Passeggiando per Milano

Ogni tanto, circa ogni due mesi, mi piace trascorrere una giornata tutta milanese con qualche amica, per fare un po’ di shopping, guardare la gente, pranzare e cenare in posti carini e prendere un aperitivo osservando le persone di passaggio.

A Milano ho anche vissuto alcuni anni in passato, è una città che conosco bene; e tuttavia mi sorprende ogni volta vedere quanto sia mutevole e vivace e quante belle sorprese abbia sempre da offrire.

Immancabile puntata da Gucci… sempre divertente e personale gentilissimo!

Qui: da Prada per ritirare l’ultima borsa della mia mini collezione… (segue unwrapping/spacchettamento)

Ieri era una bellissima giornata di sole, quasi ancora estiva, e così con un’amica ho preso il treno al mattino abbastanza presto per una giornata un po’ “edonistica” (che, diciamocelo, dopo settimane di lavoro intensissimo ci stava proprio!!) e abbiamo girato tutto il giorno fino allo sfinimento.

Twin Set in via Manzoni

Di solito il nostro itinerario a vetrine parte dalla fermata della metro di Montenapoleone (tanto vale trattarsi bene… o quanto meno lustrarsi gli occhi 😉 !) . Le prime tappe sono lungo via Manzoni, con Twin-Set, Patrizia Pepe, Sandro, Maje e Manila Grace (quest’ultima ieri mi ha piacevolmente colpita per le bellissime stampe e fantasie… da tenere maggiormente presente in futuro!)

Una nuova scoperta di quest’angolo di paradiso dello shopping è stata un piccolo negozio di bigiotteria, Satellite Paris; vi linkerei il sito ma, credetemi, non rende giustizia al negozio dal vivo! Su pochissimi m2 (il negozio è davvero un buco) sono allineate meraviglie su meraviglie di orecchini, bracciali e altri bijoux!

Dopo queste tappe fisse, ci inoltriamo lungo via Montenapoleone in direzione centro. Anche se il più delle volte lo shopping nel Quadrilatero è più teorico che pratico, è comunque divertente entrare nelle varie boutique e farsi mostrare le novità; ma la cosa più divertente è senz’altro guardare la gente per strada, perché è uno di quei posti che attira persone davvero particolari… in tutti i sensi!  Lo ammetto, il people watching per me è sempre affascinante!

Selezione di stole e sciarpe da Gucci

A questo punto di solito è quasi ora di pranzo, quindi dopo aver fatto qualche commissione negli immancabili Sephora, Kiko ecc. (meglio la mattina, il sabato, perché nel pomeriggio le vie del centro si riempiono in un crescendo wagneriano fino a diventare davvero quasi impraticabili o, comunque, incredibilmente faticose.

Da Signorvino si può anche fare shopping di vini, la lista di etichette è davvero notevole…

Ormai abbiamo una piccola rosa di locali dove ci piace pranzare; l’ultimo della lista, che abbiamo scelto anche ieri, è Signorvino, che ho conosciuto grazie alla mia amica Silvia, un locale che pur essendo centralissimo (praticamente affacciato sul retro del Duomo) ha un suo stile, è divertente e affollato, ma anche arioso (per gli standard milanesi lo spazio fra i tavoli è davvero notevole!) e il menù molto ampio e variato (si va dalle insalatone ai primi e ai secondi fino a una serie di “assaggi” (vedi foto, ma la lista è davvero lunga e sono tutti belli & buoni), abbinabili a piacere, e a un elenco infinito di vini al bicchiere (o in bottiglia se si è in tanti) con molte etichette “bio”), il tutto a prezzi assolutamente onesti per la posizione e la qualità offerta.

Un altro locale molto gradevole dove pranzare in pieno centro a Milano è la Salsamenteria di Parma (da provare: i taglieri di salumi e formaggi accompagnati dal lambrusco della casa, da gustare nelle scodelline).

16720 passi più tardi, e dopo aver vagato ancora un paio d’ore e ormai stanchissime (e dopo un tentativo fallito di farci mostrare una cosa nel nuovo Tiffany aperto in Piazza Duomo… alla faccia della crisi, c’era una coda chilometrica da fare anche solo per rivolgere la parola a uno dei commessi, cosa che non ho mai visto succedere in nessun’altra città al mondo, anche se molto più popolosa. Mah.), con i piedi ormai a pezzi (fare shopping a Milano è uno sport estremo anche con le scarpe più comode), ci siamo trascinate di nuovo in via Manzoni, dove abbiamo coronato la bella giornata con un aperitivo degno di questo nome al bar Corsia del Giardino, situato in un piccolo cortile interno, vera oasi di pace che permette di sottrarsi in un nanosecondo al caos di un sabato pomeriggio milanese.

E così, con un bottino quantitativamente limitato ma qualitativamente assolutamente soddisfacente, siamo rientrate a casa!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *