Look di fine estate: bianco & leopardato

Buongiorno e buon sabato a tutte/i! Questo splendido settembre sembra averci regalato un’altra giornata di sole e dalle temperature quasi estive (qui ha rinfrescato, ma so che in molte parti d’Italia è ancora piena estate! Beate voi!), per cui ho deciso di vestirmi ancora una volta in total white.

Poi arriveranno temperature più fresche, la luce cambierà e so già che preferirò tonalità di bianco un po’ più calde: come il panna, l’avorio e il beige chiaro.

In ogni caso, il bianco in tutte le sue gradazioni di colore per me è un colore da 12 mesi all’anno e non soltanto confinato alla bella stagione.

Voi lo indossate anche “fuori stagione”? Avete degli abbinamenti preferiti?

Per una volta sono uscita dal giogo dei selfie… 🙂 

Ho aggiunto un tocco di leopardato, in onore alle nuove tendenze di stagione, e sono pronta per un giro di commissioni tipiche del sabato (spesa, caffè in centro, altre commissioni).

Trovo che il leopardato sia un po’ un neutro che, nonostante la sua natura “grintosa”, si abbina bene a moltissimi colori, anche forti come il rosso.

L’abbinamento nero-leopardato è forse più scontato, anche se sempre bello e classico, mentre trovo che la stampa “leo” contrasti piacevolmente con il candore del bianco, che le toglie anche un po’ della sua carica aggressiva.

Cambierò sicuramente le scarpe, che qui ho indossato solo perché facessero compagnia alla borsa.

Per l’autunno per fortuna ho opzioni più comode, come scarpe leopardate, sotto forma di stivaletti ankle assolutamente comodi e pratici.

Don’t worry, non ho intenzione di spararmi le pose con tanto di boccuccia corrucciata in futuro, stavo solo facendo la scema 😉 …

Cosa indosso:

Jeans skinny bianchi, Mango, simili qui e qui

Decolleté leopardate, via eBay, super super vecchie, simili qui, qui e qui

Blusa, Zara, old, Blusa, Zara, old, simili quiqui, e qui 

Orecchini a cerchio, Asos

Borsa, Jerôme Dreyfuss via Monnier Frères, alternative qui qui qui e qui 

Cintura color caramello, Yoox, old, simile qui

Occhiali, Gucci, ampia scelta di modelli tartarugati qui e qui

 

 

 

Look per l’ufficio: nero e principe di Galles

La scorsa primavera ho fatto qualche acquisto in tessuti “check”, quadrettati insomma, e anche in principe di Galles.

Era la fantasia del momento, soprattutto nei toni del grigio! Per questo sono contenta che questi tessuti siano di gran moda anche questo autunno, sia nella classica variante grigia che sulle tonalità del sabbia, nocciola e beige (vedi ad esempio qui e qui o questa bellissima giacca).

In questo look ho deciso di unire elementi diversi: un pantalone a sigaretta classico a motivo principe di Galles, classici del guardaroba da lavoro come la blusa nera di Helmut Lang in seta (simili qui, quiqui qui e qui) , decolleté a punta corta Michael Michael Kors (simili molto belle qui e qui) e, per dare un po’ di grinta a un tessuto classico come il principe di Galles, la mia vecchia borsa Prada con le frange (per modelli simili vedi qui qui e qui) e un paio di vistosi orecchini Satellite Paris (simili qui e qui).

Quest’outfit mi ha fatto ricordare l’importanza di possedere dei buoni capi basic e di investirci qualche volta qualcosa in più: pezzi come questa camicia nera di seta supportano infatti benissimo l’intero look e si possono abbinare in mille modi.

Inoltre, nel corso di una lunga giornata lavorativa si impara ad apprezzare il valore delle fibre naturali: sono comode, tengono caldo/freddo il giusto, fanno fare bella figura in caso di incontri con clienti ecc. e, soprattutto, durano nel tempo. E questo non solo come qualità, ma anche come attualità, se scelti bene.

Orecchini Satellite Paris, un marchio che adoro! 

Boccoli più boccolosi del solito: sono andata dalla parrucchiera per il ritocco radici ed era in vena di sperimentazione! 😉 

Happy Birthday, No Time For Style!

In questi giorni il mio blog ha compiuto un anno.

Da una manciata di follower iniziale, in tutti questi mesi è cresciuto moltissimo, con una forte impennata negli ultimi due mesi.

E di questo devo dire grazie a voi!

Grazie per avermi seguita, per aver letto i miei post, per aver commentato, qui e soprattutto su Facebook, ma anche tramite messaggistica Instagram, e avermi dato così la voglia di portare avanti il mio blog!

In questi ultimi dodici mesi non è sempre stato facile scrivere post, soprattutto per mancanza cronica di tempo. Ma il desiderio di bloggare, di ritagliarmi qualche minuto per scrivere qualcosa che avevo voglia di condividere mi ha spinta a continuare.

Stranamente, l’aspetto creativo, il farsi venire nuove idee per nuovi post è stato l’aspetto più facile: mi sono semplicemente ispirata alla realtà, alla vita quotidiana e le idee arrivavano.

Tra le cose più difficili c’è stato invece sicuramente l’aspetto tecnico (che per giunta è in continua evoluzione, in questo settore: tutto è in costante evoluzione, da diventarci pazze!)

Questo mi ha stimolata a imparare cose nuove, da un minimo di nozioni di SEO a come gestire decentemente il proprio profilo Pinterest, passando per molte altre piccole sfide (con alcune sto ancora lottando).

 Cos’altro ho imparato in questi 12 mesi?

Sicuramente ad accettare la mia imperfezione. Dalle foto un po’ sfuocate ai post che non sempre facevo in tempo a rileggere, ho capito che l’importante è bloggare. E, se non tutto è perfetto per mancanza di tempo, pazienza.

Ho imparato anche che incoraggiamenti, complimenti e feedback positivi e motivanti non sempre arrivano da chi tu, al contrario, hai sempre aiutato e supportato, ma molto spesso da perfette sconosciute che ti seguono post dopo post. E che questi feedback sono preziosi, perché obiettivi.

Ho anche imparato che un blog è una “creatura” bella anche da condividere, perché chiudersi in sé stesse, anche in un blog, non è divertente: per questo ho chiesto diverse volte ad amiche esperte di una materia di collaborare e scrivere qualcosa per il mio blog.

E vorrei farlo più spesso nel secondo anno di vita di No Time For Style, perché mi sono divertita molto e penso che i guest post come questo abbiano aiutato altre persone.

Per questo, se qualcuna di voi vuole scrivere un post per No Time For Style, sono qui!

Il bello di avere un blog è che si può scrivere ovunque, attingendo a piene mani dalle proprie avventure ed esperienze… (qui: viaggio ai Caraibi della scorsa Pasqua)

Allo stesso modo sono aperta a domande, curiosità ecc. da cui potrebbero nascere nuovi post… scrivetemi! 🙂

E se volete essere aggiornate su tutte le novità di questo blog, vi invito a iscrivervi alla newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti (qui sotto o a fianco, basta inserire nome di battesimo ed e-mail) e a seguire la mia pagina Facebook e le mie bacheche Pinterest , il mio profilo Instagram o direttamente i nuovi post del blog su Bloglovin!

Vi aspetto anche sul neonato gruppo Facebook “Chiacchiere di Moda” legato a questo blog, per chiacchierare un po’, chiedere consigli, scambiarsi idee e spunti e tanto altro!

 

 

La giacca di pelle: come abbinarla

(Tutte le immagini sono tratte da Pinterest)

Ho pensato di dedicare il post di oggi a un altro grande classico del guardaroba di molte donne, la giacca di pelle o ecopelle.

Mentre altri capi e accessori vanno e vengono con le mode, il “biker” – il giubbino in pelle o finta pelle ispirato al look dei motociclisti – sembra non conoscere crisi: a ogni nuova stagione torna prepotentemente alla ribalta.

Con effetti strepitosi: sembra infatti armonizzare con qualsiasi nuova tendenza del momento, dai maxi abiti ai top in lamé.

Un vero e proprio capo jolly, insomma, disponibile oltretutto in infinite fogge e varianti di colore.

Dopo vari giri a negozi, sia “fisici” che online, posso dire di averne viste di belle (dal vivo) anche nelle catene più diffuse, ad esempio questo in vera pelle di Stradivarius, disponibile anche in un bel punto di rosso e in verde:

o questo in ecopelle, disponibile in quattro colori:

Per non parlare poi del mio online shop preferito, Asos, che ne ha una scelta praticamente infinita, di pelle o eco pelle, a prezzi diversi ma tutti molto convenienti.

Un modello ASOS bellissimo e grintoso grazie al dettaglio della manica

1 – CON GONNE E ABITI MIDI / MAXI

Gonne e abiti midi e maxi sono il trend del momento e la giacca biker sembra davvero essere nata per questi capi, come potete vedere in queste foto!

(tutte le immagini sono tratte da Pinterest)

2 – CON LA T-SHIRT

Quest’accoppiata di due capi dall’animo casual non può che colpire nel segno: la T-shirt, sia tinta unita che in versione grafica, è semplicemente perfetta come “sotto”.

3 – SOPRA AD ABITINI ROMANTICI, PER UN EFFETTO BOHO

La pelle (vera o “eco” che sia) armonizza perfettamente con l’anima gipsy di un bell’abitino svolazzante boho style: la grinta dell’una contrasta piacevolmente con la romantica (e finta) trasandatezza dell’altro.

4 – SOPRA A TOP E ABITI DECISAMENTE ELEGANTI, PER SDRAMMATIZZARE

Usata come capo spalla sopra ad abiti da sera, magari in tessuti preziosi, brillanti e decorati o anche decisamente sopra le righe (come nel caso della splendida Helen Mirren), crea un contrasto favoloso, trovo.

5 – SOPRA A UN ABBIGLIAMENTO FORMALE, PER SPEZZARE

Un abbinamento decisamente facile, pratico (la pelle ripara dal vento e dalle intemperie) e da usare anche tutti i giorni, secondo me.

6 – CON I JEANS

Ovviamente, il più classico degli abbinamenti ma sempre perfetto nella sua semplicità.

7 – SOPRA A MAGLIE EXTRALUNGHE E SKINNY (O LEGGINGS)

Il bello in questo caso sta nel gioco di proporzioni: l’abbinamento tra la giacca di pelle corta e una maglia lunga che copre i fianchi, infatti, valorizza il punto vita e crea un bel gioco di proporzioni che slancia visivamente molti tipi fisici e sta bene a quasi tutte.

 8 – NERO O COLORATO, GIOCATO IN UN LOOK MONOCROMATICO

Sicuramente uno dei modi più chic in cui indossare una giacca di pelle, anche nera ma (soprattutto) anche in altri colori! In questo caso è il materiale – la pelle – a creare un gradevole gioco di contrasti monocromatici con il resto dell’outfit.

Questi abbinamenti sono bellissimi, non trovate? <3

E se volete essere aggiornate su tutte le novità di questo blog, vi invito a iscrivervi alla newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti (qui sotto o a fianco, basta inserire nome di battesimo ed e-mail) e a seguire la mia pagina Facebook e le mie bacheche Pinterest , il mio profilo Instagram o direttamente i nuovi post del blog su Bloglovin!

Vi aspetto anche sul neonato gruppo Facebook “Chiacchiere di Moda” legato a questo blog, per chiacchierare un po’, chiedere consigli, scambiarsi idee e spunti e tanto altro!

Blazer blu, T-shirt e pantaloni classici con la riga: look del giorno

Oggi è lunedì e purtroppo non ho molto tempo, ma ne approfitto per pubblicare quanto meno un veloce look del giorno. Per questo look ho scelto di abbinare un paio di pantaloni un po’ trendy con un classico blazer blu.

Come sempre, ho dimenticato di pianificare il mio look la sera prima (uno di quei buoni propositi che dimentico sempre di rispettare! Voi ci riuscite?) , così ho deciso al volo in base al tempo e alle temperature.

Per questa giornata di lavoro in ufficio sono partita da questi pantaloni Zara. Li ho comprati ai saldi Zara spagnoli per la modica cifra di 9 euro e 90 e poi li ho fatti accorciare per trasformarli in un modello “cropped” che lascia scoperta la caviglia.

Ho aggiunto un blazer blu classico ma slim fit: qualche blazer nei colori base per me è uno di quei classici irrinunciabili. E il blazer blu, trovo, è uno dei più facili da abbinare – ad esempio a una semplice T-shirt bianca.

Per gli accessori ho scelto un sabbia neutro.

Ogni tanto penso di comprare una borsa blu, ma avendone avute in passato le trovo difficili, staccano poco da qualsiasi cosa e in qualche modo, almeno su di me, risultano un po’ “smorte”.

Ho mantenuto volutamente basic il resto del look perché in base ai miei gusti minimal la riga dei pantaloni doveva essere l’elemento che spiccava in questo look.

Effetto “cropped”: per evitare che il pantalone classico accorci visivamente le gambe ho fatto ricorso a un piccolo trucchetto, riducendo la lunghezza della gamba dei pantaloni di qualche centimetro e scoprendo così la caviglia. Questo rende la linea dei pantaloni più attuale e, scoprendo una caviglia sottile, slancia tutta la gamba.

Cosa indosso:

Pantaloni: Zara, old, simili qui e qui (adoro!!)

Blazer, Massimo Dutti, simili qui e qui

T-shirt, Asos, qui : la stra consiglio per l’ottimo rapporto qualità-prezzo!

Borsa, Céline mod. Mini

Sandali, Michael Michael Kors, old, simili qui

Orecchini, Asos, qui

Pantaloni con banda verticale laterale, effetto “carabinieri” 🙂 : un trend iniziato una o due stagioni fa e che resiste, a giudicare dai nuovi arrivi nei negozi!

E se volete essere aggiornate su tutte le novità di questo blog, vi invito a iscrivervi alla newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti (qui sotto o a fianco, basta inserire nome di battesimo ed e-mail) e a seguire la mia pagina Facebook e le mie bacheche Pinterest , il mio profilo Instagram o direttamente i nuovi post del blog su Bloglovin!

Vi aspetto anche sul neonato gruppo Facebook “Chiacchiere di Moda” legato a questo blog, per chiacchierare un po’, scambiarsi idee e spunti e tanto altro!

 

Le migliori cose da fare in una domenica di relax

Questo post mi nasce direttamente dal cuore: oggi infatti una di “quelle” domeniche. Una di quelle poche, rare e perciò preziose domeniche in cui, finalmente, ho del TEMPO.

Il tempo è, da sempre, la mia risorsa scarsa. Proprio per questo, una giornata a casa, senza programmi particolari, per me è sempre un dono prezioso.

Ma come gustarla al meglio? Quali sono le cose migliori da fare per godere pienamente delle preziose ore di libertà?

Per me, sono indubbiamente queste!

1 – FATE UN PO’ DI ATTIVITÀ FISICA

Photo by picjumbo.com from Pexels

La metto al primo posto non perché io sia una fanatica della palestra, ma perché, quando ci riesco, è la prima cosa che faccio al mattino.

Stamattina per esempio ho fatto mezz’ora di pesi, seguiti da cinque minuti di stretching.

Mi alleno tranquillamente a casa e ogni tanto vario un po’ le mie mezz’orette di allenamento con qualche “modulo” che aggiungo nel tempo.

Attualmente suo questo modulo per gambe e glutei (in aggiunta a un paio di esercizi alle macchine) che trovo ottimo: non troppo faticoso da fare da deterrente, ma decisamente allenante (ormai è qualche mese che lo faccio almeno una volta alla settimana).

Concludo ogni allenamento con cinque minuti di stretching con questo video, che contiene anche qualche esercizio per l’equilibrio, un’altra di quelle abilità che dai 40 in poi andrebbero regolarmente allenate!

Per me, allenarsi a casa è un’idea geniale per chi ha poco tempo e un pochino di spazio. Trovo che abbassi drasticamente le barriere dovute a pigrizia e mancanza di tempo rispetto alla palestra (niente tempo e fatica per prepararsi, mettersi in tiro ecc.).

Una risorsa fantastica per procurarsi tutto l’occorrente per l’allenamento a casa è senz’altro Amazon, che offre una scelta infinita di attrezzi e libri sull’argomento. Il tutto viene recapitato comodamente a casa, senza fatiche inutili per procurarsele all’esterno e spesso a prezzi imbattibili, con una scelta infinita.

Set di pesi Proiron  

Quando ci si allena da soli, naturalmente, è importantissima la corretta esecuzione degli esercizi.

Io ho fatto palestra per anni da ragazza, poi ho sempre fatto da sola, integrando con qualche lezione con un personal trainer ogni tanto, quando mi capitava l’occasione (soggiorni SPA, crociere ecc.) di avere a disposizione qualcuno di competente.

A casa, ho trovato utilissimo questo manuale dell’allenatore delle star Matt Roberts, che ho da anni: oltre a fornire informazioni generali sull’allenamento molto importanti, infatti, spiega bene la tecnica per eseguire i singoli esercizi. Quasi tutti gli esercizi sono presentati nella variante con le macchine oppure a corpo libero o con piccoli pesi come quelli di Proiron qui sopra.

Una sorta di “bibbia” del fitness da tenere dove ci si allena e da consultare spesso.

I vantaggi di allenarsi al mattino:

a) allenarsi quando l’energia è al top, quindi con meno fatica

b) togliersi il pensiero 😉

c) se fatto a digiuno, di potenziare l’effetto bruciagrassi

d) ottimizzare tutta una serie di altre attività (tipo lavarsi i capelli, fare scrub ecc. nell’inevitabile doccia post-allenamento)

e) produrre endorfine, per un’ulteriore dose di ottimismo ed energia per tutta la giornata e oltre!

2 – CONCEDETEVI UNA SONTUOSA COLAZIONE

Per una volta, fate quello che in settimana difficilmente riuscite a fare: apparecchiate con cura, preparate una colazione sana e sfiziosa e gustatela con calma!

La mia colazione di stamattina a dire il vero non è stata proprio sontuosa come avrei voluto (i miei figli si sono dimenticati di comprarmi gli yogurt bio al cioccolato fondente che mangio sempre), ma è stata comunque buona e nutriente:

  • bicchierone di acqua leggermente tiepida con mezzo limone spremuto
  • due fette di pane integrale di kamut e altri cereali, farcite con hummus (che a casa mia non manca mai, è una droga che mangio con crostini, ma anche con un pinzimonio di verdure. A proposito: Questa ricetta del hummus è ottima!)
  • caffè nel mio bellissimo mug riciclabile 🙂 (regalino per l’ultimo anniversario <3 )
  • alcune mandorle.

La parola d’ordine, in ogni caso, è viziarsi da sole!!

3 – OLTRE AL CORPO, CURATE UN PO’ ANCHE L’ANIMA

Photo by Nathan Cowley from Pexels

Esulando da qualsiasi discorso religioso (un argomento davvero personale e che esula completamente da questo blog), quello che intendo è:

dedicate un pochino di tempo a fare cose che fanno bene all’anima – qualsiasi cosa, purché abbia questo effetto, va bene. A voi la scelta!

A me piace ad esempio guardare qualche video che mi ispira, aggiornare il mio diario della gratitudine, leggere qualche pagina di un articolo dedicato alla pratica del pensiero positivo o al minimalismo. A me, per esempio, piace sempre leggere questo blog.

Altre ottime alternative sono la meditazione (bastano 5 minuti, ci sono ottime app gratuite scaricabili .

Perché durante la settimana, almeno per chi ha una vita piena, è davvero difficile fermarsi a riflettere, a volte.

4 – GIOCATE A “GIRA LA MODA”

Provando uno degli ultimi nuovi acquisti, il cappottino bouclé di Zara…

Non so se capita anche a voi, dopo un periodo di nuovi acquisti, di limitarvi ad accantonare le cose comprate in attesa di indossarle, senza davvero prendervi il tempo di provarle, di studiare qualche abbinamento, di divertirvi con il vostro guardaroba, insomma.

Abitino ASOS

A me capita spessissimo, per cui quando riesco mi diverto a provare le “new entry” e a studiare qualche possibile abbinamento, in modo da poterle poi sfruttare al meglio quando sarà il momento!

Abitino di Liu Jo: entrambi gli abiti sono da indossare in autunno, con le calze, ma ho voluto provarli lo stesso

Spesso la domenica è anche un ottimo momento per un mini decluttering, magari dedicato a una singola categoria di capi o accessori.

Lo stesso vale per i cosmetici: avete comprato quell’eyeliner che promette di rivoluzionare il vostro trucco occhi, ma è ancora incartato?

Una domenica “pigra” è perfetta per sperimentarlo davanti allo specchio, per poi sfoggiarlo in grande stile il lunedì!

5 – CUCINATE, MAGARI IN FAMIGLIA

Ramen gamberetti e uova, una delle portate di una cena asiatica recentemente preparata da mio figlio Luca

Provare una nuova ricetta, buona e magari anche sana, è un’altra di quelle cose difficili da mettere in pratica se torni a casa dall’ufficio con l’affanno e devi anche pensare alla cena.

La domenica, invece, può essere il giorno perfetto per farlo!

A me diverte provare qualcosa di nuovo, non troppo complicato e che mi consenta magari di utilizzare una serie di ingredienti che ho già in dispensa o in frigo.

Photo by Angele J from Pexels

Stasera, per esempio, volevamo provare a fare questo Riso venere con straccetti di salmone agli agrumi che fa davvero venire l’acquolina in bocca!

Ho trovato questa ricetta sul blog di cucina di Marco Bianchi, segnalatomi da un’amica e, siccome contiene molte ricette adatte al mio tipo di alimentazione e prive di alimenti che non dovrei mangiare a causa delle mie intolleranze alimentari, l’ho subito consultato. È bellissimo!

Sull’onda dell’entusiasmo (e dei consigli di un’amica), ho cercato anche i suoi libri, che pare siano molto ben fatti e ricchi di ispirazioni, e penso di prenderne almeno uno!

La mia cucina delle emozioni, Marco Bianchi

Io mi muovo. Esercizi e ricette per mantenersi in forma, Marco Bianchi

 

E se volete essere aggiornate su tutte le novità di questo blog, vi invito a iscrivervi alla newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti (qui sotto o a fianco, basta inserire nome di battesimo ed e-mail) e a seguire la mia pagina Facebook e le mie bacheche Pinterest , il mio profilo Instagram o direttamente i nuovi post del blog su Bloglovin!

Vi aspetto anche sul neonato gruppo Facebook “Chiacchiere di Moda” legato a questo blog, per chiacchierare un po’, scambiarsi idee e spunti e tanto altro!

 

 

 

 

 

 

 

 

Preferiti di settembre: luoghi, esperienze e prodotti che mi sono piaciuti questo mese

È tempo per un bel post dedicato ai preferiti di settembre!

Mi piace sempre scriverli perché amo condividere le cose, i luoghi e le esperienze che mi sono piaciuti, specialmente se penso che possano essere utili anche a voi!

Settembre è un mese di nuovi inizi, ma quest’anno mi piace indulgere ancora un po’ nel clima estivo, sognando e progettando, ma senza troppa fretta di proiettarmi verso l’autunno.

E, intanto, mi piace guardarmi in giro, assaporare esperienze, prendermi qualche minuto di tempo per riflettere su quello che mi è piaciuto e mi ha incuriosito in questi ultimi tempi.

1 – VIDEO DEL MESE

Cominciamo con un video della bravissima Justine Lecomte su come dare un po’ di pepe ai look: How to take your outfit from classic to edgy ǀ Wardrobe Basics ǀ Fall Fashion ǀ Justine Leconte

Un video dedicato a come annodare un foulard, interessantissimo perché quest’anno i foulard e le sciarpe di seta avranno un grande ritorno! My Top 10 Ways to Tie a Scarf

Questo video aiuta a tradurre i trend dell’autunno in outfit più portabili: Most Wearable Fall Fashion 2018 Trends | How to Style

Con qualche eccezione 😉 , questa simpatica e bella youtuber segnala alcuni prodotti davvero geniali! 10 Best TOP-RATED Amazon Products YOU NEED!

Un video della bravissima Cocobeautea, una delle youtuber di moda minimal secondo me più stilose in assoluto. LOOKBOOK | Styling Shirts . Seguitela perché merita!

2 – LIBRI DEL MESE

Saltando brutalmente la versione lunga del libro, ho scaricato questo libro:

Il segreto in pratica: 50 esercizi per iniziare subito a usare il Segreto in ogni ambito della tua vita. Non sono una persona molto “metafisica”, ma un po’ di potere del pensiero positivo fa bene a tutti (e, nel mio piccolo, trovo sia anche efficace!)

Il bene delle donne. Che cosa mangiare, quali controlli fare, come prendersi cura del corpo e della mente.

Comprato su consiglio di un’amica, ho trovato questo libro dedicato alla salute, al benessere e alla bellezza della donna over 40 assolutamente ben scritto e “state of the art”. Lo consiglio a chiunque, sono cose da sapere.

3 – PRODOTTI DEL MESE

Ho comprato queste GENIALI forbici per insalata dopo averle viste all’opera in un video su Youtube e le trovo fantastiche! A parte le lame di ottima qualità, che tagliano veramente, ora posso buttare in zuppiera le verdure a foglia intera o grossolanamente tagliate e poi, con 30 secondi di zac-zac, trasformare il tutto in una bellissima insalata dal finish stile ristorante gourmet!
Insomma, pratiche e anche stilose!

 

4 – COSMETICI DEL MESE

L’ultima settimana di agosto sono stata in vacanza in Grecia e, come ogni anno, ho fatto incetta di prodotti Korres, marchio greco di cosmetici naturali dall’eccellente rapporto qualità prezzo e dal profumo fantastico!

Qualche scoperta di quest’anno:

GEL DOCCIA ALLA ROSA GIAPPONESE DI KORRES (250 ML)

 

KORRES VETIVER ROOT, GREEN TEA AND CEDARWOOD SHOWER GEL 

Regalino agli uomini di casa… molto gradito!

 

La favolosità di questo prodotto è autoesplicativa: basta leggere il nome! Di-vi-na.

5 – LUOGO DEL MESE

Ho trascorso la settimana a cavallo tra agosto e settembre a Rodi. Era la terza volta che tornavamo su questa bellissima isola greca (racconto di viaggio a seguire, appena ho un po’ di tempo).

Per me, la zona di Lindos in particolare ha qualcosa di magico: sarà la luce particolare della Grecia insulare, il mare favoloso, la tranquilla cordialità della gente, i profumi mediterranei, ma è proprio un luogo dell’anima dove riesco sempre a ritrovare me stessa e a rilassarmi.

Quest’anno, oltretutto, abbiamo barattato gli spazi ristretti e gli orari limitanti dell’hotel per una comoda villa con piscina:

Villa Alya a Pefkos/Lindos, con curatissima piscina privata solo per noi

  La spiaggia di Pefkos vista dall’alto

Villa Alya, Pefkos, vicino alla nostra spiaggia preferita a Rodi (ampia, di sabbia fine e con un paio di taverne davvero belle alle spalle).

Villa Alya si è rivelata un piacevolissimo e curatissimo buen retiro e non posso che consigliarla!

6 – ACQUISTI DEL MESE

Questi due abitini su Asos.

Abitino Morgan con inserti in mesh

 

 

Abitino Pretty Little Thing a stampa leopardata

7 – LUOGO DELL’ANIMA

Le terrazze di Lindos, a Rodi, al crepuscolo.

Louis Vuitton Pochette Métis: recensione e ispirazione

(Tutte le immagini sono tratte da Pinterest)

Statistiche alla mano, le recensioni di borse sono tra i post più gettonati del mio blog: sono tra gli articoli che vengono consultati quotidianamente un buon numero di volte – segno inequivocabile che sono anche utili.

In effetti, io stessa prima di comprare una nuova borsa cerco spesso recensioni di blogger, guardo le foto su Pinterest, magari seguo anche qualche video su YouTube. Mi aiuta molto a farmi un’idea più precisa del mio attuale oggetto dei desideri.

Per questo ho deciso di scrivere una recensione di una borsa molto desiderata negli ultimi anni: la Pochette Métis di Louis Vuitton.

Possiedo questa borsa da quasi quattro anni e ne sono molto soddisfatta. È una di quelle che utilizzo più spesso in effetti: mi piace innanzi tutto come sta indossata, chiaramente, inoltre la trovo pratica e resistente.

La maison Vuitton descrive questa borsa così:

“Pratica nel design, la Pochette Metis è l’espressione stessa dell’eleganza. In morbida tela Monogram, questo modello compatto di borsetta si contraddistingue al suo interno per una miriade di utili tasche e scomparti.”

e trovo sia decisamente vero.

Secondo me, i vantaggi di questa borsa sono:

  • il suo design inconfondibile, molto diverso da quello di altre borse Vuitton, ma anche classico, a bauletto di medie dimensioni
  • la robustezza dei materiali: il canvas LV tende infatti a rovinarsi pochissimo nel tempo
  • la tracolla: lunga e regolabile, consente di indossare questo modello in vari modi. Sta benissimo sia indossata a spalla che a tracolla. Inoltre, la tracolla è realizzata in canvas e non in pelle vacchetta, per cui non si rovina né scurisce nel tempo
  • la capienza: per una borsa medio-piccola è infatti capace di contenere tutto l’indispensabile grazie alla sua forma. Inoltre, il doppio vano interno fa non solo da divisore, ma si allarga leggermente, offrendo ancora più spazio.

Ma vediamo anche gli svantaggi:

  • Secondo me sono davvero pochissimi: il primo è il manico della borsa, più che altro un pro forma come manico. È anche l’unico dettaglio significativo di questa borsa a essere in vacchetta. Anche se inutilizzato, come nel mio caso, nel tempo tenderà a scurirsi in modo non sempre uniforme.
  • Il secondo, peraltro molto trascurabile, è la chiusura metallica che quando la borsa è molto vuota richiede un pochino più di sforzo, ma niente di davvero problematico.

Insomma, in quattro anni di utilizzo posso dire di adorarla e ne consiglio senz’altro l’acquisto.

E a proposito di quello, questa borsa molto ambita pare sia difficilissima da reperire e questo da almeno quattro anni.

Ai tempi del mio acquisto, ricordo di aver chiamato due boutique LV, una a Lugano e una a Milano. Nonostante entrambe la dichiarassero introvabile, un giorno ero in giro e sono semplicemente entrata in boutique. La gentile commessa è andata a vedere tra i nuovi arrivi e ne ha trovata una ancora imballata, che naturalmente ho preso al volo!

Molto più facili da trovare, invece, le altre versioni di questa borsa: rossa, rosa, panna, nera o blu (e forse anche in altri colori) in cuir monogram oppure bicolor.

La versione di gran lunga più ambita resta però quella in semplice tela monogram.

Per una guida completa agli abbinamenti più belli del monogram di Louis Vuitton, leggete questo post: Louis Vuitton: il classico monogram e come abbinarlo.

Come sempre vi propongo una carrellata della borsa “inscenata” in un look. Tutte le foto dei look provengono da Pinterest. Buon divertimento!

 

E se volete essere aggiornate su tutte le novità di questo blog, vi invito a iscrivervi alla newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti (qui sotto o a fianco, basta inserire nome di battesimo ed e-mail) e a seguire la mia pagina Facebook e le mie bacheche Pinterest , il mio profilo Instagram o direttamente i nuovi post del blog su Bloglovin!

Vi aspetto anche sul neonato gruppo Facebook “Chiacchiere di Moda” legato a questo blog, per chiacchierare un po’, scambiarsi idee e spunti e tanto altro!

 

Look del giorno: jeans & fantasie floreali

 

Ho già parlato altre volte delle mie difficoltà nell’utilizzare le fantasie floreali. E qualche tempo fa ho anche scritto un post di idee e consigli su come abbinarle.

Mi rendo conto che parte del problema (almeno il 90%) deriva dal fatto che le trovo spesso molto tradizionali e un po’ vecchio stile.

Il restante 10% è dettato dal fatto che alcune o anche molte di queste fantasie non mi donano, specie se accostate al viso.

In particolare, trovo estremamente poco donanti quelle un po’ sbiadite e a fiorellini piccoli, che potremmo definire “romantiche“.

Ogni tanto però mi cade l’occhio su stampe più attuali, con fiori più grandi e distanziati da molta tinta unita, come quelle di molti maxi dress che attualmente impazzano. Oppure su quelle a colori particolari e molto vivaci, come in questo caso.

Ho addirittura creato una bacheca Pinterest dedicata alle stampe floreali per auto motivarmi a utilizzarle almeno qualche volta. Sembra infatti che impazzeranno anche il prossimo autunno inverno.

 

Cosa indosso:

Blusa a fiori, Zara, originale qui, simili e molto belle qui, qui e qui

Jeans, Liu Jo mod. Monroe, qui oppure simili qui

Borsa, Céline mod. Boston

Sandali, Michael Michael Kors, old, simili qui

Orecchini, Asos, qui

 

 

E se volete essere aggiornate su tutte le novità di questo blog, vi invito a iscrivervi alla newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti (qui sotto o a fianco, basta inserire nome di battesimo ed e-mail) e a seguire la mia pagina Facebook e le mie bacheche Pinterest , il mio profilo Instagram o direttamente i nuovi post del blog su Bloglovin! Vi aspetto e, a chi come me ha finito le vacanze per un po’, auguro una splendida ripresa!

Dall’estate all’autunno: come gestire il cambio di stagione con stile

Stiamo passando dall’estate all’autunno: è una realtà, anche se dicono che nei prossimi giorni tornerà il caldo e, comunque, in molte zone d’Italia le temperature sono ancora decisamente estive.

Ciò nonostante, basta poco perché il termometro scenda . Spesso siamo costrette a cambiare look addirittura nell’arco della giornata per gestire queste fluttuazioni.

Per questo ho pensato di scrivere un post per raccogliere le idee (ne ho bisogno anch’io!) per gestire al meglio questa transizione dall’estate all’autunno.

Personalmente, considero i momenti di passaggio tra una stagione all’altra come  come un’opportunità:

  • la transizione ci permette di rispolverare cose che non mettevamo da mesi (e che ci sembreranno quindi “nuove”)
  • possiamo mixare capi estivi e autunnali in modo creativo, dando vita ad outfit insoliti e interessanti
  • abbiamo l’occasione per iniziare a integrare i trend della prossima stagione per gradi, per testare cosa ci piace davvero e cosa “funziona” con il nostro stile.

Consiglio: per pianificare in modo ottimale il vostro guardaroba, vi consiglio questo libro che è un proprio manuale pratico, ricco di consigli intelligenti!

Detto questo, vediamo quali sono le possibilità per gestire con stile ed eleganza questo momento di transizione dall’estate all’autunno!

1 – PUNTATE SULLA VERSATILITÀ

Meglio evitare di fare il cambio di stagione troppo presto e, soprattutto, tutto in una volta.

Eliminate soltanto le cose che davvero non indosserete più per diversi mesi, come le cose per il mare i top impalpabili e molto scollati, i prendisole.

Tutto il resto può essere tenuto nel guardaroba: il fatto di avere sott’occhio sia i capi estivi che quelli autunnali vi darà molte nuove idee per combinare il meglio dei due “mondi” nel passaggio dall’estate all’autunno. Inoltre, non avrete problemi ad adeguarvi a forti sbalzi di temperatura tipici di questi periodi.

2 – FONDETE LE STAGIONI

Come già accennato sopra, sperimentate qualche look che mixi al meglio capi estivi con altri autunnali e, nel farlo, giocate con gli accessori.

Lo stesso abitino leggero estivo, per esempio, si trasforma completamente se abbinato a una giacchina di pelle e a un paio di stivaletti in suède.

Una miniera d’oro per giacchine in pelle ed ecopelle, capospalla ideale nelle stagioni di mezzo: qui.

3 – STRATIFICATE

I momenti di passaggio tra due stagioni sono i migliori per adottare un look a strati: provate ad alternare materiali leggeri ed estivi ad altri più caldi: provate ad esempio a indossare un cardigan lungo sopra a look assolutamente estivo o ad aggiungere un impalpabile abitino sottoveste che d’estate indossavate da solo sotto a un abito più caldo e cittadino.

Ma le possibilità sono infinite, naturalmente: basta giocare con la texture e le lunghezze dei singoli capi!

Per una selezione di cardigan lunghi: qui e qui.

4 – USATE VERSIONI “LIGHT” DEI TESSUTI E DEI MATERIALI DELLA PROSSIMA STAGIONE

Perché non provare a integrare i primi trend dell’autunno, magari in chiave leggera e accostandoli a capi estivi? Io l’ho fatto ad esempio con una giacca a motivo check, che promette di essere un tormentone del prossimo autunno: l’ho indossata semplicemente su un abitino, ma anche su skinny e T-shirt bianchissimi.

Ha un’intera sezione dedicata ai tessuti a quadretti (o check) di stagione: Stradivarius.

Leopardato, pitonato & co.: qui e qui.

5 – SE SCOPRITE LE GAMBE, COPRITEVI SOPRA (E VICEVERSA)

Questo è un trucco che aiuta sia a mettere in mostra l’abbronzatura conquistata nelle settimane passate che a evitare raffreddori fuori stagione: se le temperature lo consentono (quanto meno nelle ore centrali), è bello sfoggiare un paio di gambe abbronzatissime o spalle altrettanto dorate; se optate per short o una minigonna/un miniabito, copritevi di più sopra. Se invece è il top a essere leggero e scollato, abbinatelo a skinny e decolleté, per esempio.

L’effetto di un paio di shorts abbinato a una blusa a manica lunga o addirittura a un blazer, ad esempio, è elegantissimo trovo!

Per una selezione di blazer, vedi qui.

6 – PUNTATE SUI COLORI STAGIONALI E SULLE SFUMATURE

Se amate l’autunno e lo aspettate con gioia, perché non anticiparlo un po’ indossando qualche sua tipica sfumatura di colore, abbinandola magari a colori ancora estivi? Un tocco di verde bosco, di marrone bruciato o di bordeaux indossato sul denim estivo o su un paio di pantaloni bianchi, per esempio, può essere bellissimo!

Per un po’ di verdi autunnali, vedi qui.

7 – SFRUTTATE IL POTENZIALE DI STOLE E PASHMINE

Sarà che le adoro e le trovo versatilissime e che saranno di moda anche la prossima stagione, ma questo è sicuramente il momento migliore per sfoggiarle!

Potrebbe anche essere un primo investimento da fare per la prossima stagione! 😉

Ne ho viste di meravigliose qui e qui.

E se volete essere aggiornate su tutte le novità di questo blog, vi invito a iscrivervi alla newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti (qui sotto o a fianco, basta inserire nome di battesimo ed e-mail) e a seguire la mia pagina Facebook e le mie bacheche Pinterest , il mio profilo Instagram o direttamente i nuovi post del blog su Bloglovin! Vi aspetto e, a chi come me ha finito le vacanze per un po’, auguro una splendida ripresa!