Classici ma non troppo: la giacchina Chanel

(Tutte le immagini sono tratte da Pinterest)

Il capo di cui ho scelto di parlare oggi non è soltanto un classico del guardaroba, ma anche un capo tornato prepotentemente in auge proprio questa stagione – e quindi anche decisamente trendy: la giacca “Chanel” in tweed!

Si trova praticamente ovunque al momento, in mille fogge, versioni e colori, per cui… se volete aggiungerne una al vostro guardaroba, è il momento giusto per farlo! 😉

L’originale è stata ideata nel lontano 1954 dall’ormai mitologica Coco Chanel, che in occasione di un viaggio in Scozia scopre il tweed, tessuto dalle mille virtù, e decide di declinarlo in modo femminile, dando vita all’ormai iconica giacca “Chanel”.

Questo modello – o comunque qualunque giacca si ispiri ad esso – è un capo che fa sempre comodo avere nel proprio armadio. Perché è una giacca senza tempo, che non passa mai di moda, ma soprattutto perché è trasformista e consente di creare moltissimi outfit interessanti.

Un classico modello della maison Chanel…

Il modello originale è corto, senza revers né colletto e con una linea dritta, quasi boxy, ma ormai nelle boutique si trova un’infinità di modelli: lunghi, cortissimi o a blazer, squadrati come l’originale oppure sfiancati e femminili, con o senza revers.

Ad accomunare i vari modelli, la vera particolarità di questa giacca: il tessuto, che la distingue da tutte le altre.

Modello lungo

Ma come abbinare la giacca Chanel?

Naturalmente non c’è niente di male nell’abbinarla in modo classico-elegante, sopra a un paio di pantaloni in tessuto oppure a un abito a tubino o, ancora, a una gonna pencil, rispettandone così la natura un po’ “impettita”.

Siccome i look “da signora” hanno per me l’imperdonabile difetto di invecchiarmi di 15 anni e di starmi straordinariamente male, passo però subito oltre per dedicarmi ad abbinamenti che trovo più moderni, di carattere e giovanili!

Parlando innanzitutto di abbinamenti con i pantaloni, per me il compendio ideale è costituito soprattutto da:

  • jeans slim o skinny in tessuto delavé o addirittura rovinato
  • leggings o pantaloni slim in pelle

con cui la giacca Chanel crea un bellissimo contrasto. Mai come nel caso dei classici, infatti, gli opposti si attraggono. Proprio perché si tratta di una giacca classica e un po’ austera, basta accostarla a capi smart e casual per trasformarla, come dimostrano questi esempi:

 

Ma la giacca Chanel, molto amata dalle star, può essere abbinata in modo non noioso anche ad abiti, gonne corte e shorts…

Per quanto riguarda il sottogiacca, esistono varie possibilità per sdrammatizzare e valorizzare al massimo la giacca Chanel:

  • una camicia in jeans
  • una camicia classica button down, bianca o celeste
  • una T-shirt bianca, grigia o nera, a seconda del colore della giacca
  • una T-shirt grafica, con scritte e disegni
  • una felpa grigio tuta

Sono tutte opzioni che stemperano il carattere un po’ austero di questo modello, dando vita a un look molto più moderno.

E come accessoriare la giacca Chanel?

Non lo dico quasi mai, ma in questo caso è proprio il caso di sbizzarrirsi: via libera a perle (magari non la misura classica, ma piuttosto over), catene, spille, braccialetti multipli, collane statement in cristalli svarowski, ma anche cappelli e cinture a catena – in perfetto “stile Coco”, che avrebbe sicuramente apprezzato!

Infine, altri accessori che legano perfettamente con questo tipo di giacca sono le borse piccole e con la tracolla, preferibilmente metallica, a catena.


Anche in questo caso, Coco era stata geniale e lungimirante e l’aveva capito subito.

E se vi è venuta voglia di giacchine Chanel… quardate qui, qui , qui e qui!

Anche Amazon.it offre un’interessante selezione di giacche stile Chanel:

Giacca bouclé grigio-nera

Cappottino bouclé grigio-bianco

Giacca bouclé Esprit

A voi piace? Ne avete una, due o addirittura una piccola collezione? Preferite abbinarla in modo classico ed elegante o a contrasto, come piace a me?

Ditemi la vostra!

P.S. Volete essere sempre aggiornati sugli ultimi post? Iscrivetevi alla newsletter qui a fianco!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *