Come risparmiare tempo e denaro facendo shopping online

   Tutte le immagini sono tratte da Pinterest

Vivo in una città in cui i negozi sono diventati ormai una rarità: pochissime le nuove aperture a fronte di numerose chiusure, unite a un fenomeno di estremizzazione dei brand ancora presenti (in pratica, siamo rimasti con il super low cost e pochi negozi di lusso, come ad esempio Hermès, dove personalmente non mi verrebbe mai in mente, non so, di comprare i jeans!)

Per questi motivi, e anche per praticità e per il poco tempo a disposizione, a parte qualche spedizione a Milano mi ritrovo spesso a fare shopping online, un canale che offre numerosi vantaggi:

  • una vastissima scelta di marchi e oggetti
  • prezzi spesso estremamente competitivi
  • la possibilità di ricevere le cose ordinate comodamente a casa
  • in alcuni casi (pochissimi in Svizzera, ma con qualche lodevole eccezione, quanto meno dal 2016), la possibilità di provare le cose comodamente a casa e poterle rendere se non vanno bene

tanto per citarne solo alcuni.

In anni e anni di online shopping (sono stata un’early adopter) ho elaborato una serie di consigli che consentono di risparmiare tempo e soprattutto denaro quando si fa shopping online:

1 Controllare SEMPRE la politica dei resi

Questo aspetto, che in passato ho purtroppo molto trascurato (ed è responsabile del 95% dei miei “scheletri nell’armadio”, perché io di mio sarei piuttosto decisionista), è invece fondamentale.

Cercate di acquistare sempre da online store che offrono il reso gratuito (o comunque a bassissimo prezzo) e possibilmente facile (Zara è esemplare sotto questo aspetto, ma anche Asos e Zalando hanno ottime policy). Dopo essere stata scottata tante volte, ormai mi costringo ad acquistare quasi esclusivamente da questi siti (a meno che non sia davvero molto sicura della mia taglia di un determinato brand o non abbia già avuto modo di provare l’oggetto dei desideri dal vivo).

2 Cercare SEMPRE di conoscere il più esattamente possibile la propria misura di un determinato brand/negozio.

Purtroppo questa è un’abilità che si sviluppa nel tempo e i cui risultati dipendono in larga misura dal negozio stesso: alcuni (specie gli americani) sono esemplari: indicano la misura internazionale e locale, la taglia indossata dalla modella (quest’ultima indicazione mi è sempre molto utile, non perché abbia un fisico e soprattutto una statura da modella, ma perché è un eccellente punto di riferimento) e, spesso, anche indicazioni supplementari, tipo “veste stretto rispetto ad altri capi della stessa marca”. Alcuni siti americani, come J.Crew, sono addirittura così avanti da pubblicare le recensioni di chi ha già acquistato un certo oggetto, con tanto di pareri sulla vestibilità. Utilissimo!

3 Selezionate i vostri online store. Inutile dirlo, la tentazione è forte: i nuovi punti vendita online spuntano come funghi offrendo spesso prodotti e condizioni davvero allettanti. Ciò nonostante, negli anni ho selezionato una rosa di negozi online a cui sono rimasta piuttosto fedele nel tempo, perché non mi hanno mai deluso. Questa tattica offre anche il vantaggio di non dover scremare tra milioni di oggetti, beneficiando già di una selezione di abiti e accessori dei nostri brand preferiti e in linea con i nostri gusti estetici personali.

4 Consultate le foto di dettaglio e usate lo zoom!

Incredibile quante cose non dette nel descrittivo dell’oggetto fornito dal sito si rivelino subito all’occhio con questi due semplici accorgimenti.

5 Googlate il capo o l’accessorio dei vostri sogni e cercatelo su Pinterest, aggiungendo “+ style”!

Tanti siti, come ad esempio Revolve Clothing o Yoox, utilizzano vari accorgimenti per far sembrar l’oggetto diverso e possibilmente migliore di com’è in realty. Spesso, vedendolo indossato e “inscenato” dalla modella del sito, è difficile farsi un’idea di come potrebbe stare indossato da un’altra donna con una fisicità magari diversa ecc.

Vedere l’oggetto indossato da varie blogger o perfette sconosciute (o a volte anche da modelle di altri siti, ma con una fisicità differente) aiuta a farsi un’idea di come l’oggetto è fatto davvero, senza essere stato prima photoshoppato, puntato con gli spilli sulla schiena ecc. o di come veste se si pesa più di 34kg. Non so quante volte questo trucchetto mi ha evitato colossali fregature o anche semplici delusioni.

6 Consultate eBay

Non sono un’esperta di acquisti su eBay, ma qualche volta mi è capitato, in presenza di oggetti esageratamente costosi o semplicemente esauriti nella taglia e nel colore cercati, di cercare lo stesso oggetto su eBay. Incredibile a volte quali affari si riescono a fare su questa piattaforma, dove spesso l’oggetto dei nostri sogni risulta spesso disponibile, nuovo e ancora cartellinato, a una frazione del prezzo.

7 Evitate gli acquisti indotti da sconti e saldi!

Gli acquisti indotti da un prezzo basso sono quasi sempre un errore, perché effettuati d’impulso e sulla base di una logica sbagliata. Diversa è la situazione se troviamo in saldo un oggetto che avremmo preso anche a prezzo pieno, perché ci serve o lo desideriamo davvero.

8 Cercate con Google eventuali codici sconto.

A me è capitato di trovarne di davvero ottimi, non pubblicizzati dal sito, in momenti in cui sul sito stesso tutto era ancora a prezzo pieno. In Italia ci sono siti come Codicesconto a cui è possibile iscriversi, mentre a livello internazionale è spesso utile Ebates, che offre anche un programma di cashback.

9 Se fate molti acquisti online, può risultare utile acquistare da grandi siti multimarca, in modo da “cumulare” i vostri acquisti risparmiando così sulle spese di spedizione.

Io utilizzo spesso Asos per questo motivo (qui tra l’altro le spese sono gratis).

10 Provate l’app Shoptagr  !

Si tratta di un’app intelligente che può essere utilizzata da PC, tablet ecc. che consente di salvare gli oggetti che state “tenendo d’occhio”, ricevendo comodi avvisi se l’oggetto scende di prezzo, va in saldo, sta per esaurirsi o viene rifornito. Senza perdite di tempo e continue consultazioni di molteplici siti. L’avevo scaricata tempo fa e testata, ma poi ho lasciato perdere… da riprendere assolutamente!

Back to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: