Louis Vuitton Pochette Métis: recensione e ispirazione

(Tutte le immagini sono tratte da Pinterest)

Statistiche alla mano, le recensioni di borse sono tra i post più gettonati del mio blog: sono tra gli articoli che vengono consultati quotidianamente un buon numero di volte – segno inequivocabile che sono anche utili.

In effetti, io stessa prima di comprare una nuova borsa cerco spesso recensioni di blogger, guardo le foto su Pinterest, magari seguo anche qualche video su YouTube. Mi aiuta molto a farmi un’idea più precisa del mio attuale oggetto dei desideri.

Per questo ho deciso di scrivere una recensione di una borsa molto desiderata negli ultimi anni: la Pochette Métis di Louis Vuitton.

Possiedo questa borsa da quasi quattro anni e ne sono molto soddisfatta. È una di quelle che utilizzo più spesso in effetti: mi piace innanzi tutto come sta indossata, chiaramente, inoltre la trovo pratica e resistente.

La maison Vuitton descrive questa borsa così:

“Pratica nel design, la Pochette Metis è l’espressione stessa dell’eleganza. In morbida tela Monogram, questo modello compatto di borsetta si contraddistingue al suo interno per una miriade di utili tasche e scomparti.”

e trovo sia decisamente vero.

Secondo me, i vantaggi di questa borsa sono:

  • il suo design inconfondibile, molto diverso da quello di altre borse Vuitton, ma anche classico, a bauletto di medie dimensioni
  • la robustezza dei materiali: il canvas LV tende infatti a rovinarsi pochissimo nel tempo
  • la tracolla: lunga e regolabile, consente di indossare questo modello in vari modi. Sta benissimo sia indossata a spalla che a tracolla. Inoltre, la tracolla è realizzata in canvas e non in pelle vacchetta, per cui non si rovina né scurisce nel tempo
  • la capienza: per una borsa medio-piccola è infatti capace di contenere tutto l’indispensabile grazie alla sua forma. Inoltre, il doppio vano interno fa non solo da divisore, ma si allarga leggermente, offrendo ancora più spazio.

Ma vediamo anche gli svantaggi:

  • Secondo me sono davvero pochissimi: il primo è il manico della borsa, più che altro un pro forma come manico. È anche l’unico dettaglio significativo di questa borsa a essere in vacchetta. Anche se inutilizzato, come nel mio caso, nel tempo tenderà a scurirsi in modo non sempre uniforme.
  • Il secondo, peraltro molto trascurabile, è la chiusura metallica che quando la borsa è molto vuota richiede un pochino più di sforzo, ma niente di davvero problematico.

Insomma, in quattro anni di utilizzo posso dire di adorarla e ne consiglio senz’altro l’acquisto.

E a proposito di quello, questa borsa molto ambita pare sia difficilissima da reperire e questo da almeno quattro anni.

Ai tempi del mio acquisto, ricordo di aver chiamato due boutique LV, una a Lugano e una a Milano. Nonostante entrambe la dichiarassero introvabile, un giorno ero in giro e sono semplicemente entrata in boutique. La gentile commessa è andata a vedere tra i nuovi arrivi e ne ha trovata una ancora imballata, che naturalmente ho preso al volo!

Molto più facili da trovare, invece, le altre versioni di questa borsa: rossa, rosa, panna, nera o blu (e forse anche in altri colori) in cuir monogram oppure bicolor.

La versione di gran lunga più ambita resta però quella in semplice tela monogram.

Per una guida completa agli abbinamenti più belli del monogram di Louis Vuitton, leggete questo post: Louis Vuitton: il classico monogram e come abbinarlo.

Come sempre vi propongo una carrellata della borsa “inscenata” in un look. Tutte le foto dei look provengono da Pinterest. Buon divertimento!

 

E se volete essere aggiornate su tutte le novità di questo blog, vi invito a iscrivervi alla newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti (qui sotto o a fianco, basta inserire nome di battesimo ed e-mail) e a seguire la mia pagina Facebook e le mie bacheche Pinterest , il mio profilo Instagram o direttamente i nuovi post del blog su Bloglovin!

Vi aspetto anche sul neonato gruppo Facebook “Chiacchiere di Moda” legato a questo blog, per chiacchierare un po’, scambiarsi idee e spunti e tanto altro!

 

Look del giorno: jeans & fantasie floreali

 

Ho già parlato altre volte delle mie difficoltà nell’utilizzare le fantasie floreali. E qualche tempo fa ho anche scritto un post di idee e consigli su come abbinarle.

Mi rendo conto che parte del problema (almeno il 90%) deriva dal fatto che le trovo spesso molto tradizionali e un po’ vecchio stile.

Il restante 10% è dettato dal fatto che alcune o anche molte di queste fantasie non mi donano, specie se accostate al viso.

In particolare, trovo estremamente poco donanti quelle un po’ sbiadite e a fiorellini piccoli, che potremmo definire “romantiche“.

Ogni tanto però mi cade l’occhio su stampe più attuali, con fiori più grandi e distanziati da molta tinta unita, come quelle di molti maxi dress che attualmente impazzano. Oppure su quelle a colori particolari e molto vivaci, come in questo caso.

Ho addirittura creato una bacheca Pinterest dedicata alle stampe floreali per auto motivarmi a utilizzarle almeno qualche volta. Sembra infatti che impazzeranno anche il prossimo autunno inverno.

 

Cosa indosso:

Blusa a fiori, Zara, originale qui, simili e molto belle qui, qui e qui

Jeans, Liu Jo mod. Monroe, qui oppure simili qui

Borsa, Céline mod. Boston

Sandali, Michael Michael Kors, old, simili qui

Orecchini, Asos, qui

 

 

E se volete essere aggiornate su tutte le novità di questo blog, vi invito a iscrivervi alla newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti (qui sotto o a fianco, basta inserire nome di battesimo ed e-mail) e a seguire la mia pagina Facebook e le mie bacheche Pinterest , il mio profilo Instagram o direttamente i nuovi post del blog su Bloglovin! Vi aspetto e, a chi come me ha finito le vacanze per un po’, auguro una splendida ripresa!

Moda autunno inverno 2018 2019: un’occhiata ai nuovi arrivi

Fine agosto è sempre un momento particolarmente piacevole e propizio per dare un’occhiata alla moda autunno inverno e ai nuovi arrivi dei vari online store. E, perché no, anche per fare i primi acquisti modaioli!

In questo momento, infatti , l’assortimento moda autunno inverno è ancora al completo, si trovano tutte le taglie in tutti i colori, e le prime “new entry” del nostro guardaroba hanno un gusto speciale e ci portano a sognare e pianificare i primi outfit che sfoggeremo quando le temperature rinfrescheranno.

E tutto questo mentre ancora ci godiamo il pieno dell’estate, l’abbronzatura conquistata e lunghe giornate calde e assolate!

Per tutti questi motivi, negli ultimi giorni ho iniziato a dare un’occhiata alla moda autunno inverno e ai nuovi arrivi dei miei online store preferiti. Inutile dire che le dream box si sono prontamente riempite di cose belle!

Nei prossimi giorni cercherò di fare una prima valutazione di quello che ho già, onde evitare emozioni, e poi via libera ad acquisti mirati e, si spera, gratificanti!

In tutto questo, ieri mi è arrivata la segnalazione di un 20% di sconto su tutta la nuova collezione Asos, comoda e provvidenziale, direi! 😉

Tra le cose salvate, volevo segnalarvene alcune che mi sono piaciute particolarmente:

1 – GIACCHE E CAPPOTTI

Ho imparato a mie spese che una delle prime cose da comprare, se serve o se la si desidera, sono le giacche, i giubbotti e i cappotti. Già a fine settembre, infatti, potrebbe essere troppo tardi, specie se si desidera un capo specifico in un colore classico (nero, blu, grigio ecc.) e in una taglia diffusa!

Ecco, quest’anno investirei in un bel cappotto cammello di alta qualità, che tra l’altro lega divinamente con le fantasie animalier, leopardato in primis, ma anche con i pitonati che danno sul beige. Ho selezionato qualche alternativa con un ottimo rapporto qualità-prezzo:

oppure rosso (questo modello Max&Co mi ha colpito molto anche dal vivo, è disponibile in vari colori ed è davvero molto bello)

Un po’ presto per pensare al cappotto? (Anche se io i migliori acquisti li ho sempre fatti ad agosto/settembre…)

In tal caso investirei in un bel chiodo nero, perché è un classico e perché la pelle nera è un altro trend della stagione.

Va bene anche la versione eco, perché ormai se ne trovano di fatti benissimo:

 

2 – ABBIGLIAMENTO

(per avere tutti i riferimenti, cliccate sull’immagine)

Il blazer lungo, un nuovo preferito del mio guardaroba. Questo in tessuto quadrettato è bellissimo e molto luminoso!

3 – ACCESSORI

Su Asos ho trovato queste scarpe favolose, quasi quasi…

Marsupio: abbina due trend di stagione, il marsupio piccolo e decorativo e i materiali laminati:

Bella tote bag in un’ottima pelle, in un colore bellissimo trovo:

Stessa in blu:

Altra bella borsa in ecopelle color beige cipriato, uno dei colori più abbinabili per una borsa (ho la Disco in questo colore e l’abbino davvero con TUTTO):

Borsa Maddie, Michael Kors, un classico che resta sempre attuale:

Il mitico bauletto Rockie di Alexander Wang, sempre ultra trendy e a un ottimo prezzo:

Foulard con bellissima fantasia:

Come sempre nelle prossime settimane aggiornerò, razionalizzerò e soprattutto integrerò 😉 la mia shopping list come faccio ormai da qualche anno (ho parlato dei molteplici vantaggi del fare una lista qui) , soprattutto dopo aver fatto, verso fine settembre, il mio consueto decluttering con cambio armadi di inizio stagione.

Nel frattempo, se volete essere aggiornate su eventuali segnalazioni dell’ultima ora, potete seguire la mia pagina Facebook e le mie bacheche Pinterest , il mio profilo Instagram o direttamente i nuovi post del blog su Bloglovin!

Le migliori borse da donna in cui investire

 

Negli ultimi tempi ho ricevuto diverse richieste di consigli in cui mi si chiedeva quali fossero le migliori borse da donna in cui investire, i modelli più classici su cui puntare anche a lungo termine per arricchire il proprio guardaroba con un pezzo in grado di regalare grandi soddisfazioni per molto tempo.

Sì, perché giustamente chi ha deciso di spendere una certa somma per una bella borsa, vuole sapere se si tratta di un buon “investimento“, di un oggetto capace non solo di soddisfare tutte le esigenze pratiche che una borsa, anche firmata, deve comunque soddisfare, ma soprattutto di regalare eleganza al look e di durare negli anni.

Da molto tempo sono appassionata di borse e, negli anni, mi sono tolta diverse soddisfazioni. Alcune elle mie borse le ho acquistate nuove, in boutique, mentre per altre ho preferito optare per un vintage di alta qualità.

In tutti questi casi, il mio canale privilegiato è sempre stato Vestiaire Collective, la più grande risorsa online in termini di borse usate di lusso (o vintage), sostenuta anche da varie autorità del settore come Vogue. Anche molti personaggi famosi, redattrici e giornaliste di moda, attrici e blogger acquistano e vendono regolarmente su Vestiaire.

Negli anni Vestiaire Collective non ha mai deluso le mie aspettative ma, anzi, le ha sempre superate: ogni singolo articolo acquistato si è rivelato infatti più bello, più nuovo e in condizioni migliori di quanto mi aspettassi. Anzi, spesso la sensazione generale è stata proprio quella di stringere tra le mani un articolo perfettamente nuovo. Spesso gli articoli erano effettivamente nuovi e ancora dotati dei cartellini.

La mia Céline Mini Luggage, acquistata su Vestiaire Collective 8 anni fa

Ma i vantaggi di un rivenditore di usato di lusso come Vestiaire Collective non finiscono qui: il sito offre in fatti un servizio estremamente professionale e attendibile di autenticazione  e di controllo qualità: ogni singolo oggetto viene passato accuratamente al vaglio prima di essere spedito al compratore.

Per acquisire lo status di it bag, di solito, una borsa deve essere caratterizzata da un delicato mix di elementi: deve essere immediatamente riconoscibile, ma in modo sottile e mai pacchiano, deve risultare versatile ma elegante e non essere troppo facilmente accessibile. Inoltre, deve possedere un design moderno, attuale ma anche classico e pulito.

Ho cercato quindi di stendere un decalogo di quelle che ritengo essere, nel 2018, le più belle borse da donna da comprare, i pezzi classici su cui puntare.

1 – CHANEL 2.55

Che dire? È il classico dei classici e no, non invecchia, basta abbinarla bene. Io ce l’ho e consiglio assolutamente la versione Jumbo, in pelle Caviar. La userete tantissimo.

Per una recensione completa vedi qui.

Dove trovare un ottimo usato (e a volte anche il nuovo): qui.

2 – LOUIS VUITTON SPEEDY BAG

Da qualche anno va di più in versione Damier, ma qualunque sia la versione scelta, rimarrà un classico. Dotata di tracolla, diventerà presto la vostra borsa preferita anche in viaggio (e non solo).

Per una recensione completa vedi qui.

Dove trovare un ottimo usato (e a volte anche il nuovo): qui.

3 – FENDI PEEKABOO

In circolazione, come le precedenti, già da qualche anno, rimane una gran bella borsa, adatta a una vita piena e dinamica. Ogni anno viene riproposta in colori e pellami diversi.

Dove trovare un ottimo usato (e a volte anche il nuovo): qui.

4 – SADDLE BAG, DIOR

Decisamente la new entry tra le migliori IT Bag, la Saddle Bag è già stata in auge alcuni anni fa, per poi sparire temporaneamente dalle scene e fare un grande ritorno la scorsa primavera. E sembra destinata a restare, a giudicare dalle numerosissime blogger e socialite che ne sfoggiano una!

Dove trovare un ottimo usato (e a volte anche il nuovo): qui.

5 – GIVENCHY ANTIGONA

Mi è sempre piaciuta e ogni tanto valuto l’idea di prenderla. Nera, naturalmente. È una borsa fantastica, che regala grinta e carattere a qualsiasi outfit. Per questo, è perfetta per qualsiasi donna over 40, ma anche per le giovanissime. Nella versione secondo me più bella – nera e lucida – è anche antigraffio.

Dove trovare un ottimo usato (e a volte anche il nuovo): qui.

6 – GUCCI DIONYSUS

Negli ultimi anni, a mio parere, è diventato difficile identificare le vere IT Bag di questa maison, le migliori borse di Gucci in cui investire. Le nuove linee, sempre più confuse, hanno infatti prodotto una moltiplicazione dei modelli che tendono ad avere una vita sempre più breve.

C’è un modello però che ormai è in giro da anni e non sembra destinato a lasciare le scene: la Gucci Dionysus, con le sue linee caratteristiche e inconfondibili, is here to stay.

Recensione e ispirazioni: qui.

Dove trovare un ottimo usato (e a volte anche il nuovo): qui.

7 – CÉLINE BELT

Inserisco questo modello di Célin ex aequo nell’elenco delle borse più belle in cui investire, perché trovo ci siano altre IT-Bag di questa marca destinate a durare nel tempo (ad esempio la Mini Luggage o la Classic). In ogni caso, comprare una Céline è sempre una buona idea se si vuole un prodotto lussuoso e capace di resistere nel tempo senza passare di moda.

Dove trovare un ottimo usato (e a volte anche il nuovo): qui.

8 – HERMÈS BIRKIN

È una borsa che personalmente non desidero né comprerò mai, perché giudico davvero spropositato il suo prezzo, ma soprattutto perché è una borsa che, alla fine, reputo anche troppo classica per i miei gusti; inoltre, recenti esperienze fatte con questa maison e l’aver visto un po’ dietro le quinte dell’ampollosità che a volte accompagna questo brand (con lodevoli eccezioni a livello di personale, peraltro) mi hanno fatto ulteriormente crollare il mito (che già non coltivavo prima).

Ciò detto, resta comunque un grande classico e uno dei sogni borsofili di tante donne, per cui si merita di diritto un posto in questo elenco!

Dove trovare un ottimo usato (e risparmiarsi tutta la trafila con (finta) lista d’attesa ecc.): qui.

9 – CHANEL BOY

Un altro grande classico di casa Chanel, che mi sono regalata qualche anno fa e che ho sfruttato molto. Sicuramente più giovane e grintosa della 2.55, è abbastanza capiente grazie alla forma un po’ boxy e non ho mai rimpianto di averla presa!

Recensione e ispirazioni: qui.

Dove trovare un ottimo usato (e a volte anche il nuovo): qui.

10 – VANESSA BRUNO TOTE BAG

Vero emblema del french chic, questa borsa da vacanza e tempo libero resiste benissimo al tempo che passa ed è molto apprezzata anche fuori dai confini nazionali, ad esempio da molte star di Hollywood. Esiste in molti materiali e colori diversi. Must have!

Dove trovare un ottimo usato (e a volte anche il nuovo): qui.

11 – CHLOÉ FAYE

In realtà tra le migliori borse da donna da comprare a titolo di grandi classici ce n’è più d’una di Chloé, ma ho scelto la Faye perché è quella che, personalmente, trovo più bella e caratteristica. Altri modelli “papabili” sono la Drew e la Marcie.

Recensione e ispirazioni: qui.

Dove trovare un ottimo usato (e a volte anche il nuovo): qui.

12 – FALABELLA BAG (STELLA MC CARTNEY)

Borsa vegan frutto dell’estro creativo della stilista Stella McCartney, questo grande classico in ecopelle non manca mai di colpire e stupire: ce l’ho da molti anni e l’adoro, è comoda e decorativa ed è anche una delle borse che più spesso suscita interesse (e richieste di modello e boutique dove comprarne una!) quando vado in giro.

Recensione e ispirazioni: qui.

Dove trovare un ottimo usato (e a volte anche il nuovo): qui.

13 – BALENCIAGA CITY

Un’altra fantastica e pratica city bag, un’altra it bag che si merita un posto speciale nella lista delle migliori borse da donna da comprare! L’ho avuta, anzi ne ho avute ben tre, in colori diversi, negli anni. Fantastica per svecchiare qualsiasi outfit, rende al meglio in nero oppure, per contrasto, in un colore vivace.

Dove trovare un ottimo usato (e a volte anche il nuovo): qui.

14 – COLLEGE BAG, YVES SAINT-LAURENT

Uno dei classici più recenti impazza soprattutto in alcune città, come Milano, ma ha saputo comunque meritarsi nel giro di qualche anno un posto fisso nella classifica delle più belle borse da donna in cui investire. Sicuramente poco adatta per il college, però. 😉

Dove trovare un ottimo usato (e a volte anche il nuovo): qui.

Quali sono le vostre borse preferite? In quali investireste, in quali no? E perché?

Ditemi la vostra, qui o sul gruppo di discussione di Notimeforstyle su Facebook!

Infine, trovate la mia bacheca costantemente aggiornata e tutta dedicata alle borse su Pinterest. Seguitemi! <3

Look della serata: total white + accessorio leopardato

In questi giorni ho molto diradato la pubblicazione dei miei look, per vari motivi: sono piuttosto impegnata con il lavoro e il caldo-umido devastante (non sono tanto le temperature, ma il tasso di umidità a rendere il clima pesante, trovo) mi toglie energie e soprattutto voglia di fare foto.

Ieri sera però, complice un grosso temporale che ha rinfrescato un po’ l’aria, ho deciso di fare un piccolo sforzo e di indossare qualcosa di diverso dal solito per una cena all’aperto.

D’estate, ho una vera passione per il bianco e in particolare per gli abitini bianchi, (a cui ho dedicato anche un intero post): li trovo freschi e, soprattutto, rappresentano una base che si presta virtualmente a qualsiasi variazione.

A seconda degli accessori e dei colori, infatti, un abitino  bianco può passare da sportivo a boho a elegante, da ultrasobrio ad allegro e un po’ hippy and so on.

Ieri ho deciso di provare questo accostamento un po’ azzardato, abbinando un abito bianco a sottoveste, molto semplice come linea e tessuto, a un unico dettaglio a contrasto, questa clutch di Claire Vivier a motivo leopardato.

Cosa indosso:

Abitino bianco, old, Revolve (simile qui , qui e qui e qui)

Sandali beige Michael Michael Kors via Yoox, old, simili qui, qui qui

Clutch, Claire Vivier, old, simili quiqui o qui

Orecchini di cristalli bianchi, Dublos, simili qui e qui

E voi? Indossate abitini bianchi d’estate? Come preferite accessoriarli?

Moda in vacanza: cinque capi d’abbigliamento e accessori indispensabili per chi viaggia

Essendo appena rientrata dalle vacanze (quasi tre settimane in giro per l’Europa con una valigia davvero minima; racconto di viaggio a seguire) ho avuto modo di testare a fondo le capacità del mio guardaroba di viaggio.

Di solito cerco di imparare dai miei errori e di ricordare le scelte azzeccate.

Per questo, ho deciso di stilare una mini lista di capi e accessori che si sono rivelati preziosi alleati durante questa vacanza.

Cosa inserire dunque sempre e immancabilmente nella valigia delle vacanze?

Ecco i miei cinque must-have.

1 – CAMISOLE TOP

Parto subito con il più recente dei miei must-have, il camisole top o, banalmente, il top con le spalline sottili, in seta o anche sintetico (io li ho quasi tutti sintetici e francamente penso sia un vantaggio, in questo caso: appena a casa li butto in lavatrice e tornano come nuovi, ma anche se devo smacchiarli in vacanza non è un problema).

Occupano pochissimo spazio, si possono arrotolare nel fare i bagagli (come Marie Kondo insegna qui) e si abbinano a tutto, creando look diurni, ma anche serali e più eleganti:

Dove comprarli: qui, qui o qui

2 – PASHMINA

Per me una grande pashmina è il must dei must di ogni vacanza, non importa quali siano le temperature. Ne ho fatto gli utilizzi più strani, negli anni – dal banale utilizzo come copertina aggiuntiva durante lunghi voli intercontinentali a vari altri usi, ad esempio per coprirmi le spalle o anche la testa in caso di visite inaspettate a templi ecc.

Il materiale che prediligo è il cashmere leggero che all’occorrenza va bene anche d’estate. Ne ho tantissime in molti colori e, di solito, ne scelgo una che vada con quasi tutto il resto del mio guardaroba da viaggio.

Dove comprarle: per esempio qui.

3 – VESTITINO BASIC DI COTONE (MEGLIO SE DI COLORE SCURO)

Un altro classico della valigia estiva che si è rivelato utilissimo in questa vacanza. Un abitino in cotone nero non solo si arrotola con facilità, non si stropiccia e occupa pochissimo spazio, ma si presta a look ultracasual da giorno (con sandali piatti o sneakers e borsa a tracolla) , ma anche più eleganti, con l’aggiunta di una collana lunga, di una borsina a tracolla o di una clutch, di un bel tacco e, perché no, anche di un cappello.

In emergenza, mi è capitato di usarlo anche al posto della camicia da notte dimenticata!

Dove comprarlo: qui, qui e qui

4 – CENTO GRAMMI

Immancabile quanto la pashmina, il giubbino imbottito leggero, detto volgarmente cento grammi, con la sua imbottitura calda ma mai pesante serve praticamente sempre, persino per vacanze in mete relativamente calde, ma con una certa escursione termica o condizioni meteo molto variabili.

Io ce l’ho blu e nero e l’ho usato con soddisfazione sia in Islanda che in Spagna in pieno luglio, la sera. È anche un capo abbastanza impermeabile, il che no guasta.

Inoltre, arrotolato occupa davvero pochissimo spazio e, accuratamente ripiegato, può fare da cuscino in aereo o sul treno, per esempio.

Dove comprarlo: per esempio qui e qui

5 – BORSA PICCOLA A TRACOLLA

Indispensabile. La mia preferita di sempre è la Gucci Disco, che infilo in valigia piena di piccoli oggetti (calze, sacchettini di seta contenenti orecchini e altri bijoux ecc.), così non perde la forma.

È antiscippo, è comoda come borsa aggiuntiva e portadocumenti in caso di voli aerei, regala un tocco elegantino e serale ai classici outfit da turista e pesa poco.

E voi? Quali sono i vostri “mai più senza” di ogni viaggio o vacanza? 

6 cose super low-cost che valgono ogni centesimo

Per par condicio rispetto al post dedicato agli oggetti “luxury” che ho apprezzato e utilizzato di più nel tempo, ho deciso di scrivere un post dedicato invece a sette piccoli oggetti assolutamente low-cost che ho amato particolarmente nel tempo e che, a dispetto del prezzo “piccolo”, hanno anche dimostrato una buona durata e qualità nel tempo.

1 – LA CLUTCH PAILLETTATA

Questa pochette, costata pochissimo e amata tantissimo negli anni, si è rivelata preziosa per aperitivi e sere, soprattutto serali ma non solo. Oltretutto occupa pochissimo spazio ed è una compagna ideale per qualsiasi vacanza o viaggio.

Si abbina magnificamente a tutti i neutri, ma anche a colori più vivaci. Io ce l’ho e la uso ormai da tanti anni con grande soddisfazione e no, nonostante sia low-cost non si è ancora rovinata!

2 – GLI ORECCHINI GRANDI A CERCHIO

Per me devono essere grandi, minimo 6cm di diametro, altrimenti risultano old fashioned. Sono un accessorio low-cost ormai immancabile che ogni tanto penso di rimpiazzare con un paio di orecchini d’oro, ma è difficile trovarne di grandi.

Per questo, quando li trovo a un buon prezzo ne  faccio incetta. Stando attente al contatto con liquidi e cosmetici, durano comunque un bel po’.

Stanno bene con i capelli lunghi e sciolti, ma anche raccolti, secondo me.

Dove trovarli: per esempio quie qui. – per una scelta più vasta vedi qui.

3 – LE ESPADRILLAS DI CORDA

Quelle che amo di più sono color tortora, hanno almeno una decina d’anni e sono di Gaimo Espadrillas, in tela e corda. Comodissime, le ho strausate, semidistrutte, fatte riparare perché non riuscivo a trovare un valido sostituto.

In realtà, a cercare bene è facile trovarne di bellissime e, anzi, con il fatto che sono tornate in auge la scelta si è ampliata molto.

Per me, come calzatura estiva hanno solo vantaggi: sono comode, sono casual ma in modo femminile e carino, se prendono acqua non si rovinano e stanno bene sia con gonne e abitini che con i pantaloni (skinny e flare). Questo ne fa un altro accessorio ideale per viaggi e vacanze.

Dove comprarle: per esempio qui, quiquio qui.

4 – LE COLLANE “BALINESI

Sono le collane lunghe con nappine, io le chiamo balinesi perché ne ho fatto incetta l’anno scorso, durante una vacanza in Indonesia appunto.

Colorate o a tinte neutre, metalliche o più opache, stanno benissimo su abitini e prendisole, con il bikini e una tunica in spiaggia, ma anche su look più cittadini. Io lo scorso inverno le abbinavo anche al cashmere, in inverno.

La loro tipica forma allungata e a V lunga, oltretutto, ha un effetto slanciante.

Dove comprarle: ovviamente consiglio di utilizzarle come scusa per una vacanza a Bali 😉 … In mancanza, si trovano in vendita quiqui (e qui i relativi braccialettini, deliziosi da portare in versione multipla).

Vi consiglio di guardare anche le meravigliose creazioni di Paola Spatuzza a questa pagina Facebook. Sono davvero belle!

5 – IL SANDALO MINIMO IN ECO SUEDE

Io l’ho trovato a pochissimo su Amazon un paio di stagioni fa e, vista la comodità e la grande resistenza, ho bissato con altri colori. L’ho anche consigliato a molte amiche che a loro volta hanno bissato!

Per questo volevo consigliarvelo, se state cercando una calzatura comoda e “minimal” che stia bene un po’ con tutto. Non sarà vera pelle, ma in piena estate non è poi così importante, trovo.

Tove comprarlo: quioppure qui in diverse varianti e colori

6 – LA T-SHIRT BIANCA BASIC DI QUALITÀ 

Capo basic per eccellenza d’estate, si abbina davvero a tutto: con i pantaloni neri da ufficio, magari leggermente cropped e abbinati a un bel sandalo, sopra un paio di shorts, sotto un abitino nero sottoveste, ma anche al mare, utilizzate magari in versione più lunga come copricostume.

Si trovano ovviamente ovunque, ma non sempre sono di qualità e dopo un paio di lavaggi spesso sono da buttare.

Quest’anno ho testato quelle del brand ASOS e mi sono trovata benissimo. L’ultima che ho preso è questae sono davvero soddisfatta: lo scollo è giusto, non esagerato, la qualità spessa e morbida, regge bene i lavaggi e non si deforma in lavatrice.

Se questo post vi è piaciuto, seguite le mie bacheche sempre aggiornate su Pinterest oppure iscrivetevi alla mailing list per essere sempre informate:

I 7 pezzi luxury che uso di più

 

Disclaimer: Ho scritto questo post di getto, domenica mattina scorsa, visto che mi ero svegliata presto per essere domenica. Oggi, prima di postare, mi è venuto il dubbio che possa essere frainteso. 

Perciò vorrei premettere che NON penso in alcun modo che sia necessario possedere capi e accessori di lusso – o comunque costosi – nel proprio guardaroba. Non penso neppure che sia necessario averne almeno qualcuno per essere vestite bene, anzi, il mondo è pieno di dimostrazioni viventi del contrario.

Detto questo, però, ho sempre pensato che, tanto più nell’era del low-cost, sia sensato “limare” tanti piccoli acquisti fatti magari d’impulso, senza pensarci, perché appunto costano poco, e che non offrono alcun valore aggiunto al nostro stile e al nostro guardaroba.

In un anno è facile evitare decine di piccoli acquisti di questo tipo, a vantaggio magari di quei 2-3 pezzi davvero belli e classici (non necessariamente “firmati”, ma ben disegnati, ben fatti e di qualità sì) che arricchiscono il nostro guardaroba, ma soprattutto durano nel tempo, dando anche un senso di continuità al nostro stile.

Io la penso così e mi regolo così, nei miei acquisti ; detto questo, fucilatemi pure (spero di no, però 😉 ). 

L’idea per questo post mi è venuta notando in giro per la rete questo tag, che impazza tra youtuber, Instagrammer e blogger, dei pezzi luxury (la definizione non è mia) più utilizzati e ho pensato di partecipare anch’io.

L’idea di passare periodicamente in rassegna i miei acquisti (in particolare quelli in cui ho investito di più), infatti, si è rivelata utile in passato per prevenire futuri acquisti incauti o evitare di sperperare in voglie del momento che poi, alla lunga, non ci gratificano davvero, né arricchiscono il nostro guardaroba.

In un’ottica positiva, ho pensato pertanto di concentrarmi sui pezzi “firmati” che ho comprato o che mi sono stati regalati. E che, nel tempo, si sono rivelati davvero utili e azzeccati.

PORTAFOGLIO ZIPPY, LOUIS VUITTON

Non so come farei a vivere senza, seriamente. Il mio ha ormai una quindicina d’anni eppure, nonostante il mio disordine, regge benissimo al tempo che passa. A parte uno o due filini tirati che ho dovuto tagliar via, infatti, contiene tutto il mio caos, un numero imprecisato di tessere, almeno due diverse valute (franchi ed euro, la doppia moneta dell’Insubric Girl 🙂 ), biglietti da visita, biglietti di appuntamenti, moneta varia, documenti and so on.

La pratica zip permette di richiudere tutto in assoluta sicurezza e il numero davvero notevole di vani velocizza il ritrovamento e l’utilizzo di mezzo milione percepito di tessere.

(Vedi anche il post dedicato agli abbinamenti del monogram Louis Vuitton.)

BORSA A TRACOLLA “DISCO”, GUCCI

È una delle borse che uso di più. La porto sempre con me in vacanza, perché è comoda sempre, giorno e sera. In valigia, non si deforma e, anzi, può ospitare altri piccoli oggetti, solitamente i miei bijoux, un paio di bikini ecc.

Ha una tracolla lunga che, oltre a renderla elegante anche per la sera, è a prova di scippo.

Sembra piccola e in effetti grande non è, ma la sua forma leggermente squadrata la rende super capiente, più di tante borse di dimensioni apparentemente più grandi. Se fosse un investimento, avrebbe un rating Triplo A. (Per una recensione completa della Disco e possibili abbinamenti, vedi qui).

CINTURA NERA DOPPIA G, GUCCI

Un altro acquisto Gucci dell’era pre Alessandro Michele, ma tuttora in commercio, probabilmente per via del suo design sobrio e intramontabile.

Ora esiste una versione nuova, con G più “barocche” e “corsive”, ma io continuo a preferire questa.

La mia ce l’ho da più di 10 anni ed è come nuova, non un graffio. La uso tantissimo perché va con tutto. Stranamente, pur trovando in genere le cinture con fibbia loggata vagamente tamarre, in questo caso non mi disturba.

BORSA BOY CHEVRON, CHANEL

Questa borsa è stata decisamente un investimento, ma non mi sono mai pentita. La uso indifferentemente giorno e sera, anche se la preferisco per le uscite serali.

Anche qui, la sua forma leggermente boxy e quindi capiente, la tracolla lunga che permette di indossare la borsa a spalla oppure a tracolla (o, ancora, doppiando la catena e indossandola più corta o anche al braccio) la rendono estremamente versatile.

Insomma, se si decide di concedersi un classico di questo tipo, secondo me, deve trattarsi di qualcosa di assolutamente versatile e multi funzione, altrimenti diventa un pezzo da museo, per quanto bello.

(Recensione completa qui).

BORSA FAYE, CHLOÈ

New entry dello scorso maggio, questa borsa su cui avevo meditato per oltre un anno si è rivelata un’integrazione fantastica al mio guardaroba.

Il punto di forza, stavolta, non sta nella sua praticità (non è super capiente, bisogna ammetterlo, anche se ci sta tutto quello che serve), ma nel design, che valorizza benissimo uno stile minimal, trovo.

(Recensione completa qui).

OROLOGIO, ROLEX

Non ho mai considerato l’orologio un accessorio e, di conseguenza, ne possiedo solo due. Per me è soprattutto un oggetto funzionale e, in quanto tale, dev’essere bello e senza tempo, ma soprattutto resistente.

Questo mi è stato regalato per i 40 anni e praticamente è inscindibile dal mio braccio. A volte a malincuore lo lascio a casa, ma mi sento un po’ persa e, quando torno a casa, è la prima cosa che torno a indossare.

Il doppio metallo, acciaio e oro rosa, lo rende abbinabile a tutto.

ANELLI NUDO, POMELLATO

Altro regalo per i 40, questi anelli mi sono sempre piaciuti e non mi stancano mai; hanno un design secondo me bellissimo, “nudo” appunto, privo di fronzoli.

La mia scelta è caduta sul quarzo citrino verde chiaro e sul viola, due tipici colori da “donna autunno”. Come nel caso dell’orologio, li indosso praticamente sempre.

E voi? Quali sono i pezzi in cui avete investito di più e che si sono rivelati anche utili e validi alleati del vostro stile?

 

Se questo post vi è piaciuto, seguite le mie bacheche sempre aggiornate su Pinterest oppure iscrivetevi alla mailing list qui nella colonna di destra per essere sempre informate! <3

Look del giorno: total white con accessori tortora

 

Era da giorni che desideravo realizzare un look total white: ma purtroppo con una media di 3-4 tempeste tropicali e bombe d’acqua al giorno può non essere un’idea geniale.

Così stamattina, non appena ho visto il sole e, soprattutto, le previsioni meteo che davano davvero sole per tutto il giorno, mi sono lanciata: ho abbinato questi jeans color crema di Dondup con un top a “lamelle” di Bailey 44, uno dei miei brand preferiti in assoluto.

Adoro praticamente tutto quello che fanno: come altri brand americani, infatti, riescono a combinare alla perfezione uno stile moderno e sobrio con la praticità e la comodità.

Purtroppo in Svizzera non lo trovo proprio e in Italia ho scoperto finora un unico posto dove tengono alcuni capi di questo brand, Brian & Barry a Milano. Purtroppo però la selezione è molto limitata rispetto alla gamma reperibile online.

In ogni caso, la scelta di top bianchi in circolazione è pressoché infinita. E ha un effetto… addictive, ne comprerei sempre qualcuno in più!

Su come abbinare un total white vi segnalo anche questo post, che avevo dedicato agli abiti bianchi per l’estate. Gli abbinamenti più belli da fare con il bianco d’estate sono sempre gli stessi, secondo me!

Cosa indosso:

Jeans, Dondup (old, simili qui, qui e qui)

Top, Bailey44, old (simili qui, qui , qui e qui)

Espadrillas, Gaimo via yoox, old (simili qui, qui e qui)

Orecchini, regalo, old (simili qui)

Borsa, Chloé mod. Faye 

Moda estate: pezzi facili per il guardaroba perfetto

Da quando ho scelto un approccio più ragionato al mio shopping per evitare di ingolfare i miei armadi come mi era capitato anni fa, tengo varie wishlist online di capi e accessori per la moda estate che mi piacciono e che puntualmente rivaluto e rielaboro.

In queste liste ci sono cose che dopo 48 ore già mi convincono molto meno, alcune addirittura che mi portano a chiedermi cosa mai avessi in mente in quel momento per selezionarle, mentre altre resistono oltre la “pausa di riflessione” che mi concedo e quindi finiscono effettivamente nel carrello!

Ieri sera ho dato un’occhiata all’attuale contenuto di alcune di queste wishlist e ho pensato di postare qui una sorta di hit list dei miei attuali “preferiti” per l’estate!

 

ASOS DESIGN – Prendisole con laccetti e orlo a peplo (preso)

RIVER ISLAND – Tuta lunga  a fioriASOS DESIGN – Vestito estivo con fondo asimmetrico e nappe

 

ESPRIT – Abito T-shirt a righe

ASOS DESIGN – abito a rose midi

 

ASOS DESIGN – Ultimate – Confezione da 3 T-shirt girocollo

 

ONLY – top Bardot a righe

 

NEW LOOK – PRENDISOLE OFF SHOULDER

 

 

River Island – Minigonna a portafoglio con stampa a fiori

ASOS DESIGN – Prendisole peplo a fiori e quadretti con spalline annodate

STRADIVARIUS – Camicia lunga a righe

STRADIVARIUS – tuta corta

ASOS DESIGN – Minigonna a pieghe con volant a strati

GOLDENPOINT – Top Plissé con Carrè

V°73 – Borsa INGRID con manico in bambù (in saldo)

FURLA Metropolis – la tracollina perfetta per l’estate (scontata del 30% e disponibile in vari colori, tra cui nero, oro, rosso, cipria ecc.)

MICHAEL MICHAEL KORS – borsa SELMA (scontata del 30%, disponibile in vari colori), modello classico e intramontabile