Come fare shopping da vere professioniste e trarre il massimo dai propri acquisti

In questi giorni di grande caldo e saldi ormai avanzati, la tentazione di fiondarsi nei negozi con l’aria condizionata e di dare fondo a bancomat e carta di credito è particolarmente forte.

Anche i saldi online non scherzano e, anzi, avendo poco tempo e amando la razionalità offerta dai siti di shopping online, quando ho 5 minuti sbircio volentieri su alcuni dei miei siti preferiti:

Sconti Amazon Moda

Calzedonia:



Il mio attuale preferito, Asos:



Stradivarius:

 



Diffusione Tessile:

e naturalmente molti altri ancora.

Tutte le vostre amiche parlano del loro shopping, sfoggiano gli ultimi acquisti estivi, decantano gli incredibili affari fatti un po’ ovunque: è così è facile lasciarsi prendere dalla frenesia di trovare l’ennesimo affare!

Ma quali sono le regole conviene seguire per ottimizzare i propri acquisti, fare shopping con soddisfazione e, soprattutto, vivere felici per molto tempo con i nuovi acquisti?

Esperienze empiriche pluriennali 😉 e la lettura di vari libri, blog ecc. mi hanno portata a elaborare questo decalogo.

1 – MAI FARE SHOPPING QUANDO SI È TRISTI, STRESSATE, ARRABBIATE E SOPRATTUTTO AFFAMATE/ASSETATE

Sì, perché non solo si rischia l’acquisto incauto che poi porta al pentimento quasi immediato, ma anche perché questi fattori possono provocare una rapida perdita di energia, elemento vitale per fare shopping di qualità, tanto più in periodi di saldi!

Per un po’ di dietrologia psicologica (quanto la amo!) sul perché e il percome facciamo shopping, ho trovato interessantissimo questo libro in passato.

2 – METTETEVI COMODE

Quando si fa shopping, conviene sempre vestirsi in funzione di quello che si cerca, in modo da essere veloci in camerino e da poter vedere, soprattutto, l’effetto del potenziale capo o accessorio come lo vorremmo abbinare davvero.

Se si è a caccia di top, gonne, pantaloni o shorts, conviene vestirsi in due pezzi; se l’oggetto agognato è un abitino, meglio indossarne già uno, abbinato a un paio di scarpe simili a quelle che di solito mettiamo con gli abitini.

3 – LASCIATEVI GUIDARE DALL’OCCHIO (E DALL’ISTINTO)

Quello che sembra poco razionale e ragionato spesso si rivela (per esperienza personale) una delle regole migliori da seguire: il nostro occhio sa istintivamente cosa ci piace, è adatto a noi, ci può star bene e si abbina con quello che abbiamo già. Assecondare questi istinti assicura senz’altro migliori probabilità di successo. Io per pre-allenare il mio occhio e il mio istinto modaiolo uso anche la mia bacheca Pinterest stagionale, dove raccolgo già un po’ di idee.

4 – PROVATE TUTTO

Detto questo, quando ci troviamo di fronte a una lunga coda di fronte ai camerini è facile lasciarsi prendere per sfinimento e comprare il capo dei nostri sogni senza provarlo. Invece, farlo è fondamentale! Secondo me, provare ogni.singolo.capo. aiuta a ridurre la percentuale di pentimenti e delusioni del 97% circa.

E se provare tutto in un negozio fisico vi stressa, tra caldo, ressa e lunghe file ai camerini, fate shopping online, preferibilmente su un sito che offre una vasta scelta e la possibilità di fare il reso comodo e soprattutto gratuito, come Asos.

5 – CONOSCI TE STESSO (E FAI UN BUDGET)

Molte persone sono convinte che i budget servano solo a chi ha problemi economici e che ci sia comunque qualcosa di vergognoso nel darsi dei limiti (o quanto meno ad ammetterlo) . Niente di più sbagliato: spesso sono proprio le persone che non hanno problemi di sorta ad essere maestre in quest’arte!

Un budget (o almeno un ordine di grandezza) non serve soltanto a chi si trova momentaneamente a dover risparmiare un po’: è utile in generale porsi un limite, almeno in linea di massima: tenendo conto dell’importo che abbiamo deciso di spendere si crea infatti automaticamente una tensione all’ottimizzazione. Se non siamo proprio convinti di un capo o di un accessorio, infatti, tenderemo a lasciarlo giustamente lì. Viceversa, il desiderio di comprare qualcosa di veramente bello “limerà” automaticamente piccoli acquisti spensierati che finiremo con l’indossare una sola volta – o anche mai.

6 – CONOSCI TE STESSO (E STUDIA UNA STRATEGIA)

Fa caldo, abbiamo sempre poco tempo, fare shopping sfianca dopo un po’ , specialmente in periodi di saldi. Per questo, invece di disperdere le nostre energie, conviene decidere subito dove andare a guardare, in funzione di quello che vogliamo prendere.

Studiate un piccolo itinerario di negozi, escludendo a priori quelli che non sono nelle vostre corde neppure a prezzo pieno (figuriamoci nei saldi) e quelli in cui non troverete di sicuro ciò che cercate.

Evitare inutili esposizioni a negozi che non ci sono utili, tra l’altro, aiuta anche a lungo termine ad avere un guardaroba coeso, armonioso e quindi soddisfacente.

7 – PRIMA DI COMPRARE, PENSATE AGLI ABBINAMENTI

L’affaraccio fatto ai saldi si trasforma rapidamente in soldi buttati se, una volta arrivate a casa, non si abbina assolutamente con niente. Io seguo la regola dei tre abbinamenti, che devono essere fattibili con quello che ho già. Ne ho parlato anche in questo post, dove trovate altre utili domande da farsi prima di arrivare alla cassa.

8 – VESTIBILITÀ ÜBER ALLES

 

Se c’è un criterio di cui tenere conto assolutamente è questo: o una cosa ci veste a pennello, o è da lasciare lì (a meno di essere sarte o di averne una davvero, davvero brava, comoda e non in vacanza).

Un capo che non ci fa sentire belle resterà nell’armadio, spesso ancora con i cartellini attaccati.

Questo libro è un’utilissima lettura quando si parla di questo e altri aspetti importanti quando si fa shopping.

9 – ISPEZIONATE I CAPI

E siate pignole! Se proprio una cosa (in saldo) ha qualche difetto, ma pensate sia rimediabile e la cosa vi piace davvero tanto, provate almeno a farlo presente: spesso vi faranno un ulteriore sconto senza tante discussioni.

10 – CHIEDETE AIUTO

Anche se qualche volta non sembra, le commesse sono lì per vendere e, pertanto, anche per aiutarti a scegliere e comprare. Pertanto, chiedete sempre assistenza: vi spetta di diritto, è sempre utile. Una brava commessa infatti non solo vi assisterà durante il processo di prova e di acquisto, ma magari saprà suggerirvi altri capi di vostro gusto, trovare la taglia ideale, scovare un colore ancora più bello o concedervi qualche altro sconticino.

 

 

Back to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: