Nuovo regime alimentare: settimane 6, 7 e forse 8 (?)

(Foto: Pinterest)

Devo confessare che ho perso un po’ il conto delle settimane, anche perché ormai ho interiorizzato abbastanza le poche modifiche rispetto al mio modo di mangiare passato e soprattutto perché sono ormai più o meno arrivata (o tornata) dove volevo.

Un’altra confessione è che, proprio perché sono tornata a un peso con cui mi sento a mio agio, ho ripreso a farmi concessioni e a sgarrare su base quasi quotidiana, per cui non mi sento assolutamente un esempio da seguire in quanto a rigore e determinazione.

Cerco comunque di attenermi a qualche buona regola, in particolare – la più difficile per me da seguire – non esagerare con le “merende” da fame nervosa prima di cena e di cenare con porzioni abbondanti di verdure abbinate a proteine, anche vegetali (ceci, quinoa, lenticchie ecc.) tralasciando i carboidrati (cosa che faccio, ad eccezione di un bicchiere di vino che ahimè mi tocca assolutamente definire “carbo”).

Aspetto invece positivo di quest’ultimo periodo, ho ripreso a fare attività fisica con un po’ più di costanza, mezz’ora ogni due giorni.

Di solito inserisco due sessioni di pesi da mezz’ora e un’altra mezz’ora o due di allenamento a intervalli sul tapis roulant a casa ogni settimana.

In ogni caso, il mio peso sembra essersi assestato, dopo un ulteriore, piccolo calo di mezzo chilo, su un livello per me accettabile.

L’aspetto più positivo che ho rilevato grazie alla nuova bilancia Nokia+ è stato un calo della massa grassa del 3% che davvero premia la mia maggiore costanza nel fare attività fisica! Per me è senz’altro più significativo e importante di qualsiasi calo ponderale, perché più muscoli significano bruciare di più e anche a livello estetico sono sicuramente meglio di un dimagrimento non accompagnato da un miglioramento della massa muscolare.

Sgarri: innumerevoli, quotidiani, ma abbastanza contenuti. Diciamo che mangiando comunque tanto non sono neppure tentata.

Con l’acqua continua a non andare benissimo: ho aumentato leggermente la quantità di acqua bevuta, ma non sono ancora arrivata a 1.5 l al giorno (almeno non tutti i giorni). Cercherò di motivarmi comprando qualche tisana innovativa.

(Foto: Pinterest)

Una novità è il bicchierone mattutino di acqua tiepida e limone, che bevo a digiuno appena alzata. Era previsto dal mio piano alimentare, ma era passato inosservato in qualche modo.

Peso: – 0.5 kg rispetto all’ultima pesata, per un totale di 3.6 kg persi. Ormai sono tornata nella zona che considero buona per me, nel senso che mi ci sento a mio agio ed è un peso sostenibile con uno stile di vita normale e senza privazioni. Questo sicuramente rallenta anche il dimagrimento in sé, nel senso che una volta che il corpo è tornato alla sua “normalità” (o a quella che io considero tale, perché è il peso che ho avuto per la maggior parte del tempo negli ultimi anni) tende ad assestarsi.

Il mio obiettivo resta quello di vivere serena e in salute, senza privazioni o regimi artificiosi. La mia priorità è stare bene con me stessa e con chi mi circonda godendomi pienamente la vita.

A livello di peso (che rimane comunque un obiettivo subordinato rispetto a quello della salute) , il mio target rimane quello di perdere ancora mezzo chilo e poi stabilizzarmi, ma non mi sembra neppure un vero obiettivo, considerato che il peso di ognuno di noi oscilla comunque in continuazione.

(Foto: Pinterest)

Non so se continuerò con questi post di aggiornamento perché non mi sembra di avere niente di spettacolare da riferire, in qualche modo:

non seguo diete dimagranti, il mio è un regime alimentare abbastanza completo e sicuramente non “strano”, continuo a mangiare una buona quantità di carboidrati e lo farò anche in futuro.

Insomma, i miei risultati non si possono sicuramente annoverare nella categoria “20 kg in 20 giorni”, ma proprio perché non c’erano i presupposti iniziali e perché un regime del genere non l’avrei seguito comunque, neppure se avessi avuto effettivamente 20 kg da perdere.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *