Must have: Balenciaga City (recensione)

Oggi vorrei recensire un’altra borsa della mia collezione, tracciandone un po’ la storia e parlandovi di quelli che, secondo me, sono i suoi pregi e i suoi difetti: la Balenciaga City.

La Balenciaga City Bag, nota anche con il nome di Le Dix Motorcycle, nasce nel 2003 grazie all’estro creativo di Nicolas Ghesquière, definito dalla nota giornalista di moda Suzy Menkes “il più originale e intrigante designer della sua generazione”.

Da quel momento, la City Bag di Balenciaga affascina moltissime donne di tutto il mondo, trasformandosi in una vera e propria icona di stile.

Oggi, chi parla di borse Balenciaga ha in mente immancabilmente l’iconica City Bag, borsa morbida e destrutturata dall’animo poco bon ton, ma incredibilmente chic, caratterizzata da un design geometrico e da uno stile rock che ben si abbinano a questa borsa versatile, comoda ed estendibile, che assecondare nel quotidiano le esigenze della vita frenetica delle donne di oggi.

Tra le caratteristiche essenziali di questa bag troviamo anche un pellame particolare, che ne avvolge la struttura creando una foggia regolare, un pellame che diventa sempre più bello nel tempo, invecchiando.

Altri requisiti del modello sono la tasca a cerniera sul fronte, i manici con grandi impunture a rilievo, le borchie e le zip arricchite con delle frange, che conferiscono alla City un tocco vagamente grunge.

Le maniglie, dure e spesse, ne fanno una valida compagna di viaggio di ogni donna; il supporto da spalla, poi, la rende ancora più indossabile e utilizzabile nell’arco della giornata. Ma la City deve la sua preziosità anche agli interni molto curati, dove è riportato anche il codice numerico 115748, identificativo della City Bag, che ne garantisce fra l’altro la manifattura interamente italiana (una caratteristica da esaminare in caso di dubbi riguardo all’autenticità).

La borsa è dotata inoltre di un pratico specchietto estraibile.

Moltissime le VIP e le celebrities che amano questo modello: Kate Moss, Olivia alermo, Lindsay Lohan, Nicole Richie, Vanessa Hudgens , tanto per citarne solo alcune.

Il prezzo per una classica City Bag si aggira attorno ai 1500 euro circa.

La mia storia personale con la City Bag, a dire il vero, è piuttosto travagliata: l’ho amata molto a tratti, per poi accantonarla quasi del tutto per qualche tempo: la mia prima City era di un color sabbia molto “giallo” e, per me, difficile da abbinare; la seconda, pur bellissima nel colore e nel pellame (grigio tortora con maxi borchie oro rosa), l’ho usata moltissimo, ma dopo alcuni anni mi ha stancata ed è stata rivenduta.

Ora ne possiedo una rossa, che uso abbastanza spesso e che penso di tenere ancora per anni.

Ma vediamone subito pregi e difetti:

I vantaggi:

Pellame bellissimo che migliora nel tempo

Una gamma di colori grintosa ed elegante

Borsa versatile e destrutturata, che asseconda le esigenze di ogni donna

Pratica taschina interna

Peso davvero molto contenuto

Dettagli grintosi

Può essere indossata al braccio oppure, grazie alla tracolla, anche a spalla

Gli svantaggi:

Per me, non è una borsa adatta proprio a tutte le occasioni: il suo aspetto grintoso e un po’ rock, unito alle dimensioni medio grandi, ne fa infatti una borsa più adatta a certi stili e a certe occasioni che ad altri

La tracolla è davvero corta, anche per portare la borsa a spalla

Come già fatto per altri modelli, consiglio di valutare un buon usato garantito e autenticato, ad esempio nel gruppo Facebook tutto italiano Pinkcorner, costituito da compratrici e venditrici private e quindi esente da commissioni (offre anche un servizio di autenticazione online offerto da valide volontarie!) o su siti di vintage di lusso come vestiairecollective.com.

A voi piace la Balenciaga City? Ne possedete già una o è sulla vostra wishlist?

Chiudo come sempre con una gallery fotografica della borsa indossata.

 

 

 

Back to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: