Cosmetici: “vuoti” degli ultimi 45 giorni e cosa ho comprato


In queste ultime settimane ho continuato con la mia campagna di decluttering degli armadietti del bagno e ho davvero finito una grande quantità di cosmetici.

Rispetto ai miei sforzi di contenimento dello shopping superfluo e di razionalizzazione del guardaroba, essere un po’ più risoluta con i cosmetici mi riesce molto più facile, devo ammettere, anche perché a differenza di una bella borsa un cosmetico non scatena praticamente mai i miei più bassi istinti di shopping, anzi; riesco a essere piuttosto razionale, almeno in quello!

Una persona mi ha chiesto perché raccolgo e fotografo i “vuoti” (una moda un po’ virale seguita da molte blogger).

Per me, i vantaggi sono soprattutto due:

  • vedere il “bottino” di cosmetici finiti (oltre agli armadietti sfoltiti, naturalmente) mi motiva a continuare in questa sana campagna anti-spreco
  • il fatto di raccogliere i vuoti e poi smaltirli tutti insieme mi aiuta a separare e riciclare ancora meglio i vari vuoti. Se li buttassi via uno alla volta, è probabile che i contenitori sarebbero separati in modo meno rigoroso.

Comunque, come dicevo negli ultimi 45 giorni circa ho finito davvero una grande quantità di prodotti e una serie di campioncini: le foto hanno sorpreso persino me!

Senza passare al vaglio ogni singolo prodotto, ho deciso comunque di fare una breve analisi di quanto appena consumato:

Prodotti evitabili in futuro:

  • la lacca Elnett, comprata più che altro in seguito alla visione di vari tutorial su come farsi le onde con la piastra (per pigrizia uso un unico strumento per i miei capelli, la piastra a vapore Steampod 2.0 , sicuramente uno dei migliori investimenti mai fatti per i miei capelli).

Alcune Vlogger suggeriscono di spruzzare la lacca sui capelli PRIMA di ondularli, ma personalmente non ho avuto grandi risultati. Come potrete notare anche dai miei selfie, i miei capelli tendono comunque un po’ a vivere di vita propria, per cui non penso che ricomprerò questa lacca.

In quanto all’effetto anti-umidità, fortunatamente non vivo in un posto umido e comunque in località davvero umide non ho mai notato un effetto davvero protettivo.

Anche i diversi campioni di creme e sieri Chanel utilizzati in questo periodo non mi hanno realmente convinto; li ho trovati molto blandi, anche se con profumazioni molto gradevoli, e dunque non meritevoli di essere acquistati, tanto più a fronte del prezzo decisamente elevato. Tra questi, le mie preferenze vanno sicuramente alla crema occhi Le LiftAnche il trattamento del fine settimana Le Weekend de Chanel, a base di acido glicolico, non mi ha convinto neppure al secondo tentativo (l’anno scorso mi ero già regalata la confezione grande), ma può essere un prodotto interessante per chi ha una pelle che reagisce bene all’acido glicolico (la mia sembra preferire il retinolo).

Tra gli “evitabili” metto anche due prodotti detergenti viso entrambi schiumogeni (uno di Kiehl’s, l’altro di Ole Herikssen) per un puro discorso di preferenze personali – la mia pelle predilige decisamente la cara vecchia accoppiata latte detergente & tonico. Tuttavia il detergente Ultra Facial Cleanser di Kiehl’s trovo sia un ottimo prodotto per chi ama questo tipo di detersione, perché è davvero delicato e ha un profumo buonissimo!

Tra i miei personali “must have”, invece, ci sono prodotti che uso più o meno sempre e che mi sono ormai indispensabili, per cui o li avevo tra le scorte o li ho ricomprati non appena finiti:

  • Gocce magiche autoabbronzanti Corpo-Gambe di Collistar, un prodotto che uso già da secoli e non solo per il corpo: è infatti anche il mio preferito per il viso (solitamente lo applico SOPRA il siero e la crema notte) per un colorito sano (ho la pelle chiarissima purtroppo) durante tutto l’anno.

Questo prodotto regala un colorito leggermente ambrato già nell’arco di una notte. Per un effetto più leggero e graduale, esiste anche lo specifico prodotto viso, Gocce Magiche Ultrarapide Viso, sempre di Collistar, altro validissimo prodotto (io sono impaziente e sbrigativa e ne uso ormai uno solo per tutto).

  • Acqua Micellare Bioderma . La migliore acqua micellare in circolazione, secondo me, e quella meglio tollerata dai miei occhi ultra delicati. Uso Amazon per fare scorte, arriva alla svelta e sempre freschissima.
  • Crema viso Ystheal Intense. Anche in questo caso, uno dei miei must-have assoluti che ricompro di continuo.

I prodotti che probabilmente (ri)comprerò

  • Redermic C  crema antirughe rimpolpante. Ho usato solo un campione di questa crema per qualche giorno di fila, ma l’ho trovata molto valida. La presenza di vitamina C rende anche un po’ più vitale e colorita la pelle. La texture è di facile assorbimento. Inoltre contiene un filtro solare SPF 25 che non guasta mai. Potrebbe essere la mia futura crema giorno, una volta finite quelle che sto esaurendo attualmente. Ho trovato una descrizione più dettagliata qui.

Un altro “tormentone” che uso da una vita, non solo per l’efficacia, ma anche per la piacevolezza che regala, soprattutto applicato dopo una giornata sugli sci o in spiaggia, ma anche in ogni altro momento dell’anno! Se non l’ho ancora ricomprato, è solo perché voglio finire prima altri sieri con una funzione analoga e credo che la pelle benefici di qualche “vacanza” dai prodotti che usiamo abitualmente!

Prodotto geniale per regalare una maggiore intensità di colore ai capelli tra una tinta e l’altra. Esiste anche per tutti gli altri colori di capelli. Lascia inoltre i capelli ben nutriti e lisciati, ma per nulla appesantiti. Promossissimo!

New Entry del mese

Prodotto a base di un derivato del retinolo di ultima generazione, ha il vantaggio di essere contenuto in un olio molto stabile, lo Squalane, che mantiene l’efficacia del principio attivo nel tempo. Inoltre da altre recensioni pare che non dia alcun problema di irritazione della pelle, neppure a soggetti ipersensibili al retinolo e derivati. Prossimamente linkerò una recensione più completa trovata online. Io lo uso da una settimana circa e sono molto soddisfatta per ora.

 

 

 

 

 

2 thoughts on “Cosmetici: “vuoti” degli ultimi 45 giorni e cosa ho comprato

  1. Anch’io sento la necessità di accumulare e raccogliere i flaconi vuoti, per me è gratificante
    rendermi bene conto di quanto sono stata brava a smaltire ciò che ho accumulato! E anche a me, da la necessaria spinta per continuare a farlo ! Purtroppo, io da un anno ho una nuova fissa cosmetica : i prodotti bio ( o quasi bio ) per i capelli ( mi hanno dato ottimi risultati nonostante sia costretta a farmi tingere la ricrescita per ben due volte al mese ! ), soprattutto shampoo . Ne ho accumulati un bel po’ e mi sembra di non averne mai abbastanza .
    Almeno però, ho la giustificazione del dover lavare i capelli molto spesso!

    1. Secondo me ogni tanto ci vogliono anche le fasi di sperimentazione, tanto più se , come nel tuo caso, ti portano a fare scelte più salutari! (Io sono abbastanza rigorosa sull’alimentazione, Per dire, ma con i cosmetici non sono ancora riuscita a staccarmi da quelli convenzionali)!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: