Cosa ho comprato in novembre

Da quando, qualche anno fa, ho deciso di seguire un approccio un po’ più moderato e consapevole al mio shopping di abbigliamento e accessori, ho deciso di passare in rassegna a ogni fine mese gli acquisti effettuati nel mese appena concluso, in modo da avere sempre ben presente cos’ho di nuovo nel mio guardaroba e da evitare la smania di comprare altri oggetti simili. Altre rassegne di fine mese sono visibili quiqui .

Secondo me, infatti, uno dei problemi dello shopping troppo frequente è proprio che tende a far dimenticare quello che si ha già o comunque ad apprezzarlo poco, focalizzandosi invece su quello che si potrebbe o vorrebbe avere di nuovo.

Personalmente non tengo un conto esatto delle spese fatte, né faccio budget, perché sono quello che un americano definirebbe un “chronic underspender” e non per una precisa volontà, è così e basta. La pratica del budget è però utile in molti casi; nel mio caso specifico, cerco di rispettare in linea di massima un limite di 3-4 nuovi acquisti al mese (mese più, mese meno), perché ho notato che così facendo riesco a godermi i miei acquisti e a integrarli meglio nel mio guardaroba esistente senza sentirmi sopraffatta dalla “robba”.

Il proprio “limite ideale” è qualcosa di molto soggettivo, trovo: mi è capitato di discuterne con molte persone, soprattutto donne, e mi sono resa conto che le persone si dividono sostanzialmente in due categorie: quelle (come me), che tendono a sentirsi sopraffatte rapidamente dagli eccessi, dalle grandi quantità di oggetti e che vivono meglio in un ambiente un po’ vuoto e minimal e circondati da poche cose e quelle che, invece, sentono il bisogno di essere costantemente circondate da tante cose, da un’abbondanza di beni materiali, perché altrimenti soffrono di una sensazione di “scarsità“.

Per me, novembre è stato un mese più spendereccio di altri  per due motivi:

  • è il mese in cui cade il mio compleanno e tendo verso una certa autoindulgenza; quest’anno sono riuscita quanto meno a catalizzarla verso l’acquisto del mio auto regalo di compleanno e di Natale (che non ho ancora ricevuto) e non ho comprato altro. Non ho neppure ricevuto abbigliamento per il mio compleanno, per cui mi sento a posto su questo fronte;

  • è il mese del Black Friday: qui, nonostante mi fossi ripromessa di stare alla larga dalle offerte e mi fossi preparata prima (ho acquistato cosmetici che effettivamente mi servivano e che uso durante tutto l’anno con un 30% di sconto), mi sono lasciata un po’ andare e ho preso: una blusa bianca con volant, un abitino nero da mettere adesso per le uscite serali e le sere di festa, un cappottino leopardato (che non mi è ancora arrivato e che, se non mi convince, renderò) e degli stivali over-the-knees neri, che invece erano un acquisto pianificato.

Insomma, alla fine poteva andare peggio – molto peggio!

Al tempo stesso, ho capito che non sono poi così immune dai canti di sirene del Black Friday come credevo e che devo essere più vigile 😉 . A questo proposito, credo che l’unico modo per riuscirci sia stare alla larga dai negozi, sia fisici (questa è la parte facile perché detesto la ressa e di giorno lavoro) che online (questo è molto più difficile!).

I miei acquisti in foto:

Abitino nero Asos:

 

Blusa bianca Zara:

Stivali over-the-knee ALDO (via Zalando):

Infine, l’acquisto ancora in forse che mi riservo di valutare al suo arrivo e che in caso di dubbi anche solo minimi renderò senza pietà: cappottino di eco pelliccia foderato in piumino leggero Patrizia Pepe (sold out ovunque, per cui niente link)

Mi rendo conto che questo mese di novembre è stato un po’ all’insegna dell’acquisto leopardato, il che mi fa un po’ sorridere perché si tratta senz’altro di una casualità: anche se trovo che gli accessori leo print siano un grande classico che si abbina molto bene a uno stile minimal chic, infatti, la stampa animalier non è mai stata particolarmente presente nel mio guardaroba.

Obiettivi legati al guardaroba per dicembre: possibilmente non comprare assolutamente niente.

Decluttering: far passare il settore maglie e regalare le cose che non metto da anni ancora in buono stato.

 

 

 

 

Back to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: