Must have: Falabella Bag (recensione)

Oggi vorrei parlare della Falabella, It Bag disegnata dalla stilista Stella McCartney e proposta per la prima volta sulle passerelle nell’inverno del 2010. Da quel momento, la Falabella è diventata in pochissimo tempo un must da aggiungere alla propria “scuderia” di borse.

Il suo tratto distintivo, molto decorativo, è la catena intrecciata che segue il perimetro esterno della borsa. La linea moderna e versatile, lineare ma accattivante la rende subito molto popolare. La stilista, vegana convinta, segue fermamente la sua filosofia di vita anche nelle sue creazioni di moda, realizzando le sue collezioni senza materiali di provenienza animale. La Falabella è infatti realizzata in “vegan leather”, materiale che ne fa ben presto l’emblema di una moda “green” che va gradualmente prendendo piede e che coniuga lusso e sostenibilità.

Grazie al notevole successo riscontrato, questa borsa è diventata una costante nelle linee di collezione della McCartney e nel guardaroba di moltissime donne. È riproposta ogni anno in versioni nuove, fatte di materiali eccentrici ma sempre eco friendly. Ricami all’uncinetto, rafia, paillettes sono solo alcuni dei materiali insoliti e particolari che la stilista utilizza nel corso delle stagioni, dando vita a versioni della Falabella sempre nuove, ma immancabilmente caratterizzate dalla caratteristica catena.

La mia Falabella small nera, un modello basic…

Oggi la Falabella è disponibile in eco-pelle, finta nappa, finto shearling, finto cavallino e molti altri materiali – insomma ogni tipo di pelle che non sia vera pelle, nell’assoluto rispetto degli animali.

Le misure base sono tre: piccola, che misura 33×36 cm, media, che misura circa 40×40 e grande, 43×48 cm circa. La grande ha una forma allungata, spesso dispone di un accessorio extra, un porta-tutto (perfetto per il cellulare per esempio) agganciato all’interno tramite una catena, ed è l’ideale per chi è solito portare con sé molte cose in borsa e anche per viaggiare. La media ha una sagoma più quadrata, è pratica e comoda. La piccola (si fa per dire) è la più leggera di tutte. Esistono inoltre tutta una serie di misure ancora più piccole, realizzate soprattutto negli ultimi anni.

La Falabella è disponibile nella versione con catene oro e in quella con catene argento.

Il modello Falabella foldover small tote, a tre catene, ha la particolarità di poter essere trasformato in tre differenti formati grazie alle tre catene, dalla clutch (ripiegata su se stessa e portata a mano) alla pochette, da tenere sotto il braccio e alla maxi bag se indossata a spalla unendo due catene.

I prezzi della Falabella partono da circa 725€ per il formato piccolo (con tre catene), 685€ per quello medio e a partire da 735€ per quella grande. Spesso, specie nel commercio online, è tuttavia possibile trovare ottime offerte (io ho pagato la mia nera a due catene 480 euro con un codice sconto di Capodanno su runin2.com, per esempio).

Nonostante sia stata un’entusiasta della prima ora di questa borsa, la mia “storia” personale con la Falabella è stata un po’ travagliata: di Falabella ne ho avute infatti ben quattro: una prima nera large, risultata troppo grande per me e poi rivenduta. Una tre catene tortora scuro, modello bellissimo in condizioni “ideali” ma che personalmente trovo poco pratico, rivenduta anch’essa. Un modello in sé bellissimo color cammello con catene oro rosa, rivenduto perché non abbinabile con quasi niente e inadatto ai miei “colori” personali. Ho trovato pace solo con l’acquisto della small bag nera con catena argento, che uso da diversi anni con soddisfazione.

Vantaggi:

  • È una borsa molto scenografica, che illumina qualsiasi outfit grazie alla catena.
  • Scelta nella versione small, è comoda e leggera.
  • È una borsa dalla linea fluida che segue le linee del corpo.
  • La versione large possiede un pratico portaoggetti.
  • La versione a tre catene, anche se secondo me difficile da portare e poco capiente, si trasforma anche in clutch all’occorrenza.
  • È una borsa che per stile è adatta sia per il giorno che per la sera (la catena ne fa un accessorio gioiello che riflette la luce serale).
  • È realizzata in materiali di origine non animale.
  • È una borsa che non passa inosservata! Credo infatti sia la borsa per la quale ho ricevuto più commenti, domande e complimenti, anche da persone del tutto estranee al mondo della moda.

Svantaggi:

  • La versione large può risultare un po’ pesante e la catena, se portata a spalla nuda, può “incidere” sulla spalla.
  • La versione a tre catene secondo me è poco capiente (almeno se si vuole mantenere la linea originaria della borsa) e non comodissima da portare. In pratica, ripiegata su sé stessa è bella solo se semivuota.
  • Non può essere riempita troppo se si desidera mantenerne la linea originale. Il modello a tre catene, in particolare, può contenere solo pochissimi oggetti, a meno di stravolgerne completamente la linea.
  • Le catene tendono a rovinarsi un po’ con il tempo (anche se a me non è ancora successo).

Vi lascio come al solito una carrellata di foto tratte da Pinterest dedicate a questa borsa…

 

Cosa ne pensate? A voi piace?

 

xxx

 

Una risposta a “Must have: Falabella Bag (recensione)”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *