Classici ma non troppo: il vestitino nero o LBD

(Tutte le foto sono tratte da Pinterest)

Ogni tanto do un’occhiata alle statistiche del blog e noto che una delle mini serie più apprezzate dalle lettrici è “Classici ma non troppo“… ovviamente la cosa mi rende felice 🙂 , per cui ho deciso di aggiungere qualche altra puntata.

Oggi ho pensato di parlare di un capo d’abbigliamento che esiste in infinite varianti, estive e invernali, lunghe e corte, eleganti e più casual e che davvero dona a tutte, secondo me: impossibile non trovarne uno (o, preferibilmente, più!) perfetto per noi!

Sto parlando dell’ormai mitico abitino nero, alias little black dress o, per gli amici, semplicemente  LBD.

In auge (almeno) dagli anni 60, ha attraversato anche lui varie mode, pur rimanendo sostanzialmente fedele a sé stesso per natura e funzione.

Dal punto di vista strategico-guardarobiero, il vestitino nero è davvero utilissimo e presenta secondo me almeno tre vantaggi sostanziali:

  • è sobrio, spesso semplice e lineare e scuro, il che lo rende una base perfetta per valorizzare e far risplendere la donna che l’indossa, invece dell’abito. Questo è senz’altro vero sul piano fisico, secondo me, ma indubbiamente anche a un livello più profondo, in quanto porta l’occhio a concentrarsi sul viso, sugli occhi, e a rivelare le emozioni della donna che l’indossa.

  • È una base che si presta a mille variazioni, impossibile non possedere già tutto il necessario per realizzare almeno 3-1000 outfit completi e diversi tra loro

  • Esiste in talmente tante varianti che è impossibile, davvero impossibile, non trovarne uno che ci doni tantissimo.

Tra i classici è sicuramente uno di quelli che amo di più anche per la sua versatilità.

Per cambiarne l’anima, infatti, basta sostanzialmente cambiare accessori (e al massimo anche il tessuto).

A seconda di com’è accesoriato, infatti, il LBD ha almeno tre occasioni d’uso:

  • Occasioni serali da moderatamente a molto eleganti

Con il taglio giusto, il LBD risplende di luce propria, non trovate?

Un tocco diverso dal solito grazie alle decolleté leo print…

Data la sua sobrietà, il LBD è perfetto da abbinare a oro e argento, la sera… come nel caso di questi bracciali sottili

 

  • Occasioni diurne formali

In questo caso torna sempre utile e comodo il buon vecchio tubino nero. Per renderlo ancora più diurno, ma formale basta aggiungere una borsa grande ma strutturata o semi strutturata e (Jackie docet) un bel paio di occhiali da sole.

Ieri come oggi: indimenticabile Jackie’O, regina di eleganza e sobrietà…

  • Occasioni diurne più casual (non tutti i LBD si prestano, ma quelli più semplici e in materiali opachi senz’altro si).

Per rendere l’abitino nero meno formale, oltre alla borsa sono importanti le scarpe: ormai anche abbinamenti a contrasto, con biker boots, sneakers e stivaletti a calzino, sono assolutamente sdoganati e creano piacevoli “rotture di stile”, dando nuova linfa a questo classico del guardaroba.

Anche gli accessori a contrasto, in colori neutri, rendono l’abitino nero più diurno e casual.

Ma quali altri accorgimenti aiutano a sdrammatizzare un abitino nero per poterlo utilizzare anche per il giorno senza sembrare overdressed?

Basta scegliere quelli meno decorati, in tessuti opachi e a prova di sollecitazioni (quindi W i jersey doppiati, i tessuti Ponte e quelli elasticizzati) .

Un altro punto importante è la scelta del capospalla: il vestitino nero, infatti, armonizza e contrasta alla perfezione con chiodi in pelle, trench coat (molto sexy se abbinati a tacchi alti e abitino un po’ scollato), persino cardigan o cappotti pelosi per la stagione fredda.

Little black dress, sneakers e cardigan – molto urban, ma anche comodo!

Come tutti gli altri classici, pur essendo in circolazione da molto tempo anche il LBD è soggetto a mode e a corsi e ricorsi stilistici.

Proprio perché nero, infatti, si presta a infinite variazioni sul tema e a grafismi e giochi di materiali, trasparenze, asimmetrie come pochi altri capi.

Personalmente, negli ultimi anni ammiro molto i modelli che giocano con materiali diversi o con tagli e trasparenze geometrici, come questi modelli:

Adoro la gonna sfrangiata abbinata alla semplicità della parte superiore!

Giochi di trasparenze…

 

… e geometrie…

 

Donne che indossano bene il LBD: Jennifer Aniston, Victoria Beckham e poi la mia preferita, soprattutto per le versioni più cool e casual, Julie di Sincerely Jules!

Per una selezione di abitini neri vedi qui.

 

E voi? Amate i LBD? Ne avete almeno uno in guardaroba? Ditemi la vostra!

P.S. Se volete esprimere le vostre preferenze sui contenuti del blog, rispondete al sondaggio qui! La vostra opinione è importante!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *