Il fascino discreto della shopping list

Lo ammetto, non sono mai stata brava con le liste. Nel privato, quanto meno, non sono il tipo coscienzioso e ben organizzato che fa liste – liste di cose da fare, da comprare, da ricordare.

L’unico ambito in cui sto iniziando (timidamente) a usare il potente strumento della shopping list è quello del guardaroba.

A trattenermi, finora, era un po’ l’idea (non sempre giusta) che lo shopping dovesse soprattutto divertire, emozionare, sorprendere. E l’idea di fare acquisti in qualche modo pianificati, invece di scoprire chicche e veri e propri affari qua e là e in modo del tutto imprevisto e improvvisato, mi allettava meno.

Purtroppo molte di queste “chicche” – alias acquisti d’impulso – hanno anche un risvolto della medaglia: spesso si rivelano delle totali, colossali delusioni, lasciando magari dietro di sé anche un vago senso di colpa (almeno nel mio caso, perché solitamente sono razionale e decisamente portata per la gestione delle finanze).

Per questo, ho deciso di provare – almeno per una parte del mio shopping – a stilare una shopping/wish list delle cose che davvero mi servono o quanto meno che desidero assolutamente.

Ma quali sono i vantaggi? Ho provato a elencarne alcuni.

  1. Fare una lista obbliga a pensare in anticipo ai propri acquisti. Così facendo si ha la possibilità di definire obiettivi di shopping e di guardaroba specifici. Gli acquisti impulsivi/compulsivi che poi si riveleranno fallimentari diventano così molto meno probabili. Anche in questo caso, un po’ di pianificazione è vincente!
  2. Stilare una lista di solito permette di distinguere le necessità dai semplici desideri. Mettere tutto nero su bianco aiuta a stabilire se qualcosa arricchirà davvero il nostro guardaroba o se è solo “voglia di qualcosa di buono”. Ci si accorgerà che cose che assolutamente volevamo in realtà le abbiamo già – o almeno qualcosa di molto simile. Fare questo esercizio per iscritto è molto più efficace che limitarsi a pensarlo.
  3. Si risparmia. Una volta stesa la vostra shopping list, può essere utile fare un giro a negozi o navigare un po’ tra i vostri online store preferiti. Sapendo già cosa volete, potrete limitarvi a confrontare singoli oggetti e, spesso, arriverete molto i fretta a trovare l’alternativa migliore e con il miglior rapporto qualità/prezzo. Se avete un budget per lo shopping, sapendo in anticipo cosa volete acquistare saprete facilmente anche quanto andrete a spendere e come vi conviene allocarlo, ottimizzando così anche il lato dei costi.

4 Si risparmia tempo. Il tempo è prezioso e una shopping list vi aiuta a non sprecarlo. Non dovrete più vagare per negozi cerando di capire cosa potrebbe servirvi (o cosa potreste volere). Anche una volta in negozio, perderete molto meno tempo, sapendo già cosa cercare esattamente o chiedere alla commessa. Un vantaggio competitivo non indifferente rispetto alle shopping addict impazzite! 😉

5 Più divertimento e meno stress. Con una lista vi liberate dallo stress da “ansia di prestazione” (trovare tutto ciò che vi serve, che desiderate o spuntare l’affare migliore e farlo prima che sparisca!). Tutto ciò che dovrete fare è seguire la lista, comprare il giusto e poi tornare a casa e rilassarvi.

6 Una lista può essere condivisa, magari con le vostre amiche modaiole. Consultarsi è sempre utile e interessante, oltre che divertente! Chissà, magari una di loro ha già adocchiato esattamente quello che state cercando, oppure è in possesso di un codice sconto davvero buono da passarvi!

7 Niente più acquisti dettati dal panico! Basta con gli acquisti impulsivi, indotti dal fatto che “ci sono i saldi, tutti ne approfittano, allora anch’io!”. E, senza acquisti d’impulso o dettati dal panico, ci saranno anche meno rimorsi e pentimenti.

8 Una maggiore disciplina. Lo so, la parola “disciplina” evoca immagini tutt’altro che divertenti, facendo apparire lo shopping folle e incontrollato il massimo dello spasso. Ma la sensazione regalata dal fatto di essersi posti degli obiettivi e di averli raggiunti dà comunque una certa soddisfazione. Così come il sapere di essersi sottratti agli impulsi più subdoli del consumismo, a vantaggio di uno shopping più soddisfacente e ragionato.

Una curiosità: ricerche scientifiche hanno dimostrato che fare la spesa alimentare con una lista favorisce il dimagrimento e il mantenimento di un peso sano ed equilibrato. I motivi sono esattamente quelli citati – basta adattarli al contesto alimentare!

Detto questo penso che, comunque, ci sia spazio anche per la sorpresa e l’avventura, nel fare shopping. Perché diciamolo, ogni tanto è proprio quando non stiamo cercando niente di preciso e giriamo un po’ a vetrine senza avere in mente niente di concreto che spuntiamo quei pezzi – capi e accessori – che finiamo con l’amare visceralmente e a lungo e a sentire più nostri!

Ma una cosa non esclude l’altra e, anzi, la shopping list libera sicuramente risorse da destinare appunto a queste piccole e bellissime sorprese!

La mia personale shopping list per i prossimi mesi, per il momento, è limitata a qualche oggetto soltanto:

  1. Jeans o pantaloni rossi
  2. Abito di maglia grigio
  3. Borsa Evelyne III color cuoio

(Foto: Pinterest)

Back to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: