Moda estate 2018: flower boom

Ho creato una bacheca dedicata ai look floreali. Nel mio profilo trovate tante altre bacheche di moda e lifestyle: seguitemi per vedere di più

È una delle grandi tendenze moda dell’estate 2018, destinata a protrarsi per tutta l’estate (e forse anche oltre): sto parlando delle stampe floreali che stanno invadendo i negozi e le boutique, ma anche i social media e soprattutto le nostre strade!

Personalmente, lo confesso, sono più tipo da tinte unite o da stampe geometriche: le stampe floreali le vedo bene sulle altre, ma rischiano a volte di rendere eccessivamente leziosa chi le indossa, di appesantire la figura o di regalare un’allure vagamente “donzelletta“/”tea time nelle Cotswolds“.

Ecco allora alcune idee per scoprire come indossare e abbinare al meglio i capi a fiori del momento.

Fare i giusti abbinamenti, secondo me, non è sempre facile quando parliamo di stampe floreali.

Il floral print può essere utilizzato su diversi capi d’abbigliamento, dai pantaloni stampati agli abitini svolazzanti, lunghi o corti, dalle gonne alle T-shirt, dai costumi da bagno agli accessori, borse e scarpe incluse.

La gamma di trame fiorate è pressoché infinita e spazia da quelle più intense alle più impalpabili e delicate, da quelle a teneri fiorellini naif ai grandi fiori distanziati: scegliere quella che fa al caso nostro è solo questione di gusti personali.

 

(Tutte le immagini sono tratte da Pinterest)

Come sempre, le prime regole da seguire dovrebbero essere dettate dal buon senso e sono perciò identiche a quelle valide per qualsiasi altra tendenza.

La prima regola, secondo me, è quella di scegliere un taglio, un motivo e colori adatti al nostro tipo fisico, ai nostri colori personali (capelli, occhi e soprattutto incarnato), in modo da esaltare i nostri pregi e da minimizzare eventuali difetti. 

In linea molto generale, un tessuto dai fiori grandi ha l’effetto di appesantire la silhouette, mentre un motivo a fiori piccoli sortisce l’effetto opposto, quello di snellire la figura. Questa regola però va relativizzata con i “nuovi” tipi di motivi floreali: esistono ad esempio stampe a fiori grandi e un po’ geometrici, molto distanziati tra loro, che regalano un effetto moderno, non ingrossano e donano praticamente a tutte.

Per quanto riguarda il tipo di tessuto, meglio evitare i tessuti che creano volume, preferendo invece quelli più leggeri e impalpabili, fino ad arrivare allo chiffon, che regalano eleganza senza creare volume.

In fatto di abbinamenti, le scarpe possono essere scelte in un colore neutro oppure riprendere uno dei colori presenti nel tessuto.

Fiori abbinati a graphic T-shirt e giacche a quadri, per un effetto molto di tendenza

Meglio evitare accessori fiorati ma diversi dal tessuto del vestito: creare un mix and match riuscito con due motivi floreali diversi, infatti, è molto difficile; meglio allora spezzare il fiorato con altre fantasie, come le righe o una T-shirt a motivo grafico, per esempio.

Mix & Match di floreali: un’arte difficile da padroneggiare.

Ma vediamo quali sono i capi più “facili” da integrare nel guardaroba per sfruttare appieno il potere del “flower power”!

1. Un vestito a fiori

Colorato e femminile, un abito è spesso il modo più semplice per creare un outfit floreale, perché non richiede particolari sforzi di abbinamento.

Inoltre per sua natura il floreale, se scelto con cura, copre una molteplicità di occasioni d’uso, da quelle più casual e quelle più eleganti.

2. Una blusa a fiori

Male che vada, d’estate l’abbinate a un jeans, blu, nero o bianco, e avete risolto. Aggiungete un bel paio di sandali e magari un blazer e avrete un outfit completo e di tendenza.

3. Un paio di pantaloni o una gonna  fiori

È un’ottima soluzione per chi, come me, non sempre si vede bene con un tessuto fantasia accostato al viso. Inoltre, un “sotto” accostato a un top o a una maglia tinta unita creano un look moderno e e raffinato, debellando l’effetto “too much” o “campagnolo” che un eccesso di “flower power” può regalare.

4. Un bikini a fiori

Può essere un investimento furbo anche e soprattutto per chi ama “spezzare” i propri bikini, abbinando un pezzo fantasia a uno tinta unita – meglio se in un colore neutro o in una delle tonalità presenti nello stesso motivo floreale.

5. Per le più trendy: un kimono a fiori

A me piacciono molto, anche se finora il mio l’ho messo poco. Creano un effetto fantastico indossati sui jeans skinny o sugli shorts; l’importante è che, sotto, la silhouette rimanga sottile.

Inoltre, un bel kimono a fiori farà molta scena anche in spiaggia, utilizzato come copricostume!

6. Un capospalla a fiori

Io ho optato per un bomber a fiori, ma anche un blazer può essere un alleato perfetto per un’estate alla moda.

Quando si indossano capi o addirittura outfit completi a motivi floreali, è importante mantenere i gioielli molto minimal; la regola più importante, infatti, è che il capo floreale che indossate è il vero protagonista del vostro look – e perché spicchi al meglio creando un effetto moderno e di tendenza deve poter brillare di luce propria.

Dove trovare un’ampia scelta di capi e accessori “flower bomb”?

Come sempre, vi lascio con qualche suggerimento, scelto tra i miei preferiti del momento!

 

Gonna asimmetrica a fiori, VICI Collection

Per un’ampia scelta di vestiti a fiori di ogni tipo, vedi qui

Ampia scelta di capi floreali anche qui

Una risposta a “Moda estate 2018: flower boom”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *