Prada Double Saffiano: unboxing e recensione

 

C’è stato un tempo in cui ero leggermente fissata con le borse, ne compravo anche 4 o 5 all’anno, spesso senza averle provate dal vivo prima, semplicemente perché mi fissavo dopo averle viste magari solo un po’ di volte su vari blog, su Pinterest o su Instagram.

Qualche anno fa ho deciso che mi ero rotta le scatole di un guardaroba strapieno e ridondante e mi sono messa d’impegno a cambiare le cose – partendo proprio dalle borse, il mio punto debole.

Così, ho venduto con successo diverse borse che non usavo praticamente più (vedi qui per consigli su come vendere bene le borse firmate e di marca che non usiamo più) e mi sono imposta un limite di due borse all’anno – un numero che mi permette di godermi i miei “possedimenti” senza generare una serie di “povere orfanelle” poco usate.

Così, mentre la scorsa primavera la mia scelta è caduta su una borsa abbastanza trendy al momento, la Gucci Dionysus, nel corso dell’estate ho riesaminato la mia situazione sul fronte borse e ho deciso che mi avrebbe fatto comodo una borsa chiara per tutti i giorni e, dopo aver valutato varie opzioni e averci riflettuto su mooolto a lungo, ho optato per una Prada Double Saffiano Medium nel colore Cammeo.

I motivi della mia scelta sono stati fondamentalmente questi:

    • La Prada Double è esattamente ciò che cerco in una borsa da usare ogni giorno e in mille occasioni: è capiente ma leggera e la sua tasca divisoria interna permette di mantenere alcuni oggetti organizzati e al sicuro.
    • Inoltre, la sua struttura minimal e quasi priva di hardware — bottoni ricoperti e una nuova targhetta di metallo per il nome sono i soli dettagli — la rendono senza tempo.
    • Il design, secondo me bellissimo e attuale, così tanto migliorato rispetto alla già nota e più spigolosa “Galleria”, trovo.
    • È a bassissima manutenzione. La pelle Saffiano è molto resistente (ho avuto modo di testarla in passato) e la borsa non sembra perdere la sua struttura nel tempo, cosa che mi dà molto fastidio in una borsa. Per pulirla basta una pezzolina umida e difficilmente “prende” colore dagli abiti.
    • Questa borsa è disponibile in 3 dimensioni: small, medium e large. Io ho scelto la media perché più adatta al mio fisico e alle mie esigenze.
    • Ha una tasca centrale con zip per piccoli oggetti come il telefono o il portafoglio (la borsa non ha altri taschini interni).
    • Viene fornita con una tracolla regolabile e rimovibile – per me, un accessorio assolutamente indispensabile perché spesso devo poter avere le mani libere, ad esempio per portarmi in giro il laptop o per fare qualche spesa di ritorno dall’ufficio.
    • Mi piace il fatto che sia una borsa strutturata, ma non rigida.
  • Ritirata ieri dopo una folle ricerca in tutta Italia da parte del gentilissimo personale Prada (purtroppo questa combinazione di colori non è più disponibile, ma ce ne sono molte altre davvero belle), l’ho già testata con vari abbinamenti e mi sembra davvero un colore incredibilmente versatile!

 

2 risposte a “Prada Double Saffiano: unboxing e recensione”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *