libri sull’argomento. Il tutto viene recapitato comodamente a casa, senza fatiche inutili per procurarsele all’esterno e spesso a prezzi imbattibili, con una scelta infinita.

Set di pesi Proiron  

Quando ci si allena da soli, naturalmente, è importantissima la corretta esecuzione degli esercizi.

Io ho fatto palestra per anni da ragazza, poi ho sempre fatto da sola, integrando con qualche lezione con un personal trainer ogni tanto, quando mi capitava l’occasione (soggiorni SPA, crociere ecc.) di avere a disposizione qualcuno di competente.

A casa, ho trovato utilissimo questo manuale dell’allenatore delle star Matt Roberts, che ho da anni: oltre a fornire informazioni generali sull’allenamento molto importanti, infatti, spiega bene la tecnica per eseguire i singoli esercizi. Quasi tutti gli esercizi sono presentati nella variante con le macchine oppure a corpo libero o con piccoli pesi come quelli di Proiron qui sopra.

Una sorta di “bibbia” del fitness da tenere dove ci si allena e da consultare spesso.

I vantaggi di allenarsi al mattino:

a) allenarsi quando l’energia è al top, quindi con meno fatica

b) togliersi il pensiero 😉

c) se fatto a digiuno, di potenziare l’effetto bruciagrassi

d) ottimizzare tutta una serie di altre attività (tipo lavarsi i capelli, fare scrub ecc. nell’inevitabile doccia post-allenamento)

e) produrre endorfine, per un’ulteriore dose di ottimismo ed energia per tutta la giornata e oltre!

2 – CONCEDETEVI UNA SONTUOSA COLAZIONE

Per una volta, fate quello che in settimana difficilmente riuscite a fare: apparecchiate con cura, preparate una colazione sana e sfiziosa e gustatela con calma!

La mia colazione di stamattina a dire il vero non è stata proprio sontuosa come avrei voluto (i miei figli si sono dimenticati di comprarmi gli yogurt bio al cioccolato fondente che mangio sempre), ma è stata comunque buona e nutriente:

  • bicchierone di acqua leggermente tiepida con mezzo limone spremuto
  • due fette di pane integrale di kamut e altri cereali, farcite con hummus (che a casa mia non manca mai, è una droga che mangio con crostini, ma anche con un pinzimonio di verdure. A proposito: Questa ricetta del hummus è ottima!)
  • caffè nel mio bellissimo mug riciclabile 🙂 (regalino per l’ultimo anniversario <3 )
  • alcune mandorle.

La parola d’ordine, in ogni caso, è viziarsi da sole!!

3 – OLTRE AL CORPO, CURATE UN PO’ ANCHE L’ANIMA

Photo by Nathan Cowley from Pexels

Esulando da qualsiasi discorso religioso (un argomento davvero personale e che esula completamente da questo blog), quello che intendo è:

dedicate un pochino di tempo a fare cose che fanno bene all’anima – qualsiasi cosa, purché abbia questo effetto, va bene. A voi la scelta!

A me piace ad esempio guardare qualche video che mi ispira, aggiornare il mio diario della gratitudine, leggere qualche pagina di un articolo dedicato alla pratica del pensiero positivo o al minimalismo. A me, per esempio, piace sempre leggere questo blog.

Altre ottime alternative sono la meditazione (bastano 5 minuti, ci sono ottime app gratuite scaricabili .

Perché durante la settimana, almeno per chi ha una vita piena, è davvero difficile fermarsi a riflettere, a volte.

4 – GIOCATE A “GIRA LA MODA”

Provando uno degli ultimi nuovi acquisti, il cappottino bouclé di Zara…

Non so se capita anche a voi, dopo un periodo di nuovi acquisti, di limitarvi ad accantonare le cose comprate in attesa di indossarle, senza davvero prendervi il tempo di provarle, di studiare qualche abbinamento, di divertirvi con il vostro guardaroba, insomma.

Abitino ASOS

A me capita spessissimo, per cui quando riesco mi diverto a provare le “new entry” e a studiare qualche possibile abbinamento, in modo da poterle poi sfruttare al meglio quando sarà il momento!

Abitino di Liu Jo: entrambi gli abiti sono da indossare in autunno, con le calze, ma ho voluto provarli lo stesso

Spesso la domenica è anche un ottimo momento per un mini decluttering, magari dedicato a una singola categoria di capi o accessori.

Lo stesso vale per i cosmetici: avete comprato quell’eyeliner che promette di rivoluzionare il vostro trucco occhi, ma è ancora incartato?

Una domenica “pigra” è perfetta per sperimentarlo davanti allo specchio, per poi sfoggiarlo in grande stile il lunedì!

5 – CUCINATE, MAGARI IN FAMIGLIA

Ramen gamberetti e uova, una delle portate di una cena asiatica recentemente preparata da mio figlio Luca

Provare una nuova ricetta, buona e magari anche sana, è un’altra di quelle cose difficili da mettere in pratica se torni a casa dall’ufficio con l’affanno e devi anche pensare alla cena.

La domenica, invece, può essere il giorno perfetto per farlo!

A me diverte provare qualcosa di nuovo, non troppo complicato e che mi consenta magari di utilizzare una serie di ingredienti che ho già in dispensa o in frigo.

Photo by Angele J from Pexels

Stasera, per esempio, volevamo provare a fare questo Riso venere con straccetti di salmone agli agrumi che fa davvero venire l’acquolina in bocca!

Ho trovato questa ricetta sul blog di cucina di Marco Bianchi, segnalatomi da un’amica e, siccome contiene molte ricette adatte al mio tipo di alimentazione e prive di alimenti che non dovrei mangiare a causa delle mie intolleranze alimentari, l’ho subito consultato. È bellissimo!

Sull’onda dell’entusiasmo (e dei consigli di un’amica), ho cercato anche i suoi libri, che pare siano molto ben fatti e ricchi di ispirazioni, e penso di prenderne almeno uno!

La mia cucina delle emozioni, Marco Bianchi

Io mi muovo. Esercizi e ricette per mantenersi in forma, Marco Bianchi

 

E se volete essere aggiornate su tutte le novità di questo blog, vi invito a iscrivervi alla newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti (qui sotto o a fianco, basta inserire nome di battesimo ed e-mail) e a seguire la mia pagina Facebook e le mie bacheche Pinterest , il mio profilo Instagram o direttamente i nuovi post del blog su Bloglovin!

Vi aspetto anche sul neonato gruppo Facebook “Chiacchiere di Moda” legato a questo blog, per chiacchierare un po’, scambiarsi idee e spunti e tanto altro!

 

 

 

 

 

 

 

 

Preferiti di settembre: luoghi, esperienze e prodotti che mi sono piaciuti questo mese

È tempo per un bel post dedicato ai preferiti di settembre!

Mi piace sempre scriverli perché amo condividere le cose, i luoghi e le esperienze che mi sono piaciuti, specialmente se penso che possano essere utili anche a voi!

Settembre è un mese di nuovi inizi, ma quest’anno mi piace indulgere ancora un po’ nel clima estivo, sognando e progettando, ma senza troppa fretta di proiettarmi verso l’autunno.

E, intanto, mi piace guardarmi in giro, assaporare esperienze, prendermi qualche minuto di tempo per riflettere su quello che mi è piaciuto e mi ha incuriosito in questi ultimi tempi.

1 – VIDEO DEL MESE

Cominciamo con un video della bravissima Justine Lecomte su come dare un po’ di pepe ai look: How to take your outfit from classic to edgy ǀ Wardrobe Basics ǀ Fall Fashion ǀ Justine Leconte

Un video dedicato a come annodare un foulard, interessantissimo perché quest’anno i foulard e le sciarpe di seta avranno un grande ritorno! My Top 10 Ways to Tie a Scarf

Questo video aiuta a tradurre i trend dell’autunno in outfit più portabili: Most Wearable Fall Fashion 2018 Trends | How to Style

Con qualche eccezione 😉 , questa simpatica e bella youtuber segnala alcuni prodotti davvero geniali! 10 Best TOP-RATED Amazon Products YOU NEED!

Un video della bravissima Cocobeautea, una delle youtuber di moda minimal secondo me più stilose in assoluto. LOOKBOOK | Styling Shirts . Seguitela perché merita!

2 – LIBRI DEL MESE

Saltando brutalmente la versione lunga del libro, ho scaricato questo libro:

Il segreto in pratica: 50 esercizi per iniziare subito a usare il Segreto in ogni ambito della tua vita. Non sono una persona molto “metafisica”, ma un po’ di potere del pensiero positivo fa bene a tutti (e, nel mio piccolo, trovo sia anche efficace!)

Il bene delle donne. Che cosa mangiare, quali controlli fare, come prendersi cura del corpo e della mente.

Comprato su consiglio di un’amica, ho trovato questo libro dedicato alla salute, al benessere e alla bellezza della donna over 40 assolutamente ben scritto e “state of the art”. Lo consiglio a chiunque, sono cose da sapere.

3 – PRODOTTI DEL MESE

Ho comprato queste GENIALI forbici per insalata dopo averle viste all’opera in un video su Youtube e le trovo fantastiche! A parte le lame di ottima qualità, che tagliano veramente, ora posso buttare in zuppiera le verdure a foglia intera o grossolanamente tagliate e poi, con 30 secondi di zac-zac, trasformare il tutto in una bellissima insalata dal finish stile ristorante gourmet!
Insomma, pratiche e anche stilose!

 

4 – COSMETICI DEL MESE

L’ultima settimana di agosto sono stata in vacanza in Grecia e, come ogni anno, ho fatto incetta di prodotti Korres, marchio greco di cosmetici naturali dall’eccellente rapporto qualità prezzo e dal profumo fantastico!

Qualche scoperta di quest’anno:

GEL DOCCIA ALLA ROSA GIAPPONESE DI KORRES (250 ML)

 

KORRES VETIVER ROOT, GREEN TEA AND CEDARWOOD SHOWER GEL 

Regalino agli uomini di casa… molto gradito!

 

La favolosità di questo prodotto è autoesplicativa: basta leggere il nome! Di-vi-na.

5 – LUOGO DEL MESE

Ho trascorso la settimana a cavallo tra agosto e settembre a Rodi. Era la terza volta che tornavamo su questa bellissima isola greca (racconto di viaggio a seguire, appena ho un po’ di tempo).

Per me, la zona di Lindos in particolare ha qualcosa di magico: sarà la luce particolare della Grecia insulare, il mare favoloso, la tranquilla cordialità della gente, i profumi mediterranei, ma è proprio un luogo dell’anima dove riesco sempre a ritrovare me stessa e a rilassarmi.

Quest’anno, oltretutto, abbiamo barattato gli spazi ristretti e gli orari limitanti dell’hotel per una comoda villa con piscina:

Villa Alya a Pefkos/Lindos, con curatissima piscina privata solo per noi

  La spiaggia di Pefkos vista dall’alto

Villa Alya, Pefkos, vicino alla nostra spiaggia preferita a Rodi (ampia, di sabbia fine e con un paio di taverne davvero belle alle spalle).

Villa Alya si è rivelata un piacevolissimo e curatissimo buen retiro e non posso che consigliarla!

6 – ACQUISTI DEL MESE

Questi due abitini su Asos.

Abitino Morgan con inserti in mesh

 

 

Abitino Pretty Little Thing a stampa leopardata

7 – LUOGO DELL’ANIMA

Le terrazze di Lindos, a Rodi, al crepuscolo.

Rientro dalle vacanze: cinque cose da fare per viverlo al meglio

Sono tornata ieri da una settimana di relax in Grecia e devo dire che non è mai facile: per quanto ami la mia vita e il mio lavoro, il rientro dalle vacanze e la ripresa dei soliti ritmi frenetici non sono mai una passeggiata.

Per questo ho pensato di dedicare un post a qualche piccolo suggerimento e trucco pratico che utilizzo per addolcirmi un po’ il momento del rientro dalle vacanze e renderlo il più soft possibile.

1 – PRENDETEVI CURA DI VOI STESSE

Non so com’è per voi, ma io – anche dopo vacanze trascorse sentendomi carina e in forma – quando effettivamente rientro, magari dopo alcune ore di volo, non sempre allo specchio mi vedo fresca come una rosa!

Da un lato, sicuramente la vacanza fa bene a tutte, l’abbronzatura regala una patina dorata e magari abbiamo anche perso un paio di chili molesti e appiccicosi. Dall’altro, facilmente avremo i capelli un po’ secchi e la pelle che, seppure ben protetta, ha risentito un po’ del sole o anche soltanto di una beauty routine più spartana del solito.

Come rimediare?

Per esperienza, di solito l’ingrediente magico è l’idratazione, letteralmente dalla testa ai piedi, aprtendo da un bell’impacco ai capelli. Trovo portentose questa di bed head per capelli colorati  e questa dalle incredibili virtù restitutive, soprattutto dopo il mare; non per niente è un grande classico dei classici. Costa un po’ ma ne basta pochissima e dura un sacco! E fa miracoli.

Per il viso, mentre mi concedo un sonnellino post rientro uso una bella maschera in fogli: basta appoggiarla sul viso e lasciarla in posa 15-20 minuti. Di solito, se contengono acido ialuronico e vitamina C ed E dopo una vacanza fanno miracoli! Io uso questa che trovo ottima, ma su Asos e Lookfantastic ne trovate tante a ottimi prezzi.

 2 – UN PO’ DI ORGANIZZAZIONE AIUTA

Confesso di non essere la persona meglio organizzata al mondo, ma nonostante i miei limiti (secondo mio marito, piuttosto evidenti in questo campo…) sono una persona piuttosto produttiva.

Il momento del rientro coincide generalmente con una sensazione di grande caos dovuto alla moltitudine di cose da fare, preferibilmente in simultanea: disfare i bagagli, lavare e/o sistemare tutto; riprendere le solite attività di routine tipo riempire il frigo, fare da mangiare ecc. e, dulcis in fundo, riprendere a lavorare.

Per evitare di sclerare tutte le volte, ho imparato qualche semplice trucco:

  • delegare, delegare, delegare: anche il più giovane o (nel mio caso) il più pigro  dei vostri famigliari può essere coinvolto e addossarsi almeno una piccola parte del caos!
  • uso sempre questo trucchetto, appreso dal bestseller Detto, fatto! L’arte di fare bene le cose (che consiglio perché è uno di quei libri che cambia la vita in meglio, secondo me): tutto quello che può essere fatto in 5 minuti (il libro parlava di 2, ma è stato scritto da un uomo, quindi ha i suoi limiti…) , fatelo SUBITO.  Neanche con 11 ore di jet lag in corpo, infatti, lavorare per 5 minuti o meno è un’impresa insormontabile. E sbrigare subito cose come caricare e far partire una lavatrice, aprire la corrispondenza importante, riporre almeno una parte degli oggetti (cosmetici, scarpe e bigiotteria, ad esempio)  vi regalerà un grandissimo senso di sollievo, il giorno dopo.

  • Anche se, come me, non lo fate mai, sforzatevi di preparare tutto per la mattina dopo: outfit, cose da portare in ufficio ecc. Non dover pensare troppo e apparire curate e in forma il primo giorno aiuterà a superare la depressione da dopo vacanza!
  • Praticate il time boxing: è più forte di noi, quando torniamo a casa stanchi e mogi perché le vacanze sono finite, molti lavori lunghi e noiosi ci appaiono come ostacoli insormontabili. Ci sono passata proprio ieri sera, con due trolley e una valigia da stiva depositati in camera mia da svuotare (ovviamente con 3/4 di cose non mie).

A parte l’aver coinvolto gli altri famigliari (vedi sotto delegare, se necessario usando la violenza), ho deciso che, se anche non potevo svuotare tutti i bagagli in una volta perché sarei morta (sul serio), potevo però farlo 5 minuti alla volta: ed è incredibile quanto si riesce a  riporre/sistemare/mettere a lavare in 5 minuti, se la prospettiva è smettere esattamente allo scadere dei 5 minuti! Ne ho parlato anche in questo post.

   3 – RIPARTITE SUBITO PER UN’ALTRA VACANZA!

In effetti questa è un’ottima soluzione! Ha solo un piccolissimo difetto: è quasi sempre impraticabile. Quello che si può fare però è crearsi dei momenti di evasione e di svago che somiglino un po’ a una vacanza, seppur breve: un aperitivo al lago con le amiche, una cena all’aperto in un’atmosfera romantica (come quella delle terrazze dei ristoranti di Mykonos… o quasi!), un film che ci faccia sentire ancora un po’ in vacanza. O, perché no, pianificare a breve un weekend fuori porta: sono tutte cose che ci aiuteranno a evadere e a crogiolarci ancora un po’ nell’atmosfera vacanziera e nelle relative sensazioni di relax e benessere.

Insomma, tutto ciò che può servire a mantenerci ancora nel mood vacanziero è utile alla causa.

4 – PORTATE UN PO’ DI VACANZA NELLA VOSTRA QUOTIDIANITÀ

Anche questa è una cosa che faccio sempre: cerco di integrare alcune cose che mi ricordano le ultime, bellissime vacanze nella mia vita di tutti i giorni.

Ad esempio, amando tanto le isole greche, da qualche anno ormai uso per quasi tutto l’anno i gel doccia e gli idratanti per il corpo di Korres, marchio greco di cosmesi naturale. Si tratta di prodotti straordinari per originalità (profumazioni paradisiache!), qualità, potere idratante e soprattutto profumi che creano dipendenza, sono una vera e propria droga!

Da quando li ho scoperti non li lascio più, l’ultimo acquisto è stato questo :

KORRES SANTORINI VINE BODY MILK (200ML)

  

 

Con un nome così, come si fa a resistere?!

Un’altra profumazione buonissima è bergamotto e pera, di cui ho preso anche il bagnoschiuma.

Molto buone anche le maschere viso, io ho preso questa.

L’altro sistema a cui ricorro per portare un po’ di atmosfera delle ultime vacanze nella mia quotidianità passa per lo stomaco: così ho fatto scorte di tzatziki , che mangio a colazione con un po’ di pane integrale di farro. Inoltre, ho acquistato del limoncello al bergamotto prodotto dalle suore di un piccolo monastero dell’entroterra di Rodi, da offrire agli ospiti dopo cena.

5 – UN PO’ DI GRATITUDINE

Credo molto nel potere della gratitudine e questo non solo dopo le vacanze, ovviamente. Penso davvero che meditare qualche minuto al giorno sulle tante fortune che abbiamo nella nostra vita, a dispetto dei problemi, dei dolori e degli inconvenienti con cui tutti dobbiamo fare i conti, abbia davvero un grande potere nel farci vivere meglio e nel disporci più favorevolmente verso noi stessi, la nostra vita e anche verso gli altri.

Al rientro mi piace pensare un po’ a tutte le cose belle che ritrovo, insieme alla vita di tutti i giorni. Perché oltre alle inevitabili seccature e alla routine ci sono davvero infinite fortune, esperienze e cose belle che rendono la nostra vita speciale e degna di essere vissuta con gratitudine e gioia.

Se volete essere aggiornate su tutte le novità di questo blog, vi invito a seguire la mia pagina Facebook e le mie bacheche Pinterest , il mio profilo Instagram o direttamente i nuovi post del blog su Bloglovin! Vi aspetto e, a chi come me ha finito le vacanze per un po’, auguro una splendida ripresa!

Ricette estive: insalata di fagioli in 5 minuti

Per la serie “One Minute Chef” (che nella mia fantasia avrebbe dovuto diventare una sezione copiosa e ricca di proposte gustose e salutari, ma si è bloccata ahimé sul nascere), ho pensato di proporvi una delle mie ricette estive salvavita: costituisce infatti un piatto completo, non viola nessuna delle intolleranze alimentari che mi sono state riscontrate dal medico e dal nutrizionista (e che mi accomunano probabilmente al 90% delle donne della mia età: frumento, latticini di mucca and so on) e – vantaggio non da poco – viene mangiato e apprezzato anche dal resto della famiglia, figli noiosi inclusi.

Inoltre, in questi giorni di afa ferragostiana, offre l’indubbio vantaggio di essere pronta in 5 minuti senza dover accendere un solo fornello!

L’ho fatta ieri per la milionesima volta, perché essendo appunto molto popolare in casa nostra mi viene richiesta spesso, e ho pensato di condividerne la ricetta-lampo:

Ingredienti per 4 persone:

400 g di fagioli (io uso i borlotti), in scatola (in tal caso raddoppiare le dosi) e risciacquati per liberarli dal sale o ammorbiditi il giorno precedente e lessati per circa un’ora e lasciati raffreddare)

300 g di pomodorini

1 cipolla rossa di Tropea, tagliata sottile

80 g di feta, sbriciolata

1 vasetto medio-grande di tonno al naturale o sott’olio

Alcune olive nere

Una grossa manciata di rucola selvatica o di basilico lavati

Olio, aceto di mele, sale e pepe macinato fresco (facoltativo)

Preparare per prima cosa il condimento sul fondo di una zuppiera. Io uso circa 2 cucchiai d’olio d’oliva, 1 cucchiaio di aceto di mele, sale e pepe ed emulsiono il tutto.

Aggiungere i fagioli, le olive snocciolate, la feta sbriciolata con una forchetta e il tonno ben sgocciolato. Lavate i pomodorini, la rucola (io per qualsiasi verdura a foglia uso questa geniale centrifuga presa su Amazon (qui in Svizzera costa il triplo) che velocizza tutto.

Tagliate la cipolla rossa con la mandolina (ieri avevo fretta ma di solito uso questa).

Mescolare e condire circa 10 minuti prima del pasto.

Buon appetito!

E per una raccolta sempre aggiornata di ricette light, dall’antipasto al dolce, seguite anche la mia bacheca Pinterest dedicata al wellness, dove raccolgo tra l’altro nuove idee e ricette sane e deliziose!

 

 

 

Look del giorno: shorts bianchi e blusa over

Qualche domenica fa, complice la giornata di sole e ozio assoluto, ho optato per un look decisamente “sciallo”, come direbbero i miei figli, indossando un paio di shorts, capo di abbigliamento che a dire il vero non amo moltissimo e tendo a indossare poco.

Il cielo azzurro, il caldo mitigato da un bel venticello fresco e la terrazza nel pieno della sua fioritura invitavano decisamente a un pranzo easy in terrazza!

Come colori ho scelto il bianco e il blu, che per me rappresentano i colori dell’estate per eccellenza, anche se non vivo al mare, ma vicino al lago.

Il tocco di rosso, che spesso amo abbinare a questi due colori, stavolta viene dal pomodoro della caprese. 😉

 

Un pomeriggio di inizio estate in terrazza

Elogio della pigrizia: quando le temperature si alzano, via libera ai pranzi veloci, leggeri e soprattutto freschi, da preparare senza l’ausilio di forni & fornelli!

Cosa indossavo:

Scarpe All Star, qui

Shorts bianchi, Yoox, old, simili qui, qui e qui

Blusa over in cotone indiano a stampe bianche e blu, simli quiqui e qui

Orecchini, Kenneth J Lane, simili qui

Cintura, Yoox

Vista sul lago dalla terrazza…

 

Se questo post vi è piaciuto, seguite le mie bacheche sempre aggiornate su Pinterest oppure iscrivetevi alla mailing list per essere sempre informate:

Link del weekend: moda estate, lifestyle, voglie e curiosità del momento

Buongiorno e buona domenica!

Oggi solo una breve comunicazione di servizio, mentre preparo il pranzo domenicale, mi gusto le mie sei mandorle di spuntino annaffiate da un calice di prosecco e gli altri famigliari sono impegnati in altre attività…

Stamattina mentre poltrivo a letto bevendo il primo caffè della giornata (Caramelito di Nespresso) ho trovato qualche link interessante e ho pensato di linkarlo così, alla veloce…

Ricette per l’estate: oggi ho pensato di accompagnare dei semplici spiedini di carne, fatti preparare dal macellaio e quindi a “zero sb@ttimento” per me 😉 , con questa insalata di farro:

Per fortuna avevo tutti gli ingredienti in casa! In generale, sto riscoprendo Pinterest (questo è il mio nuovo profilo, se volete seguimi <3 ) un po’ per tutto, sia per raccogliere le idee che per trovare spunti – anche in cucina!

Questo filmatino youtube per evitare grossolani errori di shopping, specialmente quando se ne ha tanta voglia! La tipa finlandese è un po’ matta ma molto simpatica.

E visto che siamo in tema, anche questo divertente video con altri consigli (oltre a quelli di alcuni miei post) per fare le valigie.

(Questo della foto mi piace davvero tanto!!)

In questi giorni sto sfoggiando vari top monospalla (negli ultimi anni ho sviluppato una piiiiccola mania al riguardo 😉 e ne ho qualcuno) e in molte mi hanno chiesto chi sono i miei pusher preferiti, così vi linko qui la relativa sezione Asos (incredibile, avrei già voglia di prenderne un’altro, si può?!)

Vi aspetto domani per un post tutto dedicato alla moda dell’estate 2018, le stampe floreali, e a come abbinarle!

Se i contenuti di Notimeforstyle vi piacciono, vi invito anche a iscrivervi alla mia pagina Facebook (potete farlo qui nella colonna di destra del blog), dove spesso si commenta e si chiacchiera dei vari argomenti. Vi aspetto!

 

E voi cosa farete di bello in questa bella domenica di sole? <3

Buona giornata e a presto!

xxx

Preferiti di maggio

Per chiudere in bellezza il mese di maggio ho pensato di scrivere ancora un post sui preferiti. Trovo sempre importante passare in rassegna i giorni appena trascorsi, per aumentare la consapevolezza e anche la gratitudine per ciò che abbiamo – non solo per quanto riguarda le persone e le fortune più importanti, ma anche e soprattutto le piccole cose, quelle che più facilmente si tendono a dimenticare.

Maggio è stato un mese abbastanza epicureo a dire il vero, ho comprato (e reso, soprattutto) un po’ più del previsto facendomi prendere anche un po’ per la “gola”, per cui a giugno vorrei gradualmente rilassarmi anche sul fronte shopping, centellinando al massimo gli acquisti e sintonizzandomi piuttosto sul well-being estivo che tipicamente non ha bisogno di troppi oggetti materiali per regalare serenità e felicità.

LIBRO DEL MESE

Vorrei tornare a leggere ai ritmi del passato, ma devo ammettere che mi riesce molto difficile, tolti i periodi di vacanza. Un po’ è la continua distrazione dovuta a Internet, un po’ la stanchezza (dopo 10 minuti di lettura di solito schianto), un po’ la mancanza di calma e silenzio. Comunque ho finito questo romanzo leggero ma ben scritto, di cui avevo già parlato, e l’ho trovato molto divertente (raro trovarne di ben scritti e non stupidi nella categoria “chick lit”, ma questo merita).

Lettura leggera ma gradevolissima, Dura la vita!, di Allison Pearson, autrice del romanzo “Ma come fa a far tutto” da cui è stato tratto anche un film.

VIDEO DEL MESE

Ho ripreso a guardare qualche video di Melissa Alexandria, Youtuber che avevo seguito per un po’ ai suoi esordi e poi perso un po’ di vista.

Questo, dedicato a 5 buone abitudini per migliorare la propria vita, l’ho trovato carino.

Molo carino, sul fronte modaiolo, anche quest’altro video di Niki Sky, che mostra 66 modi per abbinare un paio di sneakers. Chissà, magari anch’io riuscirò a indossarle più spesso!

Segnalo infine questo video sul giudicare gli altri dell’autrice di bestseller in stile “The Secret” Gabrielle Bernstein; ogni tanto ne guardo uno, fa bene allo spirito e aiuta a raddrizzare il tiro, se necessario.

FILM DEL MESE

Questo mese stranamente non sono mai stata al cinema, cosa insolita per me visto che amo il grande schermo.

Ho guardato pochissima televisione, ma ogni tanto ho aperto Netflix (che peraltro rinnova i contenuti con inquietante lentezza, mi sembra di aver già visto tutto… consigli?)

Comunque ho (ri)guardato questa commedia che, pur leggera, trovo adorabile, proprio carinissima. La storia d’amore è molto tenera, ma in primo piano c’è sicuramente il rapporto tra due sorelle, il senso della famiglia e anche il confronto tra due culture (in questo caso, quella messicana e quella yankee nella Los Angeles di oggi).

Insomma, la classica commedia leggera e positiva senza essere stupida né volgare che rimette di buon umore!

P.S. Il titolo è ingannevole, il film non parla assolutamente di moda!

BLOGPOST DEL MESE

Mi è piaciuto questo post dedicato a 5 donne influenti del mondo della moda 

e quest’altro del blog di ricette “magre” Skinnytaste, una vera risorsa per ricette sane ma gustose. Alcune hanno un’impronta un po’ tanto americana, ma altre sono adatte anche ai nostri gusti.

LUOGO DEL MESE

OK, questa nomination è un pochino anticipatoria 😉 , visto che ancora ci devo andare, ma nomino la Versilia mio luogo del mese elettivo. Al momento sono in ufficio e fuori piove, ma mentalmente mi sto già immaginando in bicicletta, mentre pedalo in pineta, aspirando il profumo della vegetazione…

CIBO DEL MESE

Vorrei dire Fonzies, ma farò la brava e dirò invece Shake Tartar, tartarino di salmone crudo su letto di avocado con salsa di soia come la preparano nel mio ristorante di sushi preferito. Crea dipendenza!

COCCOLA DEL MESE

Dopo un break dovuto alla chiusura della day spa vicino al mio ufficio, ho ripreso a regalarmi un massaggio al mese dalla mia bravissima massaggiatrice Valentina.

Per chi come me trascorre lunghe ore al computer e soffre di occasionali emicranie da irrigidimento dei muscoli del collo e delle spalle, una vera panacea!

ACQUISTO DEL MESE

Ho sostituito il mio vecchio iPad mini con un iPad regolare con molta più memoria. Quello vecchio non mi consentiva neppure più di fare gli aggiornamenti!

È bello vedere tutto più grande e, soprattutto, poter gestire una mini raccolta dei miei film preferiti, ad esempio in caso di lunghi voli, vacanze ecc.!

ISPIRAZIONE STILISTICA DEL MESE

Una passeggiata a Milano in una giornata di tarda primavera: la gente che incontro per la strada resta la mia fonte di ispirazione preferita e Milano è una città vitale, piena di sobria eleganza come piace a me, ma anche di estro, fantasia e creatività. È sempre bello osservare la gente!

COSMETICO DEL MESE

La crema notte al retinolo Redermic-R di La Roche Posay. Avevo aspettative bassissime dopo vari tentativi di rimpiazzare la mia vecchia crema Eluage di Avène, scomparsa dal mercato qualche anno fa.

Invece si sta rivelando davvero ottima, persino più efficace.

VISTA DEL MESE

Questa vista di qualche giorno fa!!

E voi? Quali fatti, esperienze, persone e cose vi hanno ispirato a maggio?

 

Preferiti delle ultime settimane

(Foto: Voyage Privé)

È da un bel po’ di tempo che non dedico un post ai preferiti, così ho pensato di farlo adesso, senza aspettare la fine di maggio.

Per me è anche un modo per fare mente locale e apprezzare le molte cose – esperienze, servizi, ma anche oggetti materiali che mi facilitano la vita, mi fanno stare bene o semplicemente mi piacciono – che ho la fortuna di avere, evitando di cadere in una sorta di consumismo sfrenato in cui, fatto un acquisto, si pensa già a cos’altro volere o desiderare.

ACQUISTI PREFERITI

(Foto: Voyage Privé)

L’acquisto migliore che potessi fare questo mese non è una cosa ma un’esperienza (spesso le cose migliori non sono oggetti materiali, ma momenti di vita vissuta in effetti…) : una sera in cui eravamo particolarmente stanchi, io e mio marito abbiamo dato un’occhiata alle offerte sempre allettanti di Voyage Privé e abbiamo prenotato un weekend romantico a due, scegliendo tra le offerte sempre da sogno e a prezzi imbattibili offerte da questo sito.

Per chi non lo conoscesse ancora consiglio sicuramente di iscriversi perché è pazzesco, ogni volta che lo apro o ricevo una delle loro newsletter sarei pronta a partire, anche senza bagagli!

Sono davvero felicissima di aver acquistato questo paio di decolleté pitonate in pelle  su yoox, perché sono comodissime, tacco perfetto per camminarci tutta la giornata, qualità ottima (sono fatte in Italia da un’azienda artigianale e si vede/sente).

Per il mattino ho invece finalmente ricomprato la Ascorbyl Glucoside Solution di The Ordinary che per un po’ non avevo utilizzato (ruoto un po’ con i prodotti), mi mancava davvero come “risveglio” mattutino!

Visto che per ordine medico devo evitare il frumento a favore di cereali più adatti a me, ma non voglio assolutamente rinunciare al piacere di un buon piatto di pasta, ho fatto qualche ricerca e da Esselunga ho trovato questa pasta biologica al farro monococco che non è solo sanissima e ottima per chi presta un occhio di attenzione all’indice glicemico e al contenuto proteico dei cibi (la pasta di farro non è tutta uguale infatti, meglio privilegiare quella di farro monococco) che oltretutto è squisita! Essendo semi integrale, si presta un po’ a tutti i condimenti e non risulta mai “ruvida” al palato.

PRODOTTI PREFERITI

I prodotti Weleda che sto testando e che recensirò…

In questo mese di pollini, vento, sole primaverile e sbalzi di temperatura i miei occhi già sensibili per natura hanno beneficiato alla grandissima di questo collirio all’acido ialuronico di Weleda, Visiodron Malva , che si è rivelato un vero salvavita, al punto che ne tengo alcune fialette monodose anche in ufficio.

Alla sera sto utilizzando, prima della normale crema notte, Concentrato Ricompattante all’Enotera , sempre di Weleda, per contrastare la naturale fase di stanchezza della mia pelle in questi mesi primaverili. Dopo una settimana circa di utilizzo regolare, noto che la pelle “beve” letteralmente questo siero, rimanendo compatta e idratata, ma anche pronta ad assorbire la crema notte. Normalmente la applico con un lieve massaggio “picchiettato”, come mi avevano insegnato a fare anni fa al corner di Clairins, mi pare.

LIBRI PREFERITI

How to be an overnight success, libro autobiografico scritto dall’imprenditrice greca titolare della casa cosmetica Rodial. Molto carino e scorrevole.

Lettura leggera ma gradevolissima, Dura la vita!, di Allison Pearson, autrice del romanzo “Ma come fa a far tutto” da cui è stato tratto anche un film.

FILM PREFERITI

Su Netflix ho (ri)visto la commedia “Se solo fosse vero”, molto carina, romantica e divertente, per una serata spensierata.

VIDEO YOUTUBE PREFERITI

Questo video di Justine Lecomte su come trovare il rossetto ideale per i nostri “colori”

Video di una stylist ricco di consigli su come uscire dalla monotonia in termini di outfit e stile

Video di Mimi Ikon e personal trainer con un mini allenamento per gli addominali, per chi desidera variare un po’ i propri allenamenti

BLOG POST PREFERITI

Quest post del blog CoseEssenziali, dedicato ai costumi da bagno essenziali: personalmente adoro quello color crema di Oysho e penso che lo prenderò!

Questo podcast + blogpost del blog The Simply Luxurious Life, che non leggevo da un po’. Solitamente detesto sia le liste dei “10 capi immancabili che se non li hai in guardaroba sei una poveraccia sciattona” che i post che osannano lo stile francese über alles , ma questo l’ho trovato carino.

 

Il mio regime alimentare: aggiornamento e conclusioni

(Foto: Pinterest)

Nelle ultime settimane non ho più pubblicato regolari aggiornamenti semplicemente perché le semplici regole che dovrei seguire sono diventate una sorta di normalità e, come tutte accade con tutte le normalità, sono entrata in una fase in cui le eccezioni, gli sgarri e le situazioni tutt’altro che ideali dal punto di vista nutrizionale sono diventate altrettanto normali del mio regime alimentare abituale.

Pur ammirando le persone capaci di sposare una “causa”, fosse anche solo un tipo di alimentazione o uno stile di vita salutista, e di farne il contenuto della propria vita (conosco persone che non lavorano perché la palestra, la preparazione dei pasti ecc. occupa interamente le loro giornate) , quella non sono io.

Personalmente sono più per i piccoli passi, le piccole regole salutari che non stravolgono l’esistenza – anzi, quasi non si sentono! – e non danno neppure risultati miracolosi stile “-10 chili in un mese” o simili (a seconda dell’obiettivo che ognuno di noi si prefigge), ma alla lunga danno risultati soddisfacenti senza quasi doverci pensare.

Per questo, sono anche tornata a pesarmi più di rado, ogni 10-14 giorni circa.

L’ho fatto qualche giorno fa, dopo un periodo di cene fuori e grandi sgarri, e mi sono stupita di aver aver raggiunto un peso che credo di aver visto l’ultima volta molti anni fa, dopo la seconda gravidanza e in seguito a una dieta, l’unica vera mai fatta in vita mia.

Per questo, invece di focalizzarmi sugli errori, gli sgarri, i cedimenti dovuti alla golosità, le occasioni festaiole e le cene fuori a cui non ho intenzione di rinunciare, ho pensato di cercare di capire cosa ho fatto bene, evidentemente, se la bilancia mi ha premiato almeno un po’!

In sostanza, ho capito questo:

  • Dopo uno sgarro anche pesante o un’occasione di stravizio (tipo cenone o mega pranzo matrimoniale a 18 portate), la cosa migliore è tornare subito alla normalità: non saltare il pasto seguente (a meno che proprio non se ne senta il bisogno… a me capita solo dopo i pranzi da mia suocera, colpa anche mia che mi abbuffo di cose tipo patatine fritte e cotolette!) , ma continuare come se nulla fosse successo con la propria alimentazione abituale. Altrimenti si rischia il vuoto allo stomaco due ore dopo, con conseguenze… devastanti.
  • Attività fisica: su di me funziona il poco, ma regolare. A meno che non sia una settimana di vacanza o particolarmente stressante (cosa che capita nella vita di tutti, penso, ed è perfettamente normale) , mi sono data l’obiettivo di 4 mezzore a settimana.

Alterno mezz’ora di camminata veloce in salita con scatti di corsa veloce, un allenamento a intervalli gestibile anche per me che non ho mai avuto molto fiato e, trovo, efficace. Le altre due mezzore di solito le dedico ai pesi, che alla mia età sono assolutamente una necessità. Concludo con 5 minuti di stretching. Se mi imponessi di fare di più, salterei del tutto, già lo so.

  • In una giornata “no” dal punto di vista alimentare posso sbagliare assolutamente tutto, ma se c’è una cosa che salva la giornata è mangiare correttamente a cena (nel mio caso: proteine animali/vegetali e verdure i quantità moderate) ! Insomma, se anche volessi fare una sola cosa giusta, sarebbe quella!
  • A me il pesce non piace molto (con qualche eccezione), però dopo una cena a base di salmone grigliato e verdure o tagliata di tonno e verdure la bilancia segna sempre di meno. Questo mi rende il pesce molto più simpatico!!
  • Spuntini: sono sempre stata una mangiona pomeridiana: dalle 16 alle 19 riesco a divorare letteralmente di tutto e a svuotare frigo e dispensa. È il mio momento no, quello in cui mi rilasso prima di pensare alla cena, ed è subito lo sfacelo.

Il nutrizionista mi ha ordinato 6 mandorle come spuntino, all’inizio pensavo che scherzasse! Ma è così che ho scoperto il potere della mandorla 😉 : una piccola manciata spezza la fame per almeno due ore – e se funziona su di me, figuriamoci sulle altre meno mangione di me!

  • Sgarri: un po’ come si scelgono le proprie battaglie, secondo me occorre scegliere i propri sgarri. Io lo sapevo in partenza che non avrei retto a lungo con la versione “hardcore” del regime alimentare che mi è stato assegnato a causa di una serie di intolleranze e piccoli squilibri, così mi sono chiesta cosa davvero mi mancasse.

La risposta: qualche pezzo di parmigiano (in teoria i latticini mi sarebbero tutti vietati, salvo uno yogurt di latte di pecora al mattino (ne ho trovato uno al cioccolato buonissimo) e un bicchiere di vino 3-4 volte la settimana). Così ho serenamente reintrodotto queste due cose in quantità moderate e, almeno per ora, mi trovo bene e non noto nessun sintomo allarmante.

  • Certe cose che credevo mi sarebbero mancate sono in realtà solo abitudine: così è stato per il mio tradizionale rito di svuotamento del cestino del pane. Semplicemente, non lo faccio più e non ci penso più.

  • Qualche coccola per sé stessi è sempre utile: più ci si prende cura di sé e più migliorano molte cose, ho notato – inclusa la voglia di riempire il proprio corpo di cibo spazzatura, che di solito cala molto. Io non ho mai molto tempo e predico bene, ma razzolo male, però un massaggio ogni tanto me lo regalo!

Detto questo, ci sono ancora molte cose che potrei migliorare e ottimizzare, ma io non sono perfetta e, nei limiti del ragionevole, faccio quello che posso.

Per esempio, dovrei bere di più e continuo a non raggiungere il target di un litro e mezzo, ma inizio la giornata con un bicchierone di acqua e limone e, quando mi ricordo, prendo persino gli integratori! 😉

 

 

 

Preferiti di febbraio

Visto che “Questo & Quello” non mi convinceva come nome, ho deciso di cambiare il nome di questa rubrica, in cui parlo di cose viste e fatte nel mese appena passato, in “Preferiti di…“. Sono sempre a caccia di un nome più adeguato e originale, ma per il momento questo è quanto.

Febbraio è stato un mese breve e sono quasi contenta di essermelo lasciato alle spalle, un po’ per il grande freddo che mi ha portato a rimuginare un po’ troppo spesso, un po’ perché marzo (nonostante la neve di questi giorni) ha sempre un qualcosa della “rinascita” e non solo della natura.

Speriamo dunque che sia ricco di novità positive e nuovi progetti per tutte noi!

Libri del mese

La forza nascosta della gentilezza (Sperling & Kupfer), di Cristina Milani

Questo libro mi è stato regalato ancora a Natale (spero per via della mia indubbia gentilezza!! ;)) e finalmente, complice un weekend di sci e cocooning in montagna, l’ho iniziato e anche finito. Dopo una prima parte molto interessante dedicata a come è intesa e vissuta la gentilezza in diverse culture (dal Giappone alla Svizzera) anche molto distanti tra loro, il libro entra nel vivo, trattando la gentilezza da vari punti di vista, offrendo spunti di riflessione e invitando il lettore anche a fare una serie di piccoli “esercizi” pratici. Davvero interessante, un libro che lascia una sensazione positiva.

Film del mese

Amore al metro quadro

Non vado al cinema da qualche settimana per impegni vari, ma con Netflix ho visto questa commedia romantica indiana. Da sempre sono affascinata dalla cultura indiana, mi sembra così distante dalla nostra ma, in fondo, con molti punti di contatto. Per questo non mi lascio quasi mai sfuggire qualche film bollywoodiano o romanzo femminile di scrittrici indiane.

Sense and Sensibility (Ragione e sentimento), di Ang Lee

Questa trasposizione cinematografica del classico romanzo di Jane Austen, forse la più riuscita e premiata, offre oltre a un cast di bravissimi attori (Emma Thopson, Kate Winslet, Hugh Grant…) anche una fotografia bellissima.

Chiunque mi conosca un po’ sa della mia passione per Jane Austen: pur preferendo sempre la versione cartacea, questi film hanno su di me un enorme potere calmante – una sorta di valium naturale che funziona sempre e immancabilmente – e il fatto di conoscere spesso già a memoria trama e battute non fa che aumentarne l’effetto.

Cosmetico del mese

Dopo qualche mese di pausa ho ricomprato Ascorbyl Tetraisopalmitate Solution 20% in Vitamin F

di The Ordinary, che applico al mattino sotto la crema giorno. L’effetto visibile immediato è un’immediata luminosità della pelle che in queste tetre mattine di gelo e neve non guasta mai! Gli altri effetti sono spiegati qui.

Video del mese

Torno alla carica con qualche video delle mie Youtuber preferite di sempre e vi segnalo questo video molto carino per combattere quello che lei chiama “outfit envy”, ossia il desiderio di replicare look visti e piaciuti, ma soprattutto per imparare a farlo utilizzando quello che già si ha nel guardaroba.

È fantastico come in un guardaroba mediamente ben fornito sia spesso possibile trovare già moltissimi pezzi virtualmente per qualsiasi nuovo trend, non trovate?

Un altro video carino dedicato alle tendenze fresche di fashion week è questo, pubblicato da The Outnet:

Infine, da un’altra delle mie Youtuber preferite di sempre, questo video super motivazionale dedicato al “Manifesting March“, un mix di pensiero positivo, attitudine giusta e tecniche stile “Il Segreto” per affrontare il mese di marzo con il piede giusto, anche sul piano finanziario.

Paesaggio del mese

Questo mese ho trascorso un paio di weekend in montagna che si sono rivelati davvero rilassanti, sia per la vita all’aria aperta che per il parziale detox da Internet e dai social media. Sicuramente un’esperienza da ripetere più spesso, per riconnettersi con tutte le belle persone, attività e cose che caratterizzano la nostra vita reale!

Ricetta del mese

Questi “Brutti ma Buoni” quasi salutisti e approvati dal mio nutrizionista, assolutamente gluten free e privi di farina, di cui ho dovuto produrre varie infornate perché venivano immediatamente divorati non appena pronti. Da rifare!

Ricetta per circa 35-40 biscotti:

Montare a a neve ferma 4 albumi. Aggiungere 150g di zucchero e continuare a montare per un minuto. Aggiungere al composto 200g di mandorle macinate, mescolando delicatamente. Fare dei mucchietti su due teglie rivestite di carta forno e far cuocere in forno a 80 gradi per 2 ore circa.

E con questo vi auguro uno splendido mese di marzo!

xxx